Schiava di un marocchino a 16 anni: drogata e violentata per un anno

Il pm ha chiesto dopo 4 anni dalla denuncia il rinvio a giudizio per l'immigrato compagno della zia della giovane

Un anno intero di abusi sessuali. Una ragazza di 16 anni di Treviso è rimasta schiava di un marocchino che sua zia aveva portato in famiglia. Difficile definire "zio" l'orco che la drogava e la violentava quotidianamente.

L'uomo è un marocchino di 38 anni, compagno della zia della 16enne che lui - di nome Alì - aspettava fuori da scuola ogni giorno. Un calvariuo durato dal 2010 al 2011, quando la giovane si è fatta forza e ha deciso di denunciare la violenza sessuale. Ogni volta che rimaneva a casa da sola (o lui era ubriaco) - come scrive ilGazzettino - la giovane veniva costretta a fumare droga e poi la violentava.

Un comportamento morboso, tanto che la ragazza non poteva nemmeno uscire con le amiche, con la mamma o con la zia. Una volta minacciò anche di picchiare il fidanzato della "nipote".

Ora, dopo anni di indagini, il pm Massimo De Bortoli ha deciso di chiedere il rinvio a giudizio per violenza sessuale. Quasi a quattro anni dalle violenze: ma quelle non si dimenticano.

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 04/11/2015 - 16:59

Sono le RISORSEEEE BELLEZZE!!!!! CIAOOOO ITALIAAAA!!!!

elena34

Mer, 04/11/2015 - 17:08

Altre risorse e si continuera' all'infinito

Alessio2012

Mer, 04/11/2015 - 17:46

Che cattivoni... Ma perché bisogna dire la nazionalità dello stupratore? Eh, no, dai... bisogna tutelare queste povere risorse...

fedeverità

Mer, 04/11/2015 - 18:01

Boldrini...un'altro tuo amico!!! VERGOGNATI.....VERGOGNATI......VERGOGNATI!!! Non finirò mai di dirtelo e non mi stancherò MAI!!!

Fracassodavelletri

Mer, 04/11/2015 - 18:11

Evviva. Una risorsa. Che dice la boldry??

routier

Mer, 04/11/2015 - 18:33

Forse per l'antropologia fisica, biologica e culturale, le razze non esistono ma le etnie, eccome se esistono, e di quelle di un certo tipo non ne sentiamo affatto la mancanza.

Ritratto di Gios'',,40.

Gios'',,40.

Mer, 04/11/2015 - 18:39

Sicuramente ci sono anche orchi Italiani. Ma bisognerebbe dire alle donne Italiane di accoppiarsi quandomeno non coi mussulmani che ci impestano il territorio di bestie otre ha orchi oltre ha danni immensi in famiglia già saputi da tempo.

Ritratto di giulio_mantovani

giulio_mantovani

Mer, 04/11/2015 - 19:22

Visite notturne, aggressioni diurne, stupri scippi o rapine, chissà perché le cronache di queste violenze dicono che sono sempre marocchini, romeni o rom: poi dicono che siamo razzisti. Ma non li abbiamo invitati noi, sono entrati tutti senza permesso e continuano ad arrivarne altre migliaia. Allora bisogna prendere atto che, non trovando lavoro (sempreché lo cerchino) qualcosa devono pur fare per passare il tempo!

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 05/11/2015 - 01:22

Zia della ragazzina colpevole di esseresi portata a casa un marocchino e di avere coinvolto pure la nipote nelle sue folli scelte di un uomo. Il vecchio detto di: "moglie e buoi dei paesi tuoi" è valido anche all'incontrario, al femminile. Adesso quella ragazzina non sarà possibile ripagarla più, qualunque cosa faccia la zia per farsi perdonare. Come si fa ad andare a scegliersi proprio un islamico, come se non avesse mai sentito parlare delle attitudini di costoro contro le donne? Al posto della nipote non vorrei più avere a che fare con una tale zia incosciente e senza cervello. Le ha distrutto l'esistenza per sempre.

Ritratto di frank60

frank60

Gio, 05/11/2015 - 06:43

Questa è pura cultura!