Se Davigo sa dei reati e non denuncia

L'attacco della toga

Piercamillo Davigo, il magistrato giustiziere, in una lunga intervista concessa al Fatto Quotidiano bolla come «pessima stampa» e «giornalacci» i giornali - cioè noi - che lo hanno criticato per le sue posizioni integraliste, compresa quella per cui «un imputato assolto non è innocente ma un colpevole che l'ha fatta franca» e che gli «errori giudiziari non esistono».

Se leggesse più spesso certi «giornalacci», Davigo prenderebbe coscienza di quante persone, famiglie e aziende sono state rovinate, quante reputazioni sono state distrutte e patrimoni azzerati da abbagli di suoi colleghi, convinti come lui di essere degli dei. E leggerebbe storie di casi psichiatrici, di miserie umane e professionali che vedono coinvolti magistrati ai quali, ciò nonostante e a differenza di quanto accade in altre categorie, viene permesso di rimanere in servizio come se nulla fosse. Niente, a Davigo la libera stampa e le opinioni contrarie alle sue fanno schifo. La parola «giornalacci» ricorda il fascismo in modo molto più pericoloso di quelle («ordine e disciplina») affisse nel suo stabilimento di Chioggia dal bagnino nostalgico. Con la differenza che uno (il bagnino) è indagato, l'altro (Davigo) è un possibile candidato premier dei grillini.

Detto ciò, questo «giornalaccio» avrebbe qualche domanda da fare a Davigo che riguarda il passaggio della stessa intervista a Il Fatto in cui lui si lamenta di «nomine lottizzate, poco trasparenti, senza criteri e incomprensibili di magistrati da parte del Csm». Che ne sappia, nella pubblica amministrazione questo sospetto costituisce un indizio di reato sufficiente ad aprire una inchiesta, come è capitato ad esempio per le nomine fatte dal sindaco di Roma Virginia Raggi. E allora domanderei a Davigo: come mai non è corso in procura a denunciare queste gravi «opacità»? Perché da magistrato a conoscenza di una possibile notizia di reato non applica «l'obbligatorietà dell'azione penale» invocata in altri campi? Perché l'azione giudiziaria a tutela del rigore morale e procedurale (la famosa trasparenza) esercitata nei confronti della classe politica e delle sue lobby i giudici non la applicano su se stessi?

Insomma, ci può spiegare, dottor Davigo, perché i suoi colleghi possono fare nomine opache e noi tutti no, altrimenti ci arrestate? Mi perdoni, ma i «giornalacci» servono anche a fare queste domande e a pensare che se lei non passa dalle parole ai fatti in realtà è complice (moralmente e penalmente) dello schifo che finge di denunciare.

Commenti
Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Lun, 17/07/2017 - 15:41

La denucia è come un unico colpo in canna: fa paura finchè lo tieni, puoi tenere sotto scacco chiunque abbia motivo di temere. Dopo, quando lo hai sparato: cosa fatta capo ha. Rammento quando si mormorò di certi schedari segreti raccolti da uno che trasmigrò e fece facile e rapida carriera, riverito e ossequiato anche dai nemici. Marachelle perdonate e processi per danni celebrati vittoriosamente con velocità inaudita...

tonipier

Lun, 17/07/2017 - 16:39

" I MARPIONI SONO SEMPRE MARPIONI" Egregio direttore, Lei dovrebbe saperlo bene... nel suo argomento dice sa dei reati e non denuncia, io direi, questo non è un pentito della mafia,"deve tacere" per il bene dei suoi confratelli... "consacrati" come non capirlo, non può cantare? secondo il sottoscritto questo chiarimento deve essere fatto,altrimenti non si capisce bene, l'argomento da Lei trattato.

VittorioMar

Lun, 17/07/2017 - 16:55

...ESEMPIO DI "ONNISCIENZA" E DI "ONNIPOTENZA" E DI INQUISIZIONE LAICA !!!....CHE IL M5S CI RIPENSI....!!!

