Se i sindacati festeggiano ciò che hanno ucciso

Nove milioni di italiani a rischio povertà. Invece che autocelebrarsi nelle piazze, i sindacalisti dovrebbero fare un esame di coscienza

I dati diffusi nell'imminenza della festa dei lavoratori offrono una rappresentazione eloquente dei disastri conseguenti a decenni di alta tassazione e regolazione. Lo studio realizzato da Unimpresa, in effetti, mette il dito nella piaga, ricordando come ben nove milioni di italiani siano a rischio povertà. Invece che autocelebrarsi nelle piazze, allora, i sindacalisti dovrebbero fare un esame di coscienza e rivedere le proprie linee di condotta.

Se manca il lavoro e se anche quanti hanno un'occupazione spesso possono contare su retribuzioni modeste, questo si deve al fatto che lo Stato pesa come un macigno sull'economia: esso sottrae un'enorme quantità di risorse e, oltre a ciò, impedisce quello sviluppo dei rapporti contrattuali che è alla base di ogni crescita. Avere eliminato i voucher, ad esempio, renderà ancora più difficile la vita di tante imprese e ostacolerà ancor più quanti cercano di guadagnarsi da vivere.

Se il miglioramento delle condizioni di vita deriva sempre e soltanto dalla libera inventiva, dall'impegno e dal moltiplicarsi degli scambi, in questi anni i governi (spesso subendo i diktat sindacali) hanno fatto quasi tutto il possibile per impedire la crescita. E se ora l'esecutivo salverà 13mila posti di Alitalia, sarà solo per bruciare risorse che - qualora lasciate nelle tasche di chi le ha prodotte - con ogni probabilità potrebbero crearne molti di più. Una delle ultime battaglie di retroguardia è stato il «no» al lavoro festivo, conseguente alla pretesa d'imporre a tutti come devono vivere. Ma questa logica autoritaria, nei fatti, può solo aumentare la disoccupazione.

Le strutture corporative che condizionano la vita produttiva (la Cgil e non solo), ogni Primo maggio scendono in piazza in nome dei lavoratori e a «difesa del lavoro», ma sono impegnate in attività che impediscono a molti giovani e meno giovani di costruirsi un futuro. Il sistema di tutele che è stato costruito spesso nega la possibilità d'interrompere un rapporto di lavoro anche quando il dipendente non è giudicato interessante dall'azienda. Tutto ciò, unito al prelievo fiscale esorbitante, frena molte imprese dall'assumere e spinge pure a trasferire fuori dalle frontiere i propri impianti. Statalismo e demagogia sono all'origine del disastro italiano. Se i sindacati non lo comprendono e non cambiano rotta, sperare in un futuro migliore è proprio da ingenui o da sprovveduti.

Commenti

peppino51

Lun, 01/05/2017 - 10:49

I sindacati in prima fila? Ma cosa volete festeggiare? Le aziende che avete distrutto in complicità con Renzi?

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 01/05/2017 - 11:04

Il sindacato non va abolito ma le sue competenze vanno ridefinite. I suoi compiti devono riguardare la mutua assistenza tra lavoratori, devono poter raccogliere fondi - controllati - per aiutare lavoratori in difficoltà, ma non devono frapporsi nella libera trattativa tra datore di lavoro e dipendente che andrà condotta con spirito di collaborazione e giustizia ma nella più assoluta libertà da ambo le parti. I sindacati devono restare fuori dai cancelli dei luoghi di lavoro. Potranno dare consulenza ai propri assistiti in caso di controversie di lavoro, ma mai rappresentarli. Solo così potranno recuperare la funzione solidaristica e assistenziale che hanno perso e che li allontanati dai lavoratori e recuperare la credibilità che hanno perso.

istituto

Lun, 01/05/2017 - 11:06

A tutti i lettori. Leggetevi il vecchio articolo di Sergio Rame pubblicato su il Giornale :" Primo Maggio degli immigrati, Sindacati a Pozzallo: Aprire tutte le frontiere". In questo articolo di due anni fa si riportavano le deliranti dichiarazioni dei Sindacalisti che invocavano l'INVASIONE dei CLANDESTINI e l' apertura totale di tutte le ( nostre) frontiere. Le conseguenze economiche di quell'incitamento le abbiamo sotto gli occhi. 4 miliardi e 600 milioni per mantenerli, delinquenza,stupri e perdita del lavoro sia regolare che in nero a vantaggio dei CLANDESTINI e degli extracomunitari e quindi a danno degli italiani. Questi sono i Sindacati.FORZA CENTRODESTRA.

