Schumacher, la manager riaccende le speraze

"Spero che, con il continuo supporto e pazienza, un giorno sarà di nuovo con noi". E' quanto si augura Sabine Kehm, manager di Michael Schumacher

Michael Schumacher

"Spero che, con il continuo supporto e pazienza, un giorno sarà di nuovo con noi". E' quanto si augura Sabine Kehm, manager di Michael Schumacher. Il sette volte campione di Formula 1 è ancora sulla via del recupero dopo il grave incidente sugli sci a Meribel di fine dicembre 2013. "Lui è il pilota di maggior successo nella storia e, a volte, in giorni come questo è bene ricordarlo", ha spiegato Kehm parlando alla presentazione di una mostra dedicata a Schumacher a Marburg, in Germania. "Naturalmente, Michael non è qui e, naturalmente, ci manca. Sappiamo quanto è successo e non si può cambiare", le parole della manager riportate dalla Bbc. "Dobbiamo accettarlo e spero con tutto quello che abbiamo, che, con il continuo supporto e la pazienza, un giorno sarà di nuovo con noi".

Intanto si è aperta oggi a Marburg, nella Germania dell’ovest, una mostra sul sette volte campione del mondo di formula 1 ed ex pilota della Ferrari Michael Schumacher. L’esposizione resterà aperta due anni e mostra alcune vetture guidate dal pilota e altri oggetti a lui appartenenti e finora mai esposti al pubblico. "La mostra ravviva il ricordo dei tempi in cui Michael correva con Ferrari, Mercedes e Benetton", ha detto la sua manager Sabine Kehm, parlando a nome della famiglia. Oltre alla moglie Corinna, ai due figli Gina Maria e Mick e al padre Rolf, era presente fra i 200 ospiti l’ex capo della divisione motori sportivi della Mercedes, Norbert Haug, l’uomo che convinse l’ex campione Ferrari a tornare in pista dal 2010 al 2012. Alla fine del 2013, Michael Schumacher è stato vittima di un incidente sulle nevi di Meribel che gli ha causato un grave trauma cranico e dal quale sta faticosamente cercando di riprendersi nella privacy della sua villa di Gland, in Svizzera.