"Se hai un tumore e vuoi vivere ​spera di non essere meridionale"

La protesta choc dei medici di Napoli e Bari: "Se hai un tumore e vuoi sopravvivere spera di non essere meridionale"

"Se hai un tumore e vuoi sopravvivere spera di non essere meridionale". La campagna choc riempie i cartelloni del Sud Italia. A lanciarla sono stati i medici di Napoli e di Bari. L'immagine immortala una donna visibilmente segnata dalla chemioterapia. "Ho un tumore - spiega - in Norvegia sopravviverei di più". E chiosa: "La sopravvivenza cresce nei Paesi che investono in sanità".

Sulla pagina Facebook dell'Ordine dei medici, chirurghi e odontoiatri di Bari è stata presentata la nuova campagna di comunicazione degli OMCeO di Bari e di Napoli contro il definanziamento del Sistema Sanitario Nazionale. "I dati mostrati durante l'evento - scrivono i medici - mettono impietosamente a nudo le conseguenze per la salute degli Italiani causate dai mancati investimenti. E sottolineano come ormai i sistemi regionali abbiano determinato diseguaglianze fra i cittadini per ciò che concerne l'accesso alle cure. Proprio Puglia e Campania sono fra le regioni che soffrono il minore finanziamento e chiedono a gran voce maggiore equità territoriale in Sanità".

Annunci
Commenti

venco

Sab, 05/03/2016 - 14:29

E la sanità meridionale è la più costosa d'Italia.

COSIMODEBARI

Sab, 05/03/2016 - 14:57

Non ho afferrato la a consistenza di questo spot/manifesto. Forse alcuni o molti meridionali potrebbero confezionare uno spot/manifesto su come a volte, per alcuni medici, il sistema sanitario non va bene, ma funziona a meraviglia se ci rivolgiamo con le dovute preghiere, sempre agli stessi, invocando l'intervento risolutivo ed affrettativo di San Mangione.

Lapecheronza

Sab, 05/03/2016 - 15:21

A volte si leggono articoli in cui emerge che negli ospedali Campani un pranzo può costare fino a 80 € contro i 6-7 € di uno del Veneto.La pulizia delle stanze costa molte volte più di un ospedale del settentrione e l'elenco degli sprechi è infinito.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 05/03/2016 - 15:56

Renzi e i comunisti investono in migranti.......i soldi vanno li.

salvatore40

Sab, 05/03/2016 - 15:56

" più risorse,più salute "? In Italia, direi di no, il rapporto non è automatico,magari lo fosse. Il problema è che sono aumentati, in questo come in altri settori, i COSTI DI CORRUZIONE !

COSIMODEBARI

Sab, 05/03/2016 - 16:58

http://www.sanita.puglia.it/web/irccs/archivio-news_det/-/journal_content/56/36096/emigrare-per-cure-migliori-non-serve-il-caso-del-centro-trapianti-e-della-breast-care-unit

COSIMODEBARI

Sab, 05/03/2016 - 17:05

Questa lettera racconta l'esatto contrario, perchè come al solito è meglio non fare di tutta un erba un fascio http://www.sanita.puglia.it/documents/36096/470879/Nota+di+elogio.pdf/95e210fc-2c10-4f34-a561-cd800affec4d

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 05/03/2016 - 17:45

Dovrebbero dire che se hai un tumore devi sperare di non essere a Napoli o a Bari. Non se ne dovrebbe fare una questione di appartenenza politica, ma in questo caso l’accostamento viene spontaneo, inevitabile. La sanità è di competenza regionale. Fino a ieri la Puglia era amministrata dal governatore Vendola, neo “padre” di un bambino non suo, fondatore di SEL, ex Rifondazione comunista. Napoli, e la Campania, è stata per decenni terra di conquista di Bassolino, Rosa Russo Iervolino e sinistrati vari. Adesso la Puglia è governata da Emiliano del PD, e la Campania è amministrata da De Luca del PD e Napoli è amministrata da Giggino De Magistris. Allora di che vi lamentate; mi sa che voi il "tumore" lo avete in casa. Allora bisognerebbe correggere quello slogan: “Se hai un tumore e vuoi sopravvivere, spera di non essere amministrato dalla sinistra.”.

peter46

Sab, 05/03/2016 - 20:43

Giano...sicuramente tu sei proprio un discendente di quel vero giano che veniva descritto 'bifronte' se hai scelto questo nik,però...mostraci anche l'altro 'fronte' se ne sei capace,altrimenti te lo mostro io.La sanità è amministrata dalle regioni,bene.La Campania è stata amministrata da bassolino,certamente,ma alle calende greche e la Rosetta amministrava Napoli che non aveva competenza nella sanità come del resto De Magistris(Ca...volo mi costringi a difendere proprio dei sxtri.Diamine di un Salvini non poteva tenere ancora chiuso il recinto?)...poi è arrivato De Luca,ma ieri l'altro,ca...volo:possibile che tutte le colpe della sanità campana le ha 'accumulate' in poche settimane d'insediamento?(1) segue...forse

peter46

Sab, 05/03/2016 - 20:55

Giano...Perchè salti il passaggio più importante?Che i sxtri combinano danni è notorio,ma...chi ca...volo era prima di De Luca il PDR campana?Era forse il 'miglior Presidente di Regione',a detta di 'Lui'oh!,dopo l'altro miglior Presidente di Regione il Calabro Scopelliti sempre a detta di 'Lui,cioè Stefano Caldoro trombato dall'alleanza 'nazarena' fra De Luca e forze di dx e sx 'accoppiate'?Cinque anni di cdx potevano dar seguito al tuo slogan "se hai un tumore e vuoi sopravvivere,spera di non essere amministrato ANCHE dal centro della dx?Però qualcosa di positivo ci ha lasciato il cocco del 'berlusconismo':i 1900 e dispari assunti come primari negli ospedali campani poco prima di 'levare le tende'...come un Vendola qualsiasi.Ma non finisce qui la 'storia'...(2)segue,forse...sempre forse ed anche se so che non tornerai a vedere se c'è posta per te.

mila

Dom, 06/03/2016 - 04:22

Giusto protestare contro i tagli nella Sanita' (che poi I tagli riguardano sempre le cure ai malati, non i costi della corruzione, questo lo sappiamo tutti). Pero', se si ha un tumore, anche se non si abita in Puglia, ma in Lombardia, non va molto meglio (secondo l'esperienza di miei parenti)

istituto

Dom, 06/03/2016 - 07:11

Mi associo a quanto detto da Giano 17:45 Il governo di SINISTRA ha appena tagliato un miliardo di euro ai disabili per donarlo ai MIGRANTI(=CLANDESTINI),come riportato dall'articolo de il Giornale.Il problema é che questi"doni" si stanno moltiplicando come pure si stanno moltiplicando i tagli ai servizi degli ITALIANI.

umberto nordio

Dom, 06/03/2016 - 08:03

Non è una questione di spesa ma di efficienza.E la sanità nel meridione è molto " inefficiente".Per non dire altro.