Se l'Istat ti chiama devi rispondere. Altrimenti ti arriva la multa

L'Agcom ha assegnato una numerazione personalizzata all’Istituto Nazionale di Statistica: "Per gli italiani obbligo di risposta"

Drizzate le antenne e segnatevi questo numero: 1510. È il nuovo numero telefonico che l'Agcom - su input del governo - ha assegnato all'Istat. E da adesso in poi l'Istituto Nazionale di Statistica lo utilizzerà per contattarvi, a casa o in azienda (se ne siete titolari), per condurre indagini e rilevazioni.

E fate bene attenzione a non perdere la chiamata, perché è previsto l'obbligo di risposta per il destinatario e, soprattutto, una multa (!) per chi, appunto, non risponde agli squilli ricevuti. Negarsi al telefono, infatti, può venire a costare fino a 2mila euro se siete persone fisiche e 5mila in caso di imprese, come scrive La Verità. Già, perché l'articolo 7 del decreto di una norma datata 1989 prevede, per i cittadini italiani, "l'obbligo di fornire dati statistici". E dunque, ora, l’obbligo di risposta all’Istat: "È fatto obbligo a tutte le amministrazioni, enti e organismi pubblici di fornire tutti i dati che vengano loro richiesti per le rilevazioni previste dal programma statistico nazionale", recita il trafiletto.

Il sistema non è ancora a regime e, comunque, dovrebbe essere bidirezionale: anche noi potremo chiamare i call center dell’Istat e fornire agli operatori (probabilmente automatici) le risposte richieste. In questo modo ci si può togliere dall’impiccio e dal rischio di essere sanzionati per aver perso quelle chiamate.

Insomma, se vi chiama l'1510 è l'Istat, non è "stalking"” di qualche call canter che cerca di propinarvi chissà quale servizio, e dovete rispondere.

Commenti
Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Gio, 17/01/2019 - 11:37

E se non ho il telefono mandano i piccioni viaggiatori?

cgf

Gio, 17/01/2019 - 11:59

il telefono potrebbe essere silenziato perché mi trovo al lavoro, sotto la doccia, facendo le mie 51 vasche stile libero... mi fanno la multa? Ovvio, dovrò dimostrare che ero impossibilitato. Ma se imposto il telefono, come spesso succede dopo le 18 e durante i weekend, per ricevere telefonate solo da una determinata lista? l'ISTAT non mi ha avvisto ed io non posso sapere che mi chiamerà.

luna serra

Gio, 17/01/2019 - 12:43

chi ha il telefono fisso adesso bisogna rispondere per forza una manna per i call center le norme sempre a favore del cittadino da ridere

pilandi

Gio, 17/01/2019 - 12:49

Oh ma siete sempre i soliti, eh! Prima di chiamare l'istat avvisa per posta del sorteggio avvenuto dell'utente, qui il fac simile della lettera: https://www.istat.it/it/files//2011/11/lettera-informativa.pdf

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 17/01/2019 - 12:50

Ma siamo pazzi? Se uno è single ed è al lavoro per 5 euro l'ora,e' obbligato a rispondere? E se sono in due e lavorano entrambi,pure? L'Italia sta diventando una DITTATURA,e la chiusura dei manicomi è stata un grave errore.Ci sono troppi pazzi,in giro.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 17/01/2019 - 12:51

Follia allo stato dell'arte.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 17/01/2019 - 13:04

della serie:sarete schiavi e non potrete neanche lamentarvi!!naturalmente in nome della demoKrazia

agosvac

Gio, 17/01/2019 - 13:44

Mi sembra una corbelleria grossa più di un grattacielo! E se uno non è in casa????????? Oppure è anche obbligo restare a casa in attesa di una ipotetica chiamata dall'ISTAT?????? Forse sarebbe giusto che l'ISTAT facesse una raccomandata con ricevuta di ritorno per programmare una sua chiamata. Allora sì che ci sarebbe reato in una non risposta!!! Mi sembra che ci siano anche dei diritti oltre ai doveri.

sbrigati

Gio, 17/01/2019 - 13:59

Considerato che le linee fisse il più delle volte non hanno la segnalazione del numero chiamante, chiunque si potrà spacciare per dipendente istat e porre domande che potrebbero carpire informazioni riservate o che non si vogliono divulgare. Una buffonata tutta italiana.

titina

Gio, 17/01/2019 - 14:44

Se non sto in casa mi multano? Non sto mica agli arresti domiciliari!

