Se perdi il Pin per riavere il Pin ti serve il Pin

Se perdi il Pin per riavere il Pin ti serve il Pin

Non passa giorno che Matteo Renzi non cerchi di incantare attraverso i media e i cinguettii, il popolo bue italiano. Usa le nuove tecnologie come altri, 75 anni fa, usavano il balcone; il fine è lo stesso ma l'efficacia e la pervasione sono decisamente superiori. Sfida i grillini e il loro modo di usare la Rete, ma per andare sul sicuro ha presidiato tutti i possibili centri di comando e controllo delle nuove tecnologie. Così è stato con l'Agenzia per l'Italia digitale e così sembra essere per la nomina di un responsabile della cyber security scelto sempre nel circolo magico toscano.E intanto Cryptolocker invade i computer degli italiani, privati, studi professionali e imprese, e la Polizia postale si limita a lanciare allarmi. Il cittadino tace e accetta.

Ma questo cittadino, se ha avuto la fortuna di lavorare e maturare la pensione, o se ha deciso di farsi aiutare in casa da una colf e vuole rispettare le regole, prima o poi dovrà incocciare con l'Inps.L'istituto offre un'ampia gamma di servizi on line per i cittadini ma a tutti si può accedere solo facendosi riconoscere digitando il proprio codice fiscale e il Pin: se il codice fiscale è noto ad ognuno di noi, il Pin è un dato personale che ci caratterizza e ci identifica in ogni rapporto informatico con banche, provider internet, gestori di posta elettronica; ma anche con l'Inps. Se con tutti gli altri erogatori di servizi, in caso di perdita del Pin, esistono semplici procedure di recupero veloci e comprensibili, se ciò avviene con l'Inps, inizia una sorta di certame tra la nostra pazienza, la dimestichezza con schermo e tastiera, l'affidabilità e la velocità dei servizi postali.Infatti: se si ricorre al call center la prima cosa che l'operatore chiede dopo il codice fiscale è il Pin (per telefono?); quindi se è stato smarrito si va a capo. Allora si va alla sede più vicina sperando nella pazienza degli impiegati che si stima eguale alla nostra: errore! Il vigilante al banco informazioni informa che per accedere allo sportello veloce ci vuole un documento di identità, ma non basta: è necessario avere anche la sua fotocopia perché l'impiegato non la può fare; è un costo per l'istituto! Allora si riparte per il gioco dell'oca. Per sostituire il Pin smarrito si deve accedere alla funzione sostituzione; ma si attiva solo digitando il vecchio Pin e successivamente per due volte il nuovo: ma se il vecchio è smarrito? Di nuovo al via. Per richiedere un nuovo Pin è necessario revocare il vecchio.

Sul solito sito dell'Inps si deve accedere alla funzione revoca. Si deve digitare il proprio codice fiscale e due coordinate: ad esempio un recapito telefonico e un indirizzo di posta elettronica: se stiamo al computer, noi o l'aiuto, clicchiamo sul tasto revoca e ci verrà visualizzato un messaggio che contiene un codice di revoca; infatti arriva una mail con un codice di 7 cifre! Va copiato e digitato in uno spazio apposito della funzione revoca e se tutto è stato fatto bene si avrà la conferma di revoca confermata. E ora? Serve un Pin per avviare quello che si voleva fare all'inizio e allora si va alla funzione Richiesta Pin. Ancora al via: si danno tutti i dati anagrafici e i recapiti vari, casella mail compresa. Ora ci aspetteremmo il Pin sul computer visto che siamo lì. Invece arriva dopo qualche minuto un sms sul cellulare: il Pin? No! Solo una prima parte, 8 cifre, altre 8 arriveranno per posta, Poste Spa permettendolo. Se avevamo urgenza di fare qualcosa online, scordiamocelo. Povere sora Rosa e sciura Maria che son lontane dalla tecnologia. Dovrebbero digitare un Pin di 16 cifre! Chiederei a Boeri, presidente dell'Inps: ma se l'è, matt? E a Renzi: ma è questa la tua innovazione?

