Scrisse "Onore al Duce", ora l'autista dell'Atac rischia il processo

Nel 2012 un conducente di bus usò il display per commemorare la morte di Mussolini. Ora potrebbe finire alla sbarra per diffamazione aggravata

Aveva scritto "Onore al Duce" sul display luminoso dell'autobus e listato le bandierine a lutto per commemorare la morte di Mussolini. Era l'aprile di tre anni fa, quando un autista dell'Atac era finito nella bufera per quell'omaggio postumo che aveva fatto aggrottare diverse fronti, nella capitale.

L'azienda dei trasporti aveva immediatamente promesso un'indagine interna, annunciando anche l'intenzione di avvertire l'autorità giudiziaria. Oggi, a tre anni di distanza, il conducente rischia il processo per diffamazione aggravata nei confronti dell'Atac, secondo una formulazione d'accusa imposta dal giudice per le indagini preliminari.

La foto con la scritta incriminata

Come spiega l'edizione romana del Corriere della Sera, la procura aveva chiuso l'indagine formulando l'ipotesi dell'apologia di fascismo, ma il gup aveva respinto questa ricostruzione. Secondo la ricostruzione del magistrato, il conducente avrebbe inteso invece danneggiare l'azienda, attribuendo ad Atac la volontà di celebrare la scomparsa del dittatore. Ad ogni modo, l'autista ora rischia di finire alla sbarra.

Commenti
Ritratto di stock47

stock47

Gio, 02/04/2015 - 12:46

Diffamazione aggravata dell'Atac? Assurdo. Vero che l'autista ha usato il mezzo ATAC per esprimere un opinione ma al più lo si può accusare di uso improprio del mezzo di lavoro. In quanto alla frase non è detto che identifichi Mussolini. Il termine Duce è generico e può riferirsi a chiunque, anche a Giulio Cesare o al capo dei sindacati e perfino al capo dell'azienda ATAc.

plaunad

Gio, 02/04/2015 - 13:06

Diffamazione ???? Ma quella gente il significato delle parole lo conosce?

scric

Gio, 02/04/2015 - 13:27

sottoscrivo @stock47, ma apologia di fascismo mi sembra esagerato con il termine duce si può intendere qualsiasi cosa, se andiamo avanti ancora con queste cose non andremo mai da nessuna parte. comunque evito qualsiasi commento anche sul referendum della monarchia chissà che mi potrebbe capitare.

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Gio, 02/04/2015 - 13:43

Evidentemente tra opinione e apologia - di qualsiasi cosa si parli - la differenza c'è. Anche se spesso il passo tra opinione e apologia è più breve di quanto si pensi. Comunque, per circa 50 anni c'è stato un partito, il Mov. Sociale Italiano, che si ispirava palesemente al Fascismo. Come mai, nonostante la Costituzione, fu dato ad esso la possibilità di nascere e, ancora di più, di vivere nella società italiana per quasi 50 anni? In conclusione: una Democrazia veramente forte non dovrebbe avere paura di un tizio qualsiasi che goliardicamente scrive su un bus 'onore al Duce'. I magistrati e i giudici che, nell'anno 2015, perseguissero una cosa del genere cadrebbero nel ridicolo per 'apologia di pagliacciata'.

FRANZJOSEFF

Gio, 02/04/2015 - 13:43

SONO ANTI COMUNISTA MA MAI HO SCRITTO O SCRIVEREI VIVA IL DUCE. MA DOPO 70 ANNI CHI SCRIVE QUESTE PAROLE NON HA PIU' SENSO, NE' DOVREBBE AVERE VALORE PENALE. SE HANNO PAURA CHE UNO O PIU' PERSONE CHE SCRIVONO VIVA IL DUCE SIGNIFICA CHE LA REPUBBLICA ITALIANA NATA DALLA "RESISTENZA" (MA NON TUTTI HANNO COMBATTUTO NELLA RESISTENZA!!) HA PAURA DI UN FANTASMA. SENTO DIRE LA REPUBBLICA NON HA PAURA DI NESSUNO E DI NIENTE. MA POI SI RINCORRONO I FANTASMI. E' TROPPO. ALLORA DOVREBBERO ESSERE CONDANNATI TUTTI GLI ITALIANI CHE HANNO L'ENCILOPEDIA DELLA CANZONE ITALIANA DEGLI ULTIMI 150 ANNI (COME ME) CHE SI TROVA IN CASA FACCETTA NERA AFRICANELLA CHE SI TROVANO TRANQUILLAMENTE NEI NEGOZI E NELLE EDICOLE IN CD VIDIMATI DALLA SIAE. ALORA DOVEVANO ARRESTARE ANCHE ALBERTO SORDI CHE NEL FILM 1 2 NEMICI CANTAVA FACCETTA NERA. COGLIONAZZI

marinaio

Gio, 02/04/2015 - 13:45

Ci preoccupiamo di qualcosa che ormai non esiste più da decenni (e mi riferisco anche al fascismo) e poi stiamo zitti quando dappertutto si sventola bandiera rossa, falce e martello, pugno chiuso, ecc., ignorando che il comunismo è stata (ed è ancora) la vera piaga degli ultimi 100 anni.

