"Via scritte arabe dall'ospedale". Così la Lega smaschera l'ipocrisia Pd

A Imola la mozione della Lega passa coi voti del M5s. Il Pd si astiene. Il Carroccio: "Non può votare contro una misura sostenuta dai suoi stessi elettori"

"Le scritte in arabo vanno fatte sparire dall'ospedale". La richiesta arriva dalla Lega che a Imola, dove siede tra i banchi dell'opposizione, ha presentato una mozione per far rimuovere tutte le scritte in arabo dall'ospedale Santa Maria della Scaletta. Mozione che, come racconta il Resto del Carlino, è puntualmente passata grazie ai voti del Movimento 5 Stelle che, a maggioranza, sostiene il sindaco Manuela Sangiorgi.

Dopo la sconfitta del centrosinistra alle ultime elezioni comunali, dopo oltre settant'anni di governo monocolore, Imola sta vivendo un brusco cambiamento. Al governo ci sono finiti i grillini ma, come fa notare il Resto del Carlino, capita che, nonostante la Lega sia all'opposizione, trovi appoggio da parte dei pentastellati per portare avanti le proprie battaglie. È, appunto, il caso della mozione che vieta le scritte in arabo nel nuovo ospedale della città romagnola. Adesso l'Azienda sanitaria locale dovrà rimuovere tutta la segnaletica in lingua araba e lasciare solo quelle in italiano e inglese.

La mozione leghista ha trovato il favore dei Cinque Stelle. I consiglieri del Partito democratico non hanno votato contro ma si sono astenuti. "Si chiede un intervento che l'Ausl porta avanti già di suo e solo per ingraziarsi una parte di elettorato - spiegano i dem al Resto del Carlino - ma è una cosa culturalmente molto distante dal nostro modo di pensare". "Il Pd si astiene perché è in imbarazzo - ribatte il leghista Simone Carapia - non può votare contro una mozione che verrebbe sostenuta dai suoi stessi elettori".

Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 17/01/2019 - 10:31

Praticamente il PD ha dato per scontato che un domani ci sarebbe stato una uguaglianza se non maggioranza di popolazione islamica. Io non trovo niente scritto in italiano in qualsiasi parte del mondo, nemeno dove c'è un folto gruppo di italiani, ma perchè noi ci facciamo in quattro per dare agio agli altri? In Italia si scrive solo in italiano e nessun altra lingua.

steacanessa

Gio, 17/01/2019 - 10:56

Non mi risulta che l’arabo sia una lingua ue. I comunisti sono la rovina del mondo.

ermejodermonno

Gio, 17/01/2019 - 11:11

DAMOCE NA SMOSSA E ALLE EUROPEE FAMOLI FUORI DA TUTTO.

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Gio, 17/01/2019 - 11:28

Se negli ospedali di un qualche paese adel mondo arabo vi fossero scritte o indicazioni in italiano forse potrei capire, ma non esiste in nessuna parte del mondo! Questa gratuita compiacenza del PD verso l'Islam ed il mondo arabo si configura come un vero e proprio spregio e tradimento nei confronti degli italiani

GioZ

Gio, 17/01/2019 - 11:45

Anche a Bologna ci sono le scritte in Arabo.

maurizio50

Gio, 17/01/2019 - 11:48

@do-ut-des. Ti rispondo io. La ragione è la seguente: la stupidità congentita dei catto comunisti italiani arriva addirittura al masochismo. Vogliono soffrire per dire quanto sono " democratici"!!!!

rudyger

Gio, 17/01/2019 - 12:40

Andate in Francia e in Spagna. Non trovi una parola di italiano neanche se li spacchi. E noi che diciamo sempre che gli italiani sono amati nel mondo. Siamo solo invidiati e odiati !

Ritratto di navigatore

navigatore

Gio, 17/01/2019 - 13:29

qualcuno ha cominciato a capire che l' invasione ISLAMICA inizia dalle piccole cose, hanno rinunciato alla guerra aperta, ma non al sottorfugio malefico e vigliacco, tipico di queste genti.

kaka

Gio, 17/01/2019 - 13:31

Rudyger 12.:40 E' da anni che giro il mondo a scopo turistico e confermo quanto detto da Rudyger. Appena ti presenti come Italiano, ancora prima di avere conferito una parola, vedi le espressioni sarcastiche su viso del tuo interlocutore o addirittura subire dei commenti poco simpatici. Normalmente io rispondo con un bel sorriso. Purtroppo paghiamo la stupidità di tanti nostri connazionali che sono bramosi di esibirla in ogni dove.

Malacappa

Gio, 17/01/2019 - 14:06

Le scritte in arabo le mettano nei loro paesi qui si parla italiano

ulio1974

Gio, 17/01/2019 - 14:25

rudyger 12:40: non hai capito molto, eh? eppure il tema non è complicato. non si parla nè di francese, nè di spagnolo, quindi perchè tiri i balo Francia e Spagna che non fanno cartelli in italiano1!?!?!? secndo: che gli italiani siano amati in tutto il mondo, non l'ho mai sentito, nè ho mai sentito che siamo inviadiati ed odiati.

pilandi

Gio, 17/01/2019 - 14:41

Infatti andrebbero scritte in italiano ed in inglese. @steacanessa quello che credi tu è irrilevante, gli arabi studiavano i corpi celesti quando noi andavamo ancora in giro con le corna sull'elmo...

venco

Gio, 17/01/2019 - 15:07

Con le scritte arabe non si fa integrazione.

Ritratto di cicopico

cicopico

Gio, 17/01/2019 - 17:06

in italia si parla e si scrive in italiano.pd non ci dimentichiamo....