SAMING

Lun, 01/05/2017 - 11:10

Una domandina semplice semplie: chi crea il lavoro? Rispota: l'imprenditore. Lo stato deve solo sorvegliare che non vi siano abusi (come il caporalato in Puglia)E invece si ammazza l'imprenditore, l'unico che crea lavoro deve essere distrutto a mazzate. Bene, ecco il risultato. Ma "perdona loro o Padre, perchè non sanno quello che fanno" disse Gesù sulla croce.

SAMING

Lun, 01/05/2017 - 11:10

na domandina semplice semplie: chi crea il lavoro? Rispota: l'imprenditore. Lo stato deve solo sorvegliare che non vi siano abusi (come il caporalato in Puglia)E invece si ammazza l'imprenditore, l'unico che crea lavoro deve essere distrutto a mazzate. Bene, ecco il risultato. Ma "perdona loro o Padre, perchè non sanno quello che fanno" disse Gesù sulla croce.

Ritratto di giangol

giangol

Lun, 01/05/2017 - 11:14

del lavoro è più importante feisbuk e whatsapp.illavoro spetta ai afroinvasori

giosafat

Lun, 01/05/2017 - 11:16

Da quando i sindacati, venendo meno alla loro mission, si sono messi in politica i lavoratori sono diventati unicamente merce di scambio o carne da macello da buttare sui tavoli negoziali per garantirsi posizioni di privilegio e di potere. Eppure si festeggia...

Tarantasio.1111

Lun, 01/05/2017 - 11:17

...sono impegnate in attività che impediscono a molti giovani e meno giovani di costruirsi un futuro...parole più che vere, eppure ancora i lavoratori abboccano a ste disgraz,,,, di sindacalisti comunisti. ottimo articolo.

VittorioMar

Lun, 01/05/2017 - 11:17

...LORO POSSONO "FESTEGGIARE" .....PERCHE' IL "LAVORO(?) CE L'HANNO E ... ...BEN RETRIBUITO ..!!

cecco61

Lun, 01/05/2017 - 11:19

Se poi pensiamo che tutti i dipendenti subiscono una trattenuta sindacale, obbligatoria per legge, per mantenere questi parassiti è evidente il regime social-comunista verso il quale siamo diretti. Le sinistre vogliono tutti poveri, i soldi gestiti da loro che li dispensano a chi di dovere per mantenere il potere.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 01/05/2017 - 11:21

la vita è un'onda, quando la classe media ha alzato la cresta, nel senso che ha ormai tutto ed il Paese non cresce più, allora parte la finanza che ordina che è ora di cambiare senso della vita. Si crea la crisi. Poi ripartendo, si cresce ma intanto quel surplus è svanito, distribuendolo su tutti. Ecco perchè l'invasione, ormai non bastava più cancellare i debiti del terzo mondo. Serviva una sferzata forte, con una Europa che stava diventando sempre più forte ed a qualcuno dava fastidio, troppo divario.

Ritratto di Flex

Flex

Lun, 01/05/2017 - 11:21

Per i sindacati basta una pèarola. ASSURDI.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 01/05/2017 - 11:22

dimenticavo, chi studia economia le sa queste cose.

Giorgio Colomba

Lun, 01/05/2017 - 11:23

Magari, nel corso di questa bella festa, Camusso&Co. potrebbero raccontarci della Legge Mosca, che dal 1974 ha erogato un equivalente di 12,5 miliardi di euro in trattamenti pensionistici ad una miriade tra sindacalisti e politici senza che abbiano versato una lira/euro di contributi...

BRAMBOREF

Lun, 01/05/2017 - 11:27

GIGI88 Sono dei poveracci che sommano figure a figuracce, vedi Alitalia. è ora che Torna Renzi speriamo li ridimensioni. e di molto!!!!!

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Lun, 01/05/2017 - 11:28

Viste le facce la chiamerei la "Festa dei Parassiti", che hanno dissanguato l'ospite e, coscientemente, lo portano alla morte. Anche per questi parassiti ci vuole l'antiparassitario, prima che sia troppo tardi.

Ritratto di Overdrive

Anonimo (non verificato)

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 01/05/2017 - 11:44

Oggi sfilano i peggiori nemici dei lavoratori. Il giorno che quelli che sbraitano nella foto capiranno che la cgil lavora per il pd, il quale è inciuciato con banche e finanza, e non per i lavoratori, avranno trovato la luce.