Ritratto di manasse

manasse

Lun, 17/07/2017 - 17:24

ma perche non lo fate visitare dal prof Andreoli per la parcella faremo una colletta

Valvo Vittorio

Lun, 17/07/2017 - 17:49

La verità sta nell'impossibilità di consentire ai cittadini di andare a votare con una legge elettorale decente. Stiamo diventando lo zimbello di tutte le altre nazioni europee. In democrazia non esiste il vuoto di potere e la Magistratura cerca di compensare sia pure con esternazioni riprovevoli.

SAMING

Lun, 17/07/2017 - 18:05

Dawigo? Non è uno di quelli che l'ha fatta franca perchè non è stato mai processato oppure non è stato mai processato perchè è innocente? Non ho ben capito. Spiegatemi anche questo mistero.

BRAMBOREF

Lun, 17/07/2017 - 18:09

GIGI88 Cane non mangia cane!!!!! Chiaro?

Ritratto di centocinque

centocinque

Lun, 17/07/2017 - 18:14

Vischinsky era un dilettante....

sparviero51

Lun, 17/07/2017 - 18:18

SE È COSÌ INCAZZATO CON I POLITICI PERCHÉ VUOLE ENTRARE A FARNE PARTE ???

stesicoro

Lun, 17/07/2017 - 20:35

Sempre in gamba, Direttore!

giza48

Mar, 18/07/2017 - 00:26

Complimenti Direttore, lo hai inchiodato quel furbetto, ora passa ai fatti e sporgi denuncia per omessa denuncia di reato.

Tipperary

Mar, 18/07/2017 - 04:28

Cca nisciuno è fesso !

Ritratto di Ferro Emilio

Ferro Emilio

Mar, 18/07/2017 - 08:59

Per me il sistema giudiziario è la rovina inamovibile del Paese. Dio ce ne scansi di un Presidente come Davigo, si muterebbe una democrazia in dittatura digitale da parte dei grillini. Spero e mi auguro che gli italiani non siano così fessi...

Ritratto di CONTRO68

CONTRO68

Mar, 18/07/2017 - 09:06

Sallusti non occorre particolare arguzia per stabilire che lo Stato italiano e tutta la nazione vive e si alimenta di illegalitá,ma comunque se le servono indizi eccone alcuni : é illegale il sistema organizzato per ricevere gli immigrati,sono illegali il sistema degli appalti controllassero il 100% delle gare e dei lavori svolti troverebbero il 100% di anomalie e le cronache lo confermano, gli abusi fiscali, edilizi e ambientali sono all'ordine del giorno , la corruzione e dilagata in ogni settore, la gestione dei fallimenti bancari gestita e risolta in modo vergognoso .Per non parlare dell'Ilva, di Alitalia. Sallusti , piuttosto argomenti nel merito. Per la tranquillitá sua di Berlusconi, Renzi e di sparviero51 il Dott.Davigo non intende entrare in quella cloaca che voi definite politica.

cesrosan

Mar, 18/07/2017 - 09:20

Bravissimo Dott. Sallusti, chi ha la coscienza pulita non ha paura di dire la verità...almeno così dovrebbe essere.Cesare da Biella

luigiB3

Mar, 18/07/2017 - 10:03

Ho qualche battuta da fare perche' e' da aver paura di osservare l'art.21 della carta piu' bella del mondo, ma per loro. 1) L'italia e' governata dalla banda dei quattro (che sono poco noti ma sempre operanti). 2) La Santa Inquisizione non e' mai morta e opera sempre assieme alla banda dei quattro. 3) Se in questo stato piu' o meno mafioso e prepotente non si distribuisce il peso del potere la parte giudiziaria avra' sempre un abnorme potere sul resto. Quindi sara' davvero prepotente. E' vero caro direttore, se uno sa e' a conoscenza di reati ha l'obbligo di denunciarli ma mi sembra sia sempre in vigore una norma: la legge si applica contro il nemico e mai contro l'amico. Che degrado istituzionale... AUGURI.

