Se Ferrante mostra di essere poco ferrato

Non so cosa abbia mai fatto il responsabile cultura del Pd in Sicilia. So che parla senza pensare. Si chiama Antonio Ferrante, ed è difficile trovarne notizie

Non so cosa abbia mai fatto il responsabile cultura del Pd in Sicilia. So che parla senza pensare. Si chiama Antonio Ferrante, ed è difficile trovarne notizie. Il più conosciuto è un Antonio Ferrante, dentista; poi ce ne è uno, pugliese, scrittore, ma non è lui; altri sparsi, come un posturologo, intellettualmente attrezzato: «Ho dato allo studio dei rapporti tra bocca e cervello venticinque anni della mia vita, resistendo a sconforto, insulti, derisioni». Ci avviciniamo al nostro Ferrante. Un vero renziano, confuso e felice: «Il partito deve ripartire dai territori, dal basso... Sostituire le correnti con le competenze». Così, senza riflettere, quando appare un competente, inizia a strillare, nel vuoto pur di aprire la bocca staccata dal cervello: «Ci aspettiamo che Sgarbi capisca cosa significhi essere assessore ai Beni culturali... per i prossimi anni, e ricopra il proprio ruolo per tutto il tempo necessario nell'interesse della Sicilia, o, in caso contrario, scelga di fare palestra ed esperienza in una terra meno ricca di tesori materiali, immateriali e umani per così limitare i possibili danni annunciati». Lo ringrazio della didascalica solerzia; e lo informo che l'unica mostra in corso nella sua Sicilia, e aperta il 25 ottobre (prima di essere nominato assessore) l'ho curata io, in Castello Ursino, a Catania. È piena di capolavori che gli suggerisco di studiare: Da Giotto a de Chirico. Tesori (anche siciliani) nascosti. E non Palermo today ma il Corriere della sera ne parlava l'altroieri con ammirazione. Da molto tempo non accadeva.

Commenti

asalvadore@gmail.com

Sab, 02/12/2017 - 02:05

Da buon siciliano nato a Messina eD emigrato prima a Roma e poi in America ho sempre seguito con triste indifferenza la sorte di un'isola che si PUO ben definire come HIC SUNT LEONES.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Sab, 02/12/2017 - 09:20

Vittò non perdere tempo con sta gentucola, dai. Dopo ti sale la pressione arteriosa e con il cuore che hai non ne trarresti certo beneficio.

fifaus

Sab, 02/12/2017 - 09:39

forza Prof. Bravo

nonna.mi

Sab, 02/12/2017 - 11:04

Vittorio Sgarbi oltre che essere uno dei massimi Sapienti dell'Arte Antica e Moderna, ha anche la Capacità di saper fare una critica vera e profonda senza cadere nell'inutile oltraggio (alle volte ci cade,quando si altera troppo per le insulsaggini che sente affermare) e nel caso come quello di oggi,ci mostra come dovrebbe sempre essere fatta una critica chiara e valida... Dai, Vittorio,migliora ancora,frenando ,se ci riuscirai la tua "ira esplosiva" ! Myriam

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 02/12/2017 - 12:16

(1 di 2) Caro Sgarbi, comprendere la bellezza é una capacitá superiore dell´intelletto e della intelligenza la cui finezza non é disponibile a tutti nello stesso modo, tu, che tanto sai di arte nonostante ti sia ultimamente incorporato a questo giornale dedito troppo spesso alla vigliacca mistificazione e alla censura della Veritá e della Ragione solo per favorire ad ogni costo nel paese la diffusione della miseria intellettuale del suo padrone, dovresti saperlo ... La situazione in Italia é oggi cosi degradata che analizzandone le cause dovresti essere arrivato a renderti conto, pur nella gran confusione che si é generata, che il forzoso livellamento verso il basso che soffre il paese, se é vero che é indubbiamente imputabile alla funesta persistenza di una certa "cultura" massificante della sinistra ...

achina

Sab, 02/12/2017 - 19:36

Mi auguro che il prof Sgarbi continui a lavorare, per la mia Sicilia, con lo stesso impegno che ha profuso a Piazza Armerina.