Claudio Manganelli, già componente del primo collegio del Garante per la protezione dei dati personali, già componente del collegio dell'Autorità per l'informatica nella Pubblica amministrazione

Annunci
Commenti

franco-a-trier-D

Sab, 20/02/2016 - 10:02

PAESE A MIO GIUDIZIO PRIMITIVO IL PIU PRIMITIVO IN EUROPA

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Sab, 20/02/2016 - 10:16

Cosa ci si può aspettare di meglio da dei citrulli che per comunicare utilizzano Twitter? Ricordate la casella di posta certificata pec che il Governo concedeva gratuitamente ai cittadini richiedenti e che poi NON SERVIVA A NULLA in quanto non veniva riconosciuta valida da nessuno? Ora è stata cancellata, terminata e chissà quanti milioni sono stati spesi inutilmente per questa operazione e quanta gente ha perso del tempo per richiedere ed ottenere questa m€r)a di casella xxxxxx.yyyyyyy@governo.it. Mentre la pec di Aruba e società similari, naturalmente a pagamento, quella sì che è valida... vuoi mettere? Qui in Italia gratis non si fa nulla o non vale niente, poveri Italioti illusi...

vince50_19

Sab, 20/02/2016 - 10:31

Veramente il Pin dell'Inps da qualche anno ad oggi è ridotto a otto fra cifre e lettere.. Su Renzi per tutto il resto di quello che dice ma che non fa: ok.. ahahahahaha..

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Sab, 20/02/2016 - 10:52

Mi correggo: la casella di posta tipo era xxxxxxx.yyyyyyy@postacertificata.gov.it

paolonardi

Sab, 20/02/2016 - 10:54

Sono un pensionato che si e' trovato piu' volte a dover combattere col sito dell'INPS. Chi ha materialmente fatto il suddetto doveva essere strafatto per quanto e' complicato ed astruso tanto che anche gli stessi impiegati si trovano spesso in difficolta'. Una soluzione e' rivolgersi ad un patronato che qualcosa di piu' combina se si trova la persona sveglia; comunque due o tre viaggi sono necessari. Devo precisare che sono stato un sostenitore e proprietario dei computer fino dal loro apparire sul mercato e quindi con una buona esperienza, ma la home page del sito e' schizofrenia pura.

Lapecheronza

Sab, 20/02/2016 - 10:54

@GIANCAGIO - Alla base c'è il desiderio di "sfruttare" le tecnologie per velocizzare le comunicazioni. Purtroppo chi gestisce l'information technology spesso si perde in procedure assurde a cui una persona che desidera venga agevolato il rapporto ma invece lo complica. Però avviene un pò dovunque in Italia e non solo nell'IT. Persone che si ritengono "analisti intelligenti" dovrebbero avere l'umiltà di ammettere che si è più "intelligenti" se si riesce a risolvere una gestione complessa in un modo semplice per TUTTI (e non per gli addetti al lavori), risolverla in modo complesso e con procedure bizantine e farraginose sono capaci tutti, anche quelli "diversamente intelligenti".

Cheyenne

Sab, 20/02/2016 - 11:04

NIENTE DI NUOVO, QUANDO HO PERSO TUTTI I DOCUMENTI (C.I.,PATENTE,PASSAPORTO), MI HANNO CHIESTO IN QUESTURA UN DOCUMENTO E PER RIFARE LA C.I. MI HANNO CHIESTO DI CONSEGNARE LA VECCHIA. QUESTA E' L'ITALIA

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 20/02/2016 - 11:15

ma no, ma no, serve il pin solo dell'assistente INPS che potrà dare il pin a chi lo chiede.

