Sdegno per la scuola anti-sismica crollata ad Amatrice

La rabbia di chi ha perso un proprio caro all'Aquila: l'edificio doveva resistere

Era stata restaurata nel 2012 la scuola di Amatrice. Ed è questo fatto ad aggiungere amarezza a una situazione già drammatica, perché quell'edificio avrebbe dovuto resistere al terremoto, eppure è crollato al suolo.

È "uno dei simboli (e delle vergogne) del terremoto che ha devastato nella notte scorsa l'Italia Centrale". Non ha dubbi Antonietta Centofanti, del Comitato familiari vittime casa dello Studente.

Quell'edificio scolastico era stato sistemato tre anni dopo quanto è successo all'Aquila. Ma, denuncia la Centofanti è distrutto, in barba alle norme anti-sismiche che si sarebbero dovute adottare.

L'istituto Romolo Caprania si è sbriciolato per metà, nonostante lavori costati 511.297,68 euro. E ora sul crollo è stata aperta un'indagine.

"Qualcuno - afferma Centofanti - dovrà spiegare perchè, una volta seppelliti i morti. Il dolore e la disperazione continueranno a lungo. Ma deve sopraggiungere anche la rabbia, perchè se questa ennesima tragedia si fosse verificata il 24 settembre alle ore 9,00, anzichè il 24 agosto, ore 3,36 noi avremmo perso diverse generazioni di ragazzi".

Commenti
Ritratto di Giano

Giano

Gio, 25/08/2016 - 14:53

Ditelo al geologo Mario Tozzi, quello che ieri diceva che per evitare che le case crollino durante i terremoti devono essere costruite con criteri antisismici.

lorenzovan

Gio, 25/08/2016 - 15:08

purtroppo finira' come sempre...dopo anni di processi e perizie..anche se condannati..costruttori e ingegneri si presenteranno ..."nullatenenti"...ma quando faremo come in Olanda dove si fa il sequestro conservativo NELLA PRIMA SETTIMANA...per non dar tempo agli imbroglioni di disfarsi abusivamente delle ricchezze depredate ingiustamente???

Norbertino

Gio, 25/08/2016 - 15:21

E' finita di crollare con la replica di poco fa.

mariolosi

Gio, 25/08/2016 - 15:42

Semplice. Andare a vedere il progetto, chi ha autorizzato la licenza di costruzione antisismica, chi ha effettuato i controlli di staticità ed il collaudo ed ecco trovati i colpevoli.

adal46

Gio, 25/08/2016 - 15:52

Costruite con criteri antisismici, dice il geologo; ma non alla "pressoapoco" come ci accontentiamo di fare noi. Sono più di 40 anni che si parle di questo ma finchè non ci tocca da vicino...

Flower094

Gio, 25/08/2016 - 16:33

Significa solo che hanno fatto male i lavori presunti antisismici e si sono intascati i soldi,fregandosene dell'eventuale morte di tanti bambini,se il terremoto fosse avvenuto in un giorno diurno scolastico.A Norcia,dove hanno lavorato come si deve,non ci sono stati né morti né crolli.Quindi il geologo Tozzi ha ragione.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Gio, 25/08/2016 - 16:57

Hanno usato cemento della qualità giusta e nella giusta quantità?

lorenzovan

Gio, 25/08/2016 - 16:58

non credevo a quanto letto...era stato autorizzato costruire placch in cemento armato poggianti su vecchi muri!!!! da arrestare chi lo ha autorizzato,,hli architetti che hanno firmato i progetti e i propirietari delle case...io ho una casa antica in portogallo...muri 70 cm..solo pian terreno...per fare un secondo piano e placca..abbiamo aperto i muri..inseriti pilastri di emento ancorati al suolo e sui +pilastri costruito la placca...praticamente i muri vecchi non sono piu' portanti !!!! e meno male che il Portogallo e' un paese ...arretrato...sehhhhhhhhhhhhhhhhhhhh

lorenzovan

Gio, 25/08/2016 - 17:00

l cosa diveretnete e' che se si obbligaseri i padroni di casa a quelle tali verifiche antisismiche e ad un passaporto dell'abitazione..insorgereste come un sol...immobile...gridando allo stato sovietico e alla santita' della proprieta«'...o mi sbaglio ???

COSIMODEBARI

Gio, 25/08/2016 - 17:09

La verità è sempre la stessa, la certezza pure. Riguarda da sempre e rigurderà per sempre i lavori di anti-sismiciità, non quelli del territorio, non quelli degli edifici e neppure quelli degli immobili in genere, bensì quelli per rendere anti-sismici i conto correnti bancari o/e postali di coloro che si adopereranno nelle opere, legalmente appaltate. Insomma i politici di ogni ordine e grado, aiutati da leggi e leggine, fatte apposta così, per lasciare al magistrato di turno la personale lettura ed il personale dispositivo. Giusto come citano le pareti delle aule giudiziarie "la legge è uguale per tutti".

Gianca59

Gio, 25/08/2016 - 17:15

Quanto accaduto a questa scuola merita approfondimento e battaglia da parte del Giornale in modo che nulla venga ignorato o insabbiato. O le norme antisismiche che abbiamo non sono tali o qui qualcuno non ha fatto il suo dovere !

blackbird

Gio, 25/08/2016 - 17:34

E non è il primo caso! A San Giuliano di Puglia, la scuola ristrutturata antisismica, fu l'unico edificio del paese a crollare sepellendo i bambini e le maestre. Era il 2002 e non ha insegnato nulla!

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 25/08/2016 - 18:12

Non sarà che alla fin fine, se i lavori non vengono eseguiti come si deve, se i progettisti sono inaffidabili, se i funzionari e tecnici che concedono le autorizzazioni e fanno i controlli sono corrotti, se i materiali usati non sono di qualità...se succede tutto questo, è solo perché siamo in Italia?

zingozongo

Gio, 25/08/2016 - 18:39

il geologo tozzi ha ragione, in giappone ci sono state scosse terribili e i grattacieli hanno tenuto,chi ha fatto i lavori? chi ha firmato il progetto?chi ha fatto i collaudi ? A norcia non ci sono stati morti ad esempio

swiller

Gio, 25/08/2016 - 18:45

E pensare che ancora dicono che politici e dirigenti pubblici non sono tutti uguali.........ci vuole del coraggio.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 25/08/2016 - 19:15

Chissa quante belle (si fa per dire) storielle di corruzione,bustarelle,subappalti per non parlare di materiali scadenti (sabbia) utilizzata al posto del cemento armato per risparmiare sui costi gia' alti in conseguenza della corruzione,che salteranno fuori a proposito di questa scuola. Purtroppo una storia GIA' SCRITTA.

lorenzovan

Gio, 25/08/2016 - 19:30

ecco..bravo giano...hai dimenticato per un attimo la casacca di parte...i ladri sono ladri..ovunque e comunque ..siano di destra centro o inistra..sinche' per stupido clubismo ognuno difendera' i SUOI ladri.,.non ne usciremo mai

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Gio, 25/08/2016 - 21:02

L'importante non è avere una casa sicura, ma credere di averla perché si sono rabberciati un po' i vecchi muri, magari poggianti direttamente sulla terra, senza fondazioni. Meglio costruire ex novo e non in zona sismica. Si, ma le radici, la comunità, il senso di appartenenza... Forse è meglio non perdere i propri cari sotto le macerie. A scanso di equivoci, dico che ammiro, apprezzo l'architettura spontanea dei vecchi borghi, ne riconoscono però i limiti di sicurezza. Sekhmet.