Sciopero dei trasporti, tocca a bus e metro Disagi anche per i voli

Dopo il settore ferroviario, oggi incrociano le braccia aziende locali e personale Sea. A Milano mezzi regolari

Ancora un venerdì nero per i trasporti, per lo sciopero nel settore proclamato dalla Usb (l'Unione sindacale di base nel settore del trasporto pubblico e nel settore aereo). Lo sciopero generale nazionale, di 24 ore, è stato proclamato dal sindacato di base contro la privatizzazione del settore e per il rilancio e verrà effettuato nel rispetto delle fasce orarie di garanzia, differenti nella diverse città: a Milano dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 a fine servizio; a Roma dalle 8.30 alle 17.30 e dalle 20 a fine servizio.

A Milano, in realtà, le metropolitane stanno effettuando servizio regolare e i mezzi di superficie al momento stanno circolando anche se non si escludono dei disagi nel corso della giornata, secondo quanto riferito da Atm. Anche il traffico auto, complice forse il giorno prefestivo al ponte del 2 giugno, appare abbastanza scorrevole in città con le abituali code a tratti in prossimità di snodi autostradali e tangenziali. La polizia locale ha confermato che oggi, a Milano, Area C è sospesa: l’accesso al centro, quindi, è libero. 

A Roma, invece, la metro A e la metro B sono attive ma con riduzione di corse. Chiusa la Ferrovia Roma-Lido, riduzioni di corse sulla ferrovia Termini-Giardinetti e sulla Roma-Viterbo. Possibili riduzioni di corse o sospensione di linee per bus e tram. Nelle stazioni metropolitane e ferroviarie che restano aperte è possibile la sospensione di ascensori, scale mobili o montascale e delle attività delle biglietterie.

Ulteriori disagi potranno verificarsi nel settore aereo per le agitazioni dei lavoratori Sea e Sea Handling negli aeroporti di Linate e Malpensa, programmate per l’intera giornata: a causa della impossibilità da parte del gestore aeroportuale di garantire l’adeguata assistenza nelle operazioni di scalo, Alitalia e Air One hanno predisposto misure per diminuire i disagi e hanno programmato una limitata riduzione di voli da e per Milano. Le modifiche, spiega Alitalia, non riguardano i voli intercontinentali di Alitalia da Malpensa, che si prevedono regolari. Incrociano le braccia anche i lavoratori Meridiana: ieri azienda e sindacati hanno discusso di piano industriale e costo del lavoro, ma lo sciopero di oggi e del 22 giugno è stato confermato.

Commenti

Pelican 49

Ven, 30/05/2014 - 09:04

Gli autoferrotramvieri: la SOLA categoria rimasta a scioperare in Italia, tutti i Venerdì. Io, nei miei anni di pendolare, non so quante volte li ho maledetti! Hanno SEMPRE un contratto scaduto! Nessuno che parla di licenziarli, nemmeno il fenomeno BatRenzi.

brunicione

Ven, 30/05/2014 - 09:31

Bravi i sindacati, finalmente una cosa nuova "SCIOPERO",

Sapere Aude

Ven, 30/05/2014 - 11:38

@Pelican49. Adesso c’è Pittibombo che, con il 40% e più, metterà a ferro e fuoco Stato e Parastato. Vedremo il reame dei sindacati ridotto in polvere, con Camusso, Bonanni e Angeletti braccati nella Penisola per non cadere nelle grinfie del capo dei capi che ci governa. E noi ad assaporare l’evento in piazza San Giovanni, teatro di tutte le grandi manifestazioni… Devo però a malincuore aggiungere che mi sono alzato da poco e il racconto era tutto un sogno. Accidenti, mai che diventino realtà!

linoalo1

Ven, 30/05/2014 - 11:43

I casi sono due:o non siamo più in crisi o,le ore di sciopero vengono pagate,Altrimenti,non si spiegherebbe l'adesione dei lavoratori!Lino.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 30/05/2014 - 18:14

Io ho maledetto ieri i ferrovieri e oggi i tranvieri. Migliaia di disperati che vanno a Milano a guadagnare uno stipendio da fame, nella merda per questa casta di intoccabili. E' 1000 anni che hanno il contratto scaduto.