unosolo

Sab, 20/02/2016 - 11:15

prima ci hanno costretti ad andare nelle sedi a prendere il PIN poi al telefono viene nuovamente cambiato OK , dopo un anno per il PIN di nuovo altro PIN cade internet in connessione rientri e non vale e devi cambiare ancora , a ottanta anni diventa semplicissimo navigare e accedere , semplice come bere un bicchiere di acqua ,maledetta semplificazione per stilare il CUD ci costringono ad andare nei centri CAF cosi creano lavoro con ancora soldi dei pensionati. si rubano soldi con stipendi favolosi e ci hanno tolto il CUD in lettera e neanche i conteggi arrivano a casa , i pensionati non sanno nulla delle ritenute da quattro anni. chi ruba non sono i pensionati è appurato,

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 20/02/2016 - 11:19

vince50_19 :Mi dispiace deluderti ma se uno perde il pin dell'inps,deve in primis annullarlo sul sito ,indi richiederne un altro che arriverà tramite sms di 8 cifre e lettere(molti anziani non sono in grado nè di aprirlo e tantomeno leggerlo) ed infine aspettare la seconda parte di 8 cifre e lettere che arriverà tramite posta; una volta in possesso di 16 tra cifre e lettere,ritornare sul sito,digitare codice fiscale e pin ricevuti per avere uno nuovo di otto cifre che durerà al massimo 6 mesi.SEMPLICE NO??,specialmente per gente non in grado di usare un computer o peggio che non l'ha mai avuto!

Sauron51it

Sab, 20/02/2016 - 11:23

Calma, adesso non esageriamo. Per il semplice accesso ai servizi INPS si usa un PIN di 8 caratteri. Per operazioni più complesse è richiesto il PIN "dispositivo", che è di 16 caratteri e che, per ragioni di sicurezza, viene comunicato in due parti separate (una on-line e una per posta).

Ritratto di chiri

chiri

Sab, 20/02/2016 - 11:55

Io pensavo che servisse il codice Puk

gianrico45

Sab, 20/02/2016 - 12:02

Il sito più scalcinato che esista.L'avrà fatto un enigmista.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 20/02/2016 - 13:16

...all'atto della prima registrazione al sito dell'inps occorrono 3 cose -una email-il codice fiscale -un numero di cellulare-- con queste 3 cose ottieni il pin-- se uno perde il pin -va sul sito inps alla voce ripristino pin-- gli dicono di inserire le 3 cose che conosce -ossia l'email-il codice fiscale ed il cellulare-- ed in men che non si dica gli arriva il suo pin smarrito metà per sms e metà per email-- ....il giornalista--a meno che non viva su marte--mi deve dire dove risiede la complessità di questa operazione-- che fra un pò insegnerò al mio cane---prosit

unosolo

Sab, 20/02/2016 - 14:24

personalmente non sapevo della durata dei sei mesi ma diamine una volta dato per quale motivo si deve nuovamente chiederne altro , sappiamo che serve il CUD quindi o lo spediscono a casa o mi / ci semplificano la vita dandocelo solo col codice fiscale e il primo numero del PIN senza cambiamenti e perdita di tempo e mantenere aperto continuamente il sito.

roberto zanella

Sab, 20/02/2016 - 14:36

GUARDATE HO APPENA SPIEGATO L'AVVENTURA AVUTA PER OTTENERE IL MODELLO 101 DAL SITO ONLINE DI INPS MA ERA TALMENTE LUNGO IL MESSAGGIO CHE MI è STATO BLOCCATO.E' INCREDIBILE E' PEGGIO DI QUELLO CHE RACCONTA IL DR.MANGANELLI.MAI VISTA UNA CORSA AD OSTACOLI COSI TORTUOSA E CE DA CAPIRE IL PERCHE'.OBBLIGARE IL CITTADINO NORMALE DI ANDARE DAL COMMERCIALISTA O CAAF PERCHE' NON MI RISULTA CHE IL COMMERCIALISTA FACCIA TUTTO QUELLO CHE E' OBBLIGATO IL CITTADINO DAL SUO PC.

Ritratto di ANTO52

ANTO52

Sab, 20/02/2016 - 15:02

Io mi sono servito da subito dell'opportunità di fare le cose sul sito ell'INPS e mi sono sempre trovato bene. Non critichiamo sempre e tutto....

