Sciopero trasporti, si passa da 10 a 20 giorni di intervallo

Il Garante ha approvato nuove regole che prevedono un intervallo di tempo di 20 giorni (e non più 10) da uno sciopero all'altro

Addio sciopero selvaggio nel trasporto pubblico locale nazionale. Il Garante ha approvato nuove regole che prevedono un intervallo di tempo di 20 giorni da una protesta all'altra. Si tratta di un vero e proprio raddoppio rispetto a quanto previsto dall'ultimo regolamento risalente al 2002.

Viene inoltre sancito l'obbligo per le aziende di informare i cittadini non solo sulle modalità e l'articolazione dello sciopero ma anche con la pubblicazione dei dati dell'ultima dell'adesione. L'intervallo tra uno sciopero e l'altro, spiega il Garante "può configurarsi quale prestazione indispensabile a garantire, nel suo contenuto essenziale, i diritti degli utenti". Dopo che le associazioni datoriali del trasporto pubblico locale e i sindacati hanno trovato un accordo su un nuovo regolamento che la Commissione di garanzia sul diritto di sciopero ha valutato in modo positivo, il Garante ha evidenziato che "non si può esprimere una valutazione di idoneità relativamente alla formulazione della regola della cosiddetta rarefazione oggettiva che individua nella misura di 10 giorni l'intervallo che deve intercorrere tra due azioni di sciopero", perché "si ritiene essenziale individuare soluzioni adeguate a riequilibrare l'eccessiva compromissione del godimento del diritto dei cittadini alla libertà di circolazione". Ed è così che ha deciso di raddoppiare l'intervallo tra una protesta e l'altra.