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Gio, 17/01/2019 - 18:21

Pilandi, gnurant,i corpi celesti ancor prima degli arabi venivano studiati dai greci, dagli egizi, dai babilonesi, dai cinesi, dagli indú. I loro studi sono stati poi ripresi dagli arabi che nulla hanno inventato. Quindi studia, gnurant e non sparare kagate. I vikinghi, che portavano le corna sull'elmo, conoscevano bene la volta celeste per potersi orientare nelle loro scorribande e, grazie alle loro conoscenze, sono arrivati per primi in America. La bussola e´una invenzione cinese della quale si sono appropriati gli arabi e successivamente trasmessa ai navigatori amalfitani. STUDIA. Va in una biblioteca e non alla sezione palmiro.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Gio, 17/01/2019 - 18:42

do-ut-des: intanto non è vero che in nessun'altra parte del mondo trovi scritte in italiano. Qui a Norimberga tutta la modulistica per fare l'anamnesi nei vari ospedali, su richiesta, la puoi avere anche in italiano! Poi ti sfugge il dettaglio che spesso le scritte sono in caratteri arabi ma non in arabo. Come pensare che turco e tedesco siano la stessa lingua perché scritte entrambe con caratteri latini.

mariolino50

Gio, 17/01/2019 - 18:44

pilandi Gli arabi studiavano i corpi celesti, ma dove, quando Roma aveva un milione di abitanti e le fogne, quelli erano sempre sotto le tende nel deserto, il tipo barbuto risale al settimo secolo, quando l'impero era già finito, altrimenti non facevano il casino che hanno fatto. L'elmo con le corna lo avevano i barbari, non le Legioni.

Ritratto di navajo

navajo

Gio, 17/01/2019 - 19:04

Egregio Pilandi, a prescindere dal fatto che il califfo Omar nel 641 d.c. ordinò il rogo della biblioteca di Alessandria con la motivazione che se nei libri ci fosse stato qualcosa di importante, questo sarebbe stato anche nel Corano, e se nel Corano non c'era non era poi così importante.(che asggezza!), la nascita dell'astronomia araba si può collocare cronologicamente in modo abbastanza preciso, quando alcuni saggi indiani recatisi in visita presso la corte di Al Mansour, califfo di Bagdad nel 744 d.C.; essi portarono con loro un trattato di astronomia pratica, che subito fu tradotto in arabo con il titolo di “Tavole astronomiche indiane” (“Zig al Sindhind”, letteralmente canoni indiani) da Ibn Ibrahim al Fazari e da Ya'qub Ibn al Tariq. E da noi l'Impero Romano, il più grande della Storia già c'era stato. Ma quale elmo con le corna.

Ritratto di alex274

alex274

Gio, 17/01/2019 - 20:12

Tra poco neanche l'Inglese sarà una lingua UE, la lingua ufficiale irlandese è il gaelico. Cosa facciamo, cancelliamo tutte le scritte in inglese? Non trovo nulla di male ad avere delle indicazioni in molte lingue, anche all'estero spesso ci sono indicazioni anche in italiano.

ziobeppe1951

Gio, 17/01/2019 - 20:21

Pirlandi...cosa c’entra il fatto che tu andavi in giro con le corna sull’elmo, col discorso della lingua araba in Europa. Mettiamo le scritte in cinese dato che furono i primi inventori della scrittura

faman

Gio, 17/01/2019 - 21:24

kaka-Gio, 17/01/2019 - 13:31: anche io giro il mondo e non è proprio come dici tu, basta essere educati e comportarsi civilmente e non "fare gli italiani" maleducati (capisci cosa intendo dire). Ne ho avuto esempio in due paesi indicati spesso come ostili agli italiani, in Francia e Austria, io e mia moglie trattati benissimo, al contrario di altri italiani, entrati in Hotel assieme a noi, che si erano appunto comportati da italiani "strafottenti e maleducati". Con noi parlavano in italiano, agli altri si rivolgevano in francese e tedesco.

Ritratto di Evam

Evam

Gio, 17/01/2019 - 21:44

Era ora. MegLio tardi che mai! Questa gente non ha niente da spartire con noi.

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Gio, 17/01/2019 - 22:02

Le scritte in lingue diverse dall'Italiano vanno messe se in quella località ci possono essere turisti che usano l'ospedale, come a Rimini e Riccione dove probabilmente qualche scritta in Inglese, Tedesco o Russo aiuterebbe gli sventurati turisti che si sentono male o fanno in incidente mentre trovano a passare le vacanze e spender soldi da noi. In questo caso lo trovo sacrosanto e civile. Ma per persone che hanno deciso di venire ad integrarsi credo che l'uso dell'Italiano sia un obbligo altrettanto sacrosanto. Quindi, nello stesso ospedale di Rimini preso ad esempio, io parlerei in Inglese ad un turista, ma in italiano ad un immigrato che vuole vivere qui.

Ritratto di nazionalista_sardo

nazionalista_sardo

Gio, 17/01/2019 - 22:55

vediamo se qualche bananas di pseudo sinistra avrà qualcosa da dire in merito forza chi sarà il primo bananas

Rottweiler

Gio, 17/01/2019 - 22:58

Ospedale S.Orsola/Malpighi...centro di Bologna.... Sembra di essere a Kabul, tra i cartelli in arabo e la gente vestita da sacchi del rusco..... Ma governano le zeccherosse...

faman

Gio, 17/01/2019 - 23:54

Rottweiler-Gio, 17/01/2019 - 22:58: i soliti ragionamenti da cervello piccolo, piccolo