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 20/02/2016 - 15:10

Io ci ho provato piu volte ad ottenere il PIN, ma la seconda parte che dovrebbe arrivare per posta, NON l'ho mai ricevuta perche in Nicaragua, non solo non ci sono le vie e gli indirizzi, ma non c'è neanche la posta al di fuori delle citta capoluogo!!!lol lol Non avendolo poi mai avuto non sapevo che dura SOLO 6 mesi, quindi concludendo, in Italia L'ufficio complicazioni cose semplici UCCS per dirla con l'acronimo Americano, FUNZIONA 25 ore al giorno per 8 giorni la settimana!!!lol lol VIVA L'ITAGLIA.

vince50_19

Sab, 20/02/2016 - 15:10

bandog - Anche io prima avevo il pin a 16 cifre che va cambiato ogni sei mesi. Le confermo che il mio pin attuale (mi pare da due anni) è di otto cifre: quattro me le hanno date tramite posta le altre telematicamente. Altro non so dirle. Spiace per lei che deve digitare 16 fra cifre e numeri.. Buona domenica!

vince50_19

Sab, 20/02/2016 - 15:23

roberto zanella - Basta accreditarsi all'agenzia delle entrate richiedendo il pin (in tempo utile) e, passo passo, può fare da solo il 730 (lo schema fornito dall'A.E. è chiaro e semplice) senza appoggiarsi a commercialisti, caaf etc. che costano. Tra l'altro, una volta entrati nel sito Inps, dopo si viene rimandati alla predetta agenzia se c'è qualche altra cosa da dichiarare in aggiunta. Per me non è stato complicato a giugno u.s. ... Forse, questo mi spiace, lo sarà per lei e per altri.

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 20/02/2016 - 15:26

Per il Cittadino accedere ai servizi INPS attraverso l'identificazione con "PIN" è diventata una lotteria. Continuano a cambiare e l'aggiornamento non è così scontato. Io ho dovuto rinunciarci e autenticarmi, per accedervi, con la "CRS". Con la Tessera Sanitaria non ho avuto problemi ad accedere ma la cosa più assurda è che non mi è possibile variare il "PIN", benchè fossi autenticato.

flip

Sab, 20/02/2016 - 15:32

ma cosa ci si può aspettare da un boero e da un ciarlatano?

settemillo

Sab, 20/02/2016 - 15:46

La storia del PIN mi diverte un mondo; è esattamente il gioco dell'oca che facevamo da bambini, ed a lungo andare il gioco spesso e volentieri ti faceva tornare alla casella di partenza. Quindi la nuova edizione del PIN dell'imps è diventata una chimera. Riusciranno i nostri eroi a districarsi in questa vera e propria PAZZIA?...... ROBA da MATTI.

settemillo

Sab, 20/02/2016 - 15:59

Ora ho capito proprio tutto: Vanno riaperti i MANICOMI con tanto spazio riservato ai CERVELLONI; in parole povere, COSE DA PAZZI!

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Sab, 20/02/2016 - 16:00

La cosa più sconcertante è che, una volta che sei riuscito ad avere il PIN, devi accertarti se è ORDINARIO o DISPOSITIVO... Se è ordinario, devi convertirlo in dispositivo !!! Se poi non effettui un accesso al sito INPS, almeno ogni sei mesi, 6 mesi..... SCADE !!!Ma scusate, se un cittadino NON ha bisogno ogni sei mesi, per che motivo deve accedere ? Una volta pero, entrati nel sito Inps, con il PIN giusto e valido...... c'è il caos !!!!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 20/02/2016 - 16:06