Ora

Mar, 18/07/2017 - 14:17

Sallustri guarda che davigo non parla di reati dice semplicemente che la politica ,qui di i partiti, devono valutare se una persona può fare il politico con onore.

Ritratto di CONTRO68

CONTRO68

Mar, 18/07/2017 - 16:53

ma vi rendete conto state dando lezioni di legalità a chi a dedicato la vita a difenderla ricordate mani pulite ???? senza il Dott. Davigo non sarebbe esistita !!! poi la politica ha portato i risultati a cui siamo oggi, non dico che anche la magistratura non abbia le sue responsabilità ma che qualcuno oggi dia cosi disinvoltamente lezioni di legalità e veramente troppo

Efesto

Mar, 18/07/2017 - 16:56

Asceticamente avido del potere della giustizia. La sua mentalità paranoica pone un assoluto valore alle regole senza dubbio alcuno circa la loro efficacia. Dovrebbe studiare Socrate alla luce delle considerazioni di Hannah Arendt.

Ritratto di CONTRO68

CONTRO68

Mar, 18/07/2017 - 19:05

Efesto hai letto troppo lascia perdere, parla come mangia, il Dott. Davigo è un magistrato e l'ortodosia nell'applicazione della legge è una garanzia per i cittadini e un dovere per qualsiasi magistrato. Chi fa leggi sono quelli dell'altra squadra e si vede basta dire che il nuovo codice appalti era sballato è l'hanno dovuto riscrivere....

masbalde

Mar, 18/07/2017 - 22:42

Davigo: chi è senza peccato scagli la prima pietra. Lei, quante pietre ha scagliato per primo, visto che ora è il primo??? Questo articolo e tutti noi lettori attendiamo fiduciosi le sue risposte.

mcm3

Mer, 19/07/2017 - 06:13

Direttore, la invioto ad evitare di fare scrivere e publicazre articvoli come quello sulla schiavitu' delle donne in Medio Oriente, solo chio non conosce quella realta' puo' scrivere quelle cose, Parlare di Donne Libanesi o degliu Emirati, come schive e' una grande stupidagine,le Libanesi sono sicuramente le donne piu' belle e piu' emancipate del Medio Oriente, le donne degli emirati lo stesso....quello che non sa e non capisce chi ha scritto questo articolo e' semplicemnte che sono le donne stesse a voler seguire queste tradizioni, le chiedo di spiegarglielo. glie lòo dice una persona che ha vissuto 8 anni in medio oriente e che tuttora vibe negli emirati grazie

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Mer, 19/07/2017 - 12:08

La magistratura non poteva scegliersi un capo peggiore di Davigo. Questo riconferma la mia opinione che in Italia siamo in balia della peggiore magistratura mondiale: lenta, indisponente, auto referenziante, politicizzata ed incompetente.

timba

Mer, 19/07/2017 - 12:13

CONTRO68. Ti argomento io il merito. Per causa di giudici inetti a Torino uno stupratore seriale non si è fatto un giorno di galera. Prescritto perchè non hanno mai avuto tempo di guardare il suo fascicolo. Altri inetti hanno ignorato 12 denunce di una donna che è stata poi puntualmente ammazzata dall'ex. E mi fermo qui perchè l'elenco degli assolti in quanto "il fatto non sussiste" ma rovinati dagli inetti di cui sopra è kilometrico. I liquami NO-TUTTO che spaccano e sfasciano sono fuori dopo poche ore, i politici si fanno anche tre anni di carcerazione preventiva. Ad un clandestino che ha accoltellato i carabinieri il giudice gli ha detto di andare a spacciare lontano dalla caserma per evitare problemi. Ecco. Questo è il merito di una casta che fighetta Davigo difende a costo di rendersi ridicolo e ripugnante. >>>