Ritratto di Laura51

Laura51

Gio, 17/01/2019 - 14:47

Ma per favore!!!!! Sparatene delle altre!

cgf

Gio, 17/01/2019 - 14:52

@pirlandi Col mio codice fiscale ho intestato solo il fisso abbinato alla linea xDSL di casa, come fonia lo uso quando sono all'estero wifi lo trovo sempre, con la app mi connetto al router e compongo il numero come se fossi qui, tariffa flat come se fossi qui!! In ricezione il 7490 è programmato per essere fax e me li gira via email. Cell? ne ho 2, uno strettamente privato, presente quello che solo la mamma, la moglie e sorella... totale max 12 persone possono chiamare perché sono i soli che hanno quel numero? OPS SIM intestata alla mamma!! L'altro dell'azienda e funziona solo dalle 9 alle 18 UTC+1. Essendo spesso fuori Italia la posta ordinaria posso non leggerla anche per 1+ mesi, le raccomandate tornano indietro, quindi se chiameranno e sentiranno che a rispondere è un fax, lei pensa che mi manderanno il questionario sempre via fax? So cosa vuol dire essere sorteggiati, ho clienti che lo sono.

rudyger

Gio, 17/01/2019 - 17:16

chi è quel deficiente che ha ritirato fuori una norma di 30 anni fa al tempo di De Mita o Fanfani e solo oggi verrebbe applicata ?

Ritratto di HAZET36

HAZET36

Gio, 17/01/2019 - 17:40

Ma che bufale scrivete?

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 17/01/2019 - 20:09

Quindi se sono seduto sulla tazza del cesso e non rispondo mi danno 2000 euro di multa?

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Gio, 17/01/2019 - 20:22

Le solite cavolate all'italiana!

sgarbistefano

Gio, 17/01/2019 - 21:14

Se mi chiameranno, gli darò risposte false. Punto

cgf

Gio, 17/01/2019 - 21:21

@rudyger non è stata tirata fuori, è sempre in vigore, ho clienti che sono stati sorteggiati e quando arrivano i questionari HANNO L'OBBLIGO di rispondere in modo veritiero. NB non sorteggiati e rispondono una tantum, è per sempre, gli tocca ogni volta che vengono fatte rilevazioni, esistono poi anche dei tempi da rispettare per la consegna, se sgarra ci sono sanzioni e siccome tutti sono uguali davanti alla Legge, siano essi persone fisiche e/o giuridiche, la multa non cambia.

Minimalista

Gio, 17/01/2019 - 23:02

Secondo chi ? La Verità ? E che sarebbe ? Se vi restano dei giornalisti mandatene uno ad investigare veramente e non solo a fare dei copia/incolla di altri giornali o riviste.

Minimalista

Gio, 17/01/2019 - 23:04

Il peggio non sono le bufale ma chi ci crede. Fake news a mille !

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 18/01/2019 - 09:02

Basterebbe che il "Ministero degli Interni",e l'"ISTAT",dessero vita sul loro sito a "referendum" esplorativi("seri" con tanto di password di accesso come per l'INPS),della volontà popolare,su specifici temi,per essere base di discussioni e voti Parlamentari,e/o "formulari" da riempire per pubblica utilità!

sgarbistefano

Sab, 19/01/2019 - 16:54

Se mi fanno domande del tipo: "vedi passare spesso pattuglie dei CC nel tuo quartiere?" gli risponderò che non ne vedo mai, anche se le ho viste. Se mi chiedono se vado spesso in pizzeria, gli risponderò che non ci vado mai, anche se lo faccio due volte alla settimana.... e così via.... voglio vedere come fanno a sapere se mento. Così imparano a rompere le scatole, minacciando pure di multarmi.