Ritratto di Overdrive

Anonimo (non verificato)

apostata

Lun, 01/05/2017 - 11:48

è proprio così

billyserrano

Lun, 01/05/2017 - 11:49

Ma, siamo sicuri che ai sindacati interessa davvero del benessere dei lavoratori? Sono 60 anni che dicono di fare battaglie per i lavoratori, ma se dopo 60 anni di "lotte" i lavoratori (di tutte le categorie), sono in condizioni che sappiamo, vuol dire che delle due l'una: o hanno fallito l'obiettivo, perchè hanno lavorato male, o non sono stati lungimiranti, oppure (come credo più probabile), dei lavoratori non importa nulla. Si sono preoccupati piuttosto dei rapporti con la politica, per trarne benefici personali e di categoria.

diesonne

Lun, 01/05/2017 - 11:50

diesonne primo magio della commedia del sindacato cgl-cambiate mestiere è finito il tempo della vacche grasse-

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 01/05/2017 - 11:50

CI sono ancora milioni di pecoroni che credono ancora alle favole dei sindacati, poveri illusi. I sindacati sono stati, sono e saranno sempre la rovina dell'Italia. cosa festeggiano oggi il lavoro o la disoccupazione?

pasquinomaicontento

Lun, 01/05/2017 - 11:59

Ogni vorta che vedo in tele sta trippona, cambio canale,e penzo a quei giocattoli de 'na vorta che, pe' falli move li dovevi caricà.Come compare sullo schermo, ritorno a quer tempo antico, quanno er pupazzetto caricato ar massimo cominciava a dì :Mammina ti voglio bene e pure a papà-e camminava pure, fino a che la carica finiva e lo dovevi ricaricà...e lui ricominciava la tiritera.Pure la signora quann'opre bocca e guarda verso nun se sà che cosa,pare reciti a manovella, parole ormai stantie...sempre quelle,:la classe lavoratrice,l'orario di lavoro, la mercede agli operai,le rivendicazioni...ma da quant'anni sempre la solita musica e gli abbocconi (gli operai)come le spigole :abboccano...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 01/05/2017 - 12:00

I TRADITORI, i peggiori nemici perché si spacciano per amici dei lavoratori. Sono i complici del mondialismo che spacciano la propaganda a favore dei due mali che hanno DISTRUTTO I SALARI dei lavoratori: 1) globalizzazione, 2) immigrazione. SCHIAVI DELLA PLUTOCRAZIA.

Franco40

Lun, 01/05/2017 - 12:04

Ottimo articolo, i Sindacati non hanno mai capito che il lavoro, prima di essere protetto, deve essere creato e, sino a prova contraria, sono le Imprese che lo creano.

Ritratto di Enrico1949

Enrico1949

Lun, 01/05/2017 - 12:05

La burocrazia alimenta se stessa, nessun sindacalista,politico o parlamentare ammetterà la sua inutilità o dannosità

aitanhouse

Lun, 01/05/2017 - 12:16

e cosa volete che questi se ne freghino del lavoro,dei lavoratori, della disoccupazione,della povertà? questi hanno creato il loro impero sulle falsità,sulle bugie, sul connubio con i partiti "dei lavoratori" a cui hanno dato e preso assistenza per la distruzione programmata dell'economia italiana, hanno accumulato tesori che sfuggono per legge ad ogni controllo, si sono attribuiti stipendi e benefit a cui mai nessun lavoratore vero potrà mai accedere: il tutto grazie a quella indegna tassa-obolo sugli stipendi e salari di creduloni . Oggi ripetono le solite strxxxxxx attraverso quel disco rotto da 70 anni e festeggiano ,ballano e cantano sulle rovine del paese come nerone festeggiava sulle rovine di roma.

Ritratto di krakatoa

krakatoa

Lun, 01/05/2017 - 12:17

Grazie all'avidità dei sindacalisti e del gestore della licenza prefettizzia,grazie alla corruzzione di tutti gli enti preposti e alla cleptomania del commissario straordinario,grazie all'ignoranza e alla paura dei colleghi/lavoratori ,oggi festeggio come ex nel settore vigilanza (A.N.C.R)il più antico istituto di vigilanza d'Italia ed ente morale (soppresso) creato con Regio decreto da Vittorio Emanuele e Mussolini,eravamo solo 600 dipendenti con le loro famiglie,dettaglio trascurabile quando c'è da ingozzarsi come avvoltoi,senza il sindacato della tangente l'Italia starebbe meglio.