timba

Mer, 19/07/2017 - 12:18

Aggiungo : Sempre fighetta Davigo dice che i suoi colleghi inetti non sbagliano mai. Se lo fanno è perchè sono pieni di lavoro. E comunque, se sbagliano, vengono trasferiti e promossi. Sempre secondo lui, un assolto è un colpevole che l'ha fatta franca. Quindi, come vedi, la giustizia vale per tutti. Tolto che per loro. In Italia è tutto ripugnante come dici giustamente tu. Devi solo aggiungere che non fa eccezione la giustizia la quale predica bene ma razzola molto molto male. PS : chiedi un po' al dott. (fighetta) Davigo come mai uno integerrimo, incorruttibile ed inaffondabile come lui e tutto il pool, durante Mani Pulite, ha guardato solamente dal centro sino a tutta la destra... dimenticandosi si girarsi verso sinistra, ossia la parte più corrotta mai esistita nella storia d'Italia?

Ritratto di CONTRO68

CONTRO68

Mer, 19/07/2017 - 12:43

timba sono perfettamente d'accordo ma sbagli il tiro certo ci saranno sicuramente magistrati inetti ma quello che manca è una riforma generale della giustizia per renderla piu' veloce funzionale ed è il parlamento che da 20 anni ne platera senza nessun risultato, non capisco il merito di quello che tu imputi al Dott. Davigo che lascio mani pulite poi passate nelle mani del Dott. Borrelli magari dovresti cambiare obbiettivo, e credimi per esperienza personale non basta che una persona sia integerrima quando un sistema non funziona sei facilmente isolabile, magari leggiti qualcosa su come quasi tutta la politica e buona parte della magistratura tratto Falcone e Borsellino

Difendiamoci

Mer, 19/07/2017 - 12:45

Eh si la mxgistratura màlanese... Baciamo le mani...

Ritratto di CONTRO68

CONTRO68

Mer, 19/07/2017 - 12:46

timba sbagli il tiro certo ci saranno sicuramente anche magistrati inetti ma quello che manca è una riforma generale della giustizia per renderla piu' veloce funzionale ed è il parlamento che da 20 anni ne platera senza nessun risultato, non capisco il merito di quello che tu imputi al Dott. Davigo che lascio mani pulite poi passate nelle mani del Dott. Borrelli magari dovresti cambiare obbiettivo, e credimi per esperienza personale non basta che una persona sia integerrima quando un sistema non funziona sei facilmente isolabile, magari leggiti qualcosa su come quasi tutta la politica e buona parte della magistratura tratto Falcone e Borsellino

Ritratto di Turzo

Turzo

Mer, 19/07/2017 - 13:35

Il nuovo Savonarola della giustizia!

Ritratto di Turzo

Turzo

Mer, 19/07/2017 - 13:38

Savonaola, perchè non parli dei riscontri del tuo collega Di Pietro? Vada in Molise per conoscere i suoi "bravi intenti" del suo collega. Ah lei mi pare che in molise c'è già stato ma non ha visto o sentito nulla.....

peter46

Mer, 19/07/2017 - 14:44

timba...però...sulle b.... datate che vorresti ancora raccontarci ... il 'fichetta',ieri sera a In Onda ci ha 'abbondantemente convinto',tu l'hai ascoltato o eri intento a fare '....etta'?NB:Hanno quei magistrati di 'Mani Pulite' "guardato dal centro fino alla destra".Certamente al centro,ma anche a sx,sono stati migliaia gli indagati,i processati,i condannati,i 'prescritti' per amnistia precedentemente alle sentenze predisposta allo scopo(sul finanziamento ai partiti,pci compreso)e a destra,dove allora solo l'MSI veniva collocato,su cui avranno anche indagato ma di condannato o prescritto sto ca...volo che ce ne sia stato uno solo.Però...puoi approfittare dato che la7 è felice di potertela far risentire:provaci,semmai sempre quà finchè ci sarà concesso, certamente.NB:Potrei,ma...meglio risentirla da solo,in solitudine e...meditare,specie,se non ancora 'improsciuttato' completamente.