IO; CONOSCO UN FUMETTO DI UDERZO E COSCINNY CHE SI CHIAMA ASTERIX E OBELIX DOVE QUESTI 2 PER AVERE UN LASCIAPASSARE PER ANDARE A ROMA ALLE OLIMPIADI; DEVONO PRIMA ANDARE ALLA CASA CHE FÁ DIVENTARE PAZZI; PER PRIMA COSA PER AVERE IL LASCIAPASSARE DEVONO AVERE IL FOGLIO ROSA É PER AVERE IL FOGLIO ROSA DEVONO AVERE QUELLO MARRONE; É PER AVERE IL FOGLIO MARRONE DEVONO AVERE QUELLO ROSSO; É PER AVERE QUELLO ROSSO DEVONO AVERE QUELLO GIALLO É COSI VIA!POVERI CITTADINI ITALIANI CHE HANNO BISOGNO DEL;INPS!.

xgerico

Sab, 20/02/2016 - 16:09

@hernando45- Scrive: Io ci ho provato piu volte ad ottenere il PIN, ma la seconda parte che dovrebbe arrivare per posta, NON l'ho mai ricevuta perche in Nicaragua, non solo non ci sono le vie e gli indirizzi, ma non c'è neanche la posta al di fuori delle citta capoluogo!!!............Haaaaa ma allora è vero che la casa a due piani, dove abiti e montata su palafitte, e al posto del telefono usi il tamburo!

sonocarlo9001

Sab, 20/02/2016 - 16:34

la storia del pin mi ricorda una vecchia battuta : il giovane geometra dice all'anziano ingegnere " mi è avanzato un mucchio di terra , dove la metto ?" ; risponde il volpone anziano " ma fai un buco e la sotterri " , ecco L'INPS in questo caso rappresenta il giovane e inesperto geometra ..tutto da ridere...

sonocarlo9001

Sab, 20/02/2016 - 16:41

la storia del pin dell'inps mi ricorda una vecchia battuta giovanile. il giovane e inesperto geometa dice all'anziano ingegnere volpone " ingegnere mi è avanzato un mucchio di terra, dove la metto ?" risponde il volpone : fai un buco e sotterrala ....

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 20/02/2016 - 17:26

Lo sapevo che ci saresti CASCATO Luigi!!!lol lol La casa a 2 piani è di cemento armato, costruita su un terreno di 10 Ettari di mia proprieta!!! E le lavatrici ho finito di ripararle (come ti ho gia scritto piu di 3 anni fa)nel 1980, quando sono diventato il CAPO di tutti quelli che riparavano lavatrici per tutta l'Italia. Ma tu probabilmente essendo affetto da RINCITRULLITE GALOPPANTE non te ne ricordi!!!lol lol Se vedum. PS IL TAM TAM l'ho sostituito da ANNI con un'antenna SATELLITARE per ricevere INTERNET che mi costa 85 USD al mese di abbonamento. ROSICA.

xgerico

Sab, 20/02/2016 - 17:37

Ho letto mezzo articolo e poi ho lasciato perdere. Il Pin dall'INPS ottenuto meta per posta e meta per email/e/o/cell semplicemente come viene specificato, nella lettera, per MOTIVI DI SICUREZZA! Una volta ottenuto il tutto L'INPS stesso, ogni sei mesi ti cambia il codice di accesso, PER MOTIVI DI SICUREZZA! Il resto e solo confusione giornalistica!

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 20/02/2016 - 18:55

RIPROVO!!! HAHAHA sapevo che ci saresti CASCATO luigi,ho scritto apposta quel POSTATO TRANELLO ed hai abboccato. la casa sulle PALAFITTE te la immagini TU, perche la mia è di CEMENTO ARMATO!!! Le lavatrici è dal 1980 che non le aggiusto piu perche a qui tempi diventai il CAPO per tutta l'Italia di quelli che riparano le lavatrici. Te l'avevo gia scritto un paio di anni fa, ma la tua RINCITRULLITE GALOPPANTE te lo ha fatto scordare!!!lol lol Se vedum.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 20/02/2016 - 20:54

Con le STUPIDATE che scrivi come quella delle 16e09, "caro" Luigi Medici al secolo Xgerico "TI QUALIFICHI" da solo!!!! Se vedum.