Ritratto di pfedrizzi

Anonimo (non verificato)

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 01/05/2017 - 12:28

Festeggiate, festeggiate. Siete solo degli inutili idioti.

agosvac

Lun, 01/05/2017 - 12:40

Articolo più che chiaro e condivisibile nei suoi contenuti. Il sindacato italiano è causa primaria del disastro italiano. Ha sempre pensato solo al potere e mai al benessere dei lavoratori!!!

venco

Lun, 01/05/2017 - 13:18

I sindacati appoggiano l'invasione dei clandestini per il lavoro sottopagato e a nero, sono nemici degli italiani, negativi.

carpa1

Lun, 01/05/2017 - 13:24

Sono una delle maggiori vergogne del paese. Me li sono ritrvati tra i c.... per 40 anni nel corso della vita lavorativa; i più lavativi e fancazzisti, in fabbrica e fuori, erano i sindacalisti. Bell'esempio! Forse è proprio per questo che ora il paese deve sorbirsi un'invasione di loro consimili che hanno imparato da loro come vivere alle spalle del lavoro altrui. Dimenticavo: una parte dei problemi sono da ascrivere anche agli industriali che troppo li hanno sopportati e spesso coccolati invece di difendere i veri lavoratori.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 01/05/2017 - 13:41

Migliaia di ignoranti che seguono ancora la paladina dell'ignoranza, la Camusso. Questa guadagna migliaia di euro per illudere un esercito di poveracci e non prova nessuna vergogna.

Silvio B Parodi

Lun, 01/05/2017 - 13:43

Sindacati = LA ROVINA DELL'ITALIA sono come il cancro, difficile combatterlo e' inserito nel dna dei comunisti.

claudio faleri

Lun, 01/05/2017 - 13:49

la camusso incasso 500mila euro annui, quelli che urlano in corteo no, sono i suoi servi e schiavi dell'ignoranza

peppino51

Lun, 01/05/2017 - 14:08

Ma cosa avete da festeggiare dopo aver fatto i funerali a lavoro e persone con la complicità di Renzi?

libertà38

Lun, 01/05/2017 - 14:26

voi del pdl forza italia lega dovreste stare MUTI, avete rovinato il nostro paese , parlatemi di dell'utri, previti, berlusconi,cosentino galan, bossi formigoni, un minimo di dignità se ancora ne avete.

27Adriano

Lun, 01/05/2017 - 14:27

quella al centro deve essersi, pardon deve aver ammazzato tanto di quel lavoro ...

Tipperary

Lun, 01/05/2017 - 15:04

Alla fine ci sono riusciti ! Se non li hanno fatti fallire a suon di scioperi o picchetti , li hanno fatti delocalizzare in polonia , romania , serbia austria. L'unica cosa bella della Camusso , le sue foto di ragazza , attivista, da giovane. Molto bella. Punto.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 01/05/2017 - 15:05

L'occuazione italiana é il fanalino di coda dell'Europa. Ha preso il posto di Spagna e Grecia. E questo grazie ai cilatroni sindacalisti. Hanno distrutto tutto il tessuto produttivo. Ultimamente passando per la la mia cittá, lato nord, la piú produttiva, si vedevano solo cartelli posti fuori dai capannoni ''affittasi'' o ''vendesi''. Poi ti informavi e ti rendevi conto che la proprietá aveva traslocato all'est. Che ca770 vogliono festeggiare oggi: i funerali del lavoro? makkevadanoa7appare ! Delinquenti !

carlottacharlie

Lun, 01/05/2017 - 15:16

Da quel che posso ricordare i sindacati sono 70anni che affossano lavoratori ed Italia, sono riusciti nel loro disegno. Bravi cretini criminali.

il sorpasso

Lun, 01/05/2017 - 15:32

Questi lavorano solo oggi e percepiscono una retribuzione da nababbi e i cogl....pagano la tessera. Da anni l'ho buttata!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 01/05/2017 - 16:02

Oggi un omaggio. Chissà domani.Beh du emaggio.

settemillo

Lun, 01/05/2017 - 16:03

Io mi domando e dico: COSA C'E DA FESTEGGIARE se NON il fallimento di questa ormai italietta in balia delle onde governata da inetti ed ARRUFFAPOPOLI senza VERGOGNA?