timba

Mer, 19/07/2017 - 15:39

CONTR68. Ti do pienamente ragione. Tutto il sistema non funziona. Tutto, incluso il fatto che i magistrati non paghino mai e siano giudicati da loro colleghi (quindi cane non morde cane). Chi sbaglia deve pagare: politici, dottori, magistrati, banchieri, etc.. Ma loro no, altrimenti si mina l'indipendenza della magistratura. Frase fatta per auto assolversi sempre e non rispondere mai. Hai anche ragione quando dici che non basta che uno sia integerrimo se poi ha a che fare con un intero sistema marcio. Ma anche in questo caso mi e ti chiedo nuovamente: come mai è/sono stati integerrimi o molto zelanti con una parte della politica e completamente assenti con l'altra? Seguendo il tuo ragionamento, a sx c'era talmente un sistema marcio e corrotto che ha impedito loro di spazzare via tutta la rispettiva nomenklatura come invece fecero con il pentapartito.

timba

Mer, 19/07/2017 - 16:13

Peter46 : purtroppo ho ascoltato sin troppe volte fighetta. Che parla con frasi fatte. Pensare poi che uno che domani può giudicarmi su qualcosa, parta dal presupposto che sono colpevole a prescindere, mi vengono i brividi. Per quanto riguarda i migliaia di sx processati ed indagati dal pool di Milano... mah.. mi sfuggono. A quei tempi ho visto cadere come mosche Craxi, Forlani, Andreotti, ma Occhetto, D'Alema e soci.. no. Pensa che a Milano sono addirittura riusciti a "credere" che Greganti prendesse i soldi per lui... fantastica questa. E l'unica che aveva osato guardare a sx ... puff... isolata e stoppata (la Parenti). Alla Procura di Milano sono avvenute le peggio cose e chi l'ha denunciate... puff anche lui (vedi Robledo). Per ultimo: dove sono finiti gran parte dei magistrati dell'allora pool? In politica! e dove? a sx... ma guarda te il caso a volte... "ci ha abbondantemente convinto". Ci .. chi? Te forse. Io andrei cauto a parlare anche per gli altri....

peter46

Mer, 19/07/2017 - 17:10

timba...son passati 25 anni,sostenere ancora che,demo,socialisti, socialdemocratici di quei periodi,vincoli o 'sparpagliati' ma in combutta fra loro e tramite burocrazia 'loro',imprenditoria 'loro' ,non si siano riempite le 'tasche' loro e per 'loro confessione' ...è un po troppo,vah!Per cui messo in chiaro che 'quell'etnia' ha 'incassato' per sè e per il partito...vuole che le trascrivo il discorso di Craxi "chi è senza peccato scagli la prima pietra"?... passiamo ai 'rossi'...hanno incassato come i precedenti ma erano 'rossi' non 'capinere'(NB:poteva un Greganti 'incassare' per sè e non per il solo 'partito'?)e niente prove da reggere in giudizio e tutti sanno che ci vogliono prove documentate per 'incastrare' i 'singoli'(sarei tentato di chiederle se qualcuno di centro voglia aiutarci,anche ora e pur con prescrizione certa,allargando quella 'soffiata' sul Grillo 'amante' del nero...e chiedere quale 'sxtro amava anche lui il nero,ci provi lei...a chiederglielo.(1)segue, forse.

peter46

Gio, 20/07/2017 - 07:45

timba...il (2) non è seguito,ma non per colpa mia...solo una cosa:sono entrati in politica? 2 rondini,di cui 1 cercato dal cdx,non fanno 'primavera'.