FRANZJOSEFF

Gio, 02/04/2015 - 13:58

TOGLIATTI ERA NEL GOVERNO DE GASPERI, HA FATTO VOTARE LA PACIFICAZIONE DEGLI EX FASCISTI, GLI EX FASCISTI SONO POTUTI DIVENTARE UFFICIALI, CARABINIERI, FINANZIERI (UN MIO CONOSCENTE HA COMBATTUTO IN JUGOSLAVIA), DIRIGENTE DI COMUNE (LO CONOSCEVO ACCREDITATO ALLA REAL CASA), INSEGNANTI. QUINDI, MAGISTRATI LEGGETE QUANTO HO SCRITTO. LA MIA FAMIGLIA HA AVUTO 2 RAGAZZI MORTI IN GUERRA. UNO SOMMERGIBILISTA ERA NEL PORTO DELLA SUA CITTA' NATALE, E' USCITO DAL PORTO E' STATO SILURATO DA UN SOMMERGIBILE INGLESE CHE, PER CASO, SI CHIAMAVA PESCE SPADA IN ITALIANO. E' SINONIMO DI PESCE SPADA IN SICILIA. L'ALTRO E' MORTO A CAUSA DI BONBARDAMENTI. COME POTREI SCRIVERE VIVA IL DUCE. MA DOPO 70 ANNI ANCORA PAURA. Die Fahne hoch OGGI IN GERMANI CHI CANTA QUESTA CANZONE SI BECCA 7 MESI. IN ITALIA SI SENTE CANTARE AFRICANELLE E FACCETTA NERA NON SUCCEDE NIENTE. NON SONO FASCISTA PER NIENTE, AM I MORTI SEPPELLISCANO I MORTI. ORAMI L'ITALI E' IN DECLINO. PENSIAMO AL PRESENTE E FUTURO L'ITALIA STA MORENDO

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Gio, 02/04/2015 - 14:12

Il ridicolo avvolge la magistratura e la Nazione tutta. Non trovo Ancora oggi si ha "paura" di quella fetta di Storia che vuoi o non, ci appartiene. No trovo altri aggettivi per commentare la notizia.

vince50

Gio, 02/04/2015 - 14:59

Soltanto chi ha paura e coscienza sporca può pensare di processare il conducente,si sa da che parte stanno i nostri tanto cari giuristi.

Ritratto di venividi

venividi

Gio, 02/04/2015 - 15:38

Diffamazione ? E pure aggravata ? Che fantasia.

Ritratto di venividi

venividi

Gio, 02/04/2015 - 15:40

franzjoseff, lei mi è simpatico, ma francamente, non riesco a leggerla con tutte quelle maiuscole. Lo sa che usare maiuscole significa urlare ? Oltretutto sono di DIFFICILE LETTURA.

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Gio, 02/04/2015 - 16:10

...Ma la superiorità politica, morale e culturale di sinistra (ed il settarismo fazioso) stenta a tacere!... Che dire, allora, della bandiera rossa che, con falce e martello e stella, lentamente pareva scivolare sul vessillo nazionale nel simbolo ideato dal compagno Guttuso per il PCI? Quello non era - forse - oltraggio ed anti-italianità? Che dire, dopo esserci beccati epiteti di "fascisti e balilla" per i gagliardetti e le bandierine ottenute a scuola per "Italia 61", mentre oggi vediamo ovunque vessilli tricolori (anche in pubblici edifici!), ridotti a stracci? Non mi risulta che mai sia stato abrogato il comma del regolamento ex art. 12 Cost.: "Vessillo issato all'alba e ammainato al tramonto"... E, questo, NON E' - forse - oltraggio e vilipendio al vessillo nazionale?

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Mar, 09/08/2016 - 19:08

è singolare come in italia ci siano magistrati che si accaniscano su atteggiamenti da ixxxxxxxe, ma che non procurano danno alcuno, mentre altri lasciano cadere in prescrizione reati come quelli commessi da Penati a Milano o quelli commessi da Moggi al cacio italiano.