MOSTARDELLIS

Lun, 01/05/2017 - 16:03

Ai sindacati il prelievo fiscale non ha mai interessato, tanto il loro piccolo guadagno dai lavoratori ce l'hanno avuto sempre assicurato. Comunque il caso Alitalia è l'ultimo dei fallimenti. Ma poi cosa avranno da festeggiare? Il solito concertone schifoso a S. Giovanni? Andranno quelli che hanno votato Renzi alle primarie. I due milioni di comunisti che no hanno ancora capito che la Russia non esiste più che il comunismo è fallito miseramente, che si devono aggiornare. La solita storia: a 20 anni devi essere comunista, a 40 se lo sei ancora hai qualche problemino, a 60 sei proprio un fallito. Ecco, i falliti hanno votato Renzi.

vince50

Lun, 01/05/2017 - 16:09

L'esame di coscienza viene messo in secondo piano,danno la prevalenza all'esame del conto corrente.Questo ovviamente non riguarda le pecore che stanno dietro,l'importante che contribuiscano attraverso il rinnovo della tessera.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Lun, 01/05/2017 - 16:17

IN ITALIA IL PEGGIORE SISTEMA AUTORITARIO, quello della monnezza di un apparato di prepotenti e ottusi parassiti che facendosi passare per tutori del lavoratori mangiano sul loro magro piatto di minestra e impongono a tutto il paese il fetido e rivoltante autoritarismo della loro ottusitá e della loro prepotenza.

mezzalunapiena

Lun, 01/05/2017 - 16:36

ho sempre pensato che i sindacati abbiano contribuito come i politici negativamente a ridurre l'italia allo stato attuale

c'eraunavoltal'Uomo

Lun, 01/05/2017 - 16:41

Tutta gente che, pur avendo vista solo di schiena, sono in grado di riconoscere benissimo.......

c'eraunavoltal'Uomo

Lun, 01/05/2017 - 16:42

Tutta gente che, pur avendo vista solo di schiena, sono in grado di riconoscere benissimo.......( tratti somatici identici!!!)

pardinant

Lun, 01/05/2017 - 17:00

Per pareggiare i conti con l'esportazione Cinese, dovremmo esportare laggiù i nostri sindacalisti e magari anche qualche altra struttura. Dopo potremo combattere ad armi pari.

Lens69

Lun, 01/05/2017 - 17:09

parole sante e aggiungerei con gli ideali dei sindacalisti e comunisti non aumentao i posti di lavoro, verso la libera assunzione e altrettanto libero licenziamento abbassando le tasse, vi lascio la lotta all'evasione e amen

il sorpasso

Lun, 01/05/2017 - 17:28

Cosa festeggiano, dovrebbero chiedere scusa ai 9 milioni di disoccupati e ridursi drasticamente i loro compensi!

lilli58

Lun, 01/05/2017 - 17:32

BUFFONI!

Ritratto di Lissa

Lissa

Lun, 01/05/2017 - 17:40

La Camusso & compagni vogliono la patrimoniale. Noi lavoratori vogliamo che la Camusso & compagni devono guadagnare un qualcosina più di un lavoratore e non avere i tantissimi privilegi che questo statarello corrotto elargisce. Da non dimenticare, che i sindacalisti la maggior parte sono dei parassiti.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Lun, 01/05/2017 - 18:47

Ma cosa festeggiano? La miseria in cui hanno portato i lavoratori?? Miserabili ipocriti. Sono gli unici in Italia ad evadere le tasse, non presentano alcun rendiconto, sono diventati un potentato economico sulle disgrazie create ai lavoratori. Farabutti. Devono pagare per i loro misfatti.

ziobeppe1951

Lun, 01/05/2017 - 20:35

A questi farabutti...l'unica cosa che gli suda..è la lingua

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 01/05/2017 - 23:30

Maledetti ipocriti... sono quelli che vogliono il liberismo, la globalizzazione, le delocalizzazioni, l'immigrazione... tutto ciò che ha massacrato l'economia dell'Europa. Maledetti

Popi46

Mar, 02/05/2017 - 06:43

Ho ascoltato in diretta il discorso della sindacalista CISL, retorica,propaganda,delirio di grandezza e di concreto....nulla. Mi sono rifiutata di sorbirmi anche la Camusso.

