"Scuola di Amatrice crollata? Nessun adeguamento sismico"

Chi si occupò dei lavori dice la sua: "Miglioramento parte minima dei lavori"

Di sprechi non ce ne sono stati, ma la realtà che racconta Gianfranco Truffarelli, il geometra che si è occupato della scuola Romolo Capranica di Amatrice non è comunque quella che è stata raccontata fino a oggi.

Il titolare della Edilqualità, che nel 2012 si è occupata della ristrutturazione, ha le idee molto chiare su ciò che in quella scuola è stato e non è stato fatto, e in un'intervista al Messaggero chiarisce che "di adeguamento sismico non si è mai parlato".

Nulla di sprecato, perché il geometra spiega che i soldi spesi sono serviti per "rifare gli impianti di riscaldamento", poi per "la messa a norma delle finestre, l'adeguamento antincendio". E ancora "sono stati rifatti i pavimenti, i bagni".

Tutte opere necessarie. E se c'è stato, questo sì, un miglioramento, era la parte minore di un finanziamento da 700mila euro, spesi in altro modo. "I due lati della 'u', che sono quelle dove ho fatto il miglioramento sismico sono rimaste in piedi, ringraziando Dio", ci tiene a sottolineare.

Per quanto riguarda l'edificio principale invece, quello crollato, "non era tra gli incarichi messi a gara". E anche lo fosse stato, aggiunge "con 700mila euro difficilmente si poteva fare l'adeguamento sismico di tutta la struttura".

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 29/08/2016 - 10:57

Gianfranco Truffarelli...nomen omen.

Dordolio

Lun, 29/08/2016 - 12:20

A parte le facili ironie sul cognome del geometra, sono curioso di vedere cosa salterà fuori quando emergeranno le carte relative ai contratti. Il ragionamento del Truffarelli - effettivamente - non fa una grinza così come è espresso. La sgradevole impressione - a pelle - è comunque quella di amministratori pubblici che forse equivocano su termini come "ristrutturazione", "messa a norma" ecc... Nella migliore delle ipotesi si tratta di fraintendimenti, presumo. Si intende una cosa ma in realtà è un'altra. La tristezza di incomprensioni, superficialità, mancanza di competenza e chi più ne ha più ne metta. E' presto certo per parlare ma si tratta di scenari probabilmente tristissimi....

Valvo Vittorio

Lun, 29/08/2016 - 12:23

Vedo che alcune verità cominciano a emergere; da questo si evince che in caso di disastri non bisogna chiedere lumi ai politici ma agli organi che materialmente hanno progettato la struttura e l'hanno eseguita e infine alle sentenze giuridiche. Bisogna anche considerare che le sentenze giuridiche avvengono diversi anni dopo e sempre che ne vengano a capo! Per questi motivi gli italiani hanno sempre meno fiducia nella giustizia e ancor meno della politica (il numero dei votanti continua a diminuire!).

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Lun, 29/08/2016 - 15:17

C'era a finanziare la sagra del paese,la casa dell'amico di turno ed il letto della perpetua del monsignore.nopecoroni.it

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 29/08/2016 - 17:19

In pratica è TUTTO FINTO, si sbandiera a destra e a manca la BUONA SCUOLA, la messa in sicurezza ecc. Per poi stanziare FONDI INSUFFICENTI con i quali si RATTOPPA!!! Fondi insufficenti perchè servono i soldi per le "RISORSE" FINTIPROFUGHI, EVVIVA e gli Italiani COCOMERIOTAS credono a FROTTOLO!!!lol lol. AMEN.

Kupo

Lun, 29/08/2016 - 19:05

Con 700 mila euro si costruisce una palazzina di 10 appartamenti di 80-100 mq ovviamente con criteri antisismici.

frabelli1

Lun, 29/08/2016 - 19:07

Il geometra Truffarelli, invece di ridipingere e fare altre opere meno appariscenti, perché non hanno eseguito la messa in sicurezza (sismica, non termica come le finestre) l'edificio? Insomma i soldi sono stati gettati, come sempre