mifra77

Mar, 02/05/2017 - 07:02

Un corteo o un funerale? lavoro a zero, lavoro nero alle stelle, salari da fame e industrie e aziende che delocalizzano e chiudono. In tutto questo continuiamo ad importare fame, miseria e delinquenza. Caporale Camusso! ...a quando la bandiera bianca? non vedi che la rossa è satura di sangue?

i-taglianibravagente

Mar, 02/05/2017 - 08:48

Fanno "tenerezza" quelli che ci ricordano che se oggi abbiamo diritti sul lavoro, e non siamo ridotti come i lavoratori inglesi ai tempi della rivoluzione industriale, lo dobbiamo ai sindacati. Sono gli stessi che pensano che siccome i partigiani e i rossi in generale sono stati contro il nazismo, automaticamente vanno considerati il BENE ASSOLUTO fino alla fine del mondo...voi, sinistri in generale, avete contribuito a raggiungere tante cose buone, in passato, per vincere il pensiero di gente che allora era peggiore di voi, ma oggi rappresentate uno dei cancri della nostra societa', da estirpare prima che sia troppo tardi.

jaguar

Mar, 02/05/2017 - 09:35

L' utulità dei sindacati riguarda solamente i Caaf e i Patronati, per il resto lasciamo perdere, andrebbero aboliti. Probabilmente in Italia hanno causato più danni della crisi. Non si sono chiesti perché hanno perso centinaia di migliaia di tessere?

Boxster65

Mar, 02/05/2017 - 09:37

La Camusso e gli altri leader (che io ridefinirei nei loro casi in lader!!) sindaccali, l'unica cosa che possono festeggiare sono i loro esagerati emolumenti!!

tonipier

Mar, 02/05/2017 - 10:15

" LA ROVINA DELL'ITALIA" Le industrie sane sono sparite per questi disfattisti allo sbaraglio.

TonyGiampy

Mar, 02/05/2017 - 10:22

SAMING ore 11:10. Chi crea il lavoro? L'imprenditore. Sbagliato. I posti di lavoro li creano i consumatori mettendo in circolazione i soldi che percepiscono per una prestazione di lavoro.Se per suddetta prestazione percepiscono una miseria non possono certamente metterla in circolazione.Senza i soldi del consumatore, l'imprenditore chiude bottega.In Italia i lavoratori percepiscono una miseria.Questo sia che lavorino nello stato,sia che lavorino presso un imprenditore.Perche' per me 1300, 1400 euro al mese si chiama carita' e non salario!!!Se mi dice che le tasse in Italia sono a livello di strozzinaggio e allora sono d'accordo con lei!!

gneo58

Mar, 02/05/2017 - 10:25

gente che intasca cifre favolose per parlare del nulla e tanti imbecilli che ancora ci credono pagano e li seguono - anche io sono capace di dire quello che dicono loro ma nessuno ha mai fatto una proposta decente perche' qualsiasi cosa si faccia ci vogliono i SOLDI e quelli non ci sono perche' sono tutti intascati da questi "signori", dai nostri governanti ecc ecc, o sperperai in mille altri rivoli difficili da controllare.

toni175

Mar, 02/05/2017 - 10:39

I sindacati italiani sono da sempre una lobby ad esclusivo utilizzo della sinistra, hanno sempre privilegiato e coperto gli assenteisti, sabotatori e tutti coloro che guardano essenzialmente e solo ai loro diritti senza mai rispettare i doveri, sono sempre stati dannosi per tutti i lavoratori onesti.

tuttoilmondo

Mar, 02/05/2017 - 14:07

La distruzione dell'industria italiana comincia con il sessantotto. La Voxon e l'Autovox erano marche di televisori. I migliori al mondo. Alla Voxon lavorava mia sorella, la perfetta comunista. Erano sempre in sciopero. Una volta tornò a casa, la scioperata, perché gli americani bombardando Hanoi avevano colpito un ospedale. La Voxon era a Tor Sapienza e l'Autovox sulla Salaria. A forza di scioperi fallirono e finirono in mezzo alla strada 5000 lavoratori. Eravamo primi in tutto. Ora siamo quel che siamo grazie ai sindacati. Che il lavoro non lo tutelano, lo fanno perdere. E storie come queste ce ne sono centinaia, anzi... migliaia. Però... i sindacalisti non sono mai disoccupati.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 02/05/2017 - 16:07

Puzzano di vecchio, di stantio, tanto legati a loro pseudo valori quanto fortemente attaccati al loro potere. Finché dura, ma per il futuro prevedo ancora una generazione e poi non ci saranno più sindacati tra le balle!