Se pure il Viminale sconsiglia di accogliere i profughi

Il Ministero dell'Interno: "Evitate il fai da te. A gestire i migranti devono essere strutture preparate"

Da mesi sembra che la più grande priorità dell'Italia sia l'accoglienza dei profughi. Il Ministero dell'Interno non sa più dove metterli: le strutture preposte (centri di identificazione e accoglienza) sono saturi, gli alberghi che hanno accettato di ospitare i profughi sono pieni e pure gli edifici statali come palestre e asili utilizzabili per lo scopo.

Così a furia di parlarne - e dopo che persino Papa Francesco ha chiesto aiuto alle parrocchie - il rischio è che a qualcuno, mosso sicuramente da buone intenzioni, venga voglia di fare la sua buona azione ospitando migranti a casa propria. Niente di più sbagliato: lo dice persino il Viminale. Come riporta l'Huffington, infatti, anche se non lo fa (ancora) in maniera ufficiale, fonti del ministero che fa capo ad Angelino Alfano mettono in guardia dall'accoglienza "fai da te": "La generosità va aiutata e apprezzata ma l'obiettivo del governo è quello di creare una solida rete di accoglienza statale senza che siano i singoli cittadini a sobbarcarsi il peso dell'aiuto", dicono, "I profughi devono essere accompagnati in un percorso burocratico per la domanda di asilo, vanno seguiti dal punto di vista psicologico in quanto molti hanno subìto traumi, in sostanza hanno bisogno di figure professionali esperte".

Se proprio si vuol dare una mano, insomma, meglio rivolgersi alle associazioni umanitarie. E questo nonostante molte persone - più o meno famose - si siano dette disposte a cedere una parte del proprio appartamento a rifugiati in difficoltà. E nonostante nei Paesi limitrofi nascano addirittura siti che mettono insieme "domanda e offerta", come accade con un portale tedesco.

Commenti

ziobeppe1951

Gio, 10/09/2015 - 23:26

Non credo ci sia molto "fai da te" se neanche le anime belle della sinistra se li portano in casa

sergio_mig

Ven, 11/09/2015 - 04:29

Adesso Alfano teme che il suo modo di fare accoglienza gli si ritorca contro, avanti popolo, c'è posto x tutti e adesso? La Merkel e i francesi scelgono e lui? Si prende tutta la feccia, tagliamole, assassini, ladri e spacciatori. E poi gli italiani sono razzisti. Abbiamo nelle istituzioni personaggi infami che badano solo ai propri interessi e non ai poveri italiani.

Pclaudio

Ven, 11/09/2015 - 05:53

Giusto, ha ragione il ministero dell'Interno. A gestire i migranti devono essere "strutture preparate" come quella di Mineo, che infatti ha dimostrato tutta la propria preparazione in occasione di un recente fatto di cronaca. Del resto, senza le "strutture preparate", come farebbe il ministro dell'Interno Alfano a raccogliere voti di scambio?

gigetto50

Ven, 11/09/2015 - 08:09

......quelli che arrivano, secondo me, vanno tenuti BENE in campi o altre strutture pubbliche ben identificate e circoscritte. Vedere i vecchi campi profughi degli anni 60 e 70 quando arrivavano gli italiani dall' Istria, dalla Tunisia, dalla Libia, dall'Eritrea, dall'Etiopia etc. Pero' a questa prima accoglienza Deve seguire una velocissima conta (eh si...credo che non si sappia esattamente quanti ne arrivano...)identificazione (anche per questioni di sicurezza)ed altrettanto veloce rimpatrio dei non aventi diritto. La struttura di Mineo sarebbe validissima se funzionasse con questi criteri. Invece vi si lasciano "marcire" per anni le persone per fini di lucro e falso buonismo.

Ritratto di Azo

Azo

Ven, 11/09/2015 - 08:26

Lo stato Italiano è RESPONSABILE DI QUESTA"""CRIMINALE GESTIONE""" DI MIGRANTI IN ITALIA. LA LORO INCAPACITÀ, DA A CAPIRE ALLA POPOLAZIONE CHE PER LORO, METTERE MINISTRI O SENATORI NEI POSTI CHIAVE DEL PAESE, È COME DARE UNA CARAMELLA A UN ASINO, (forse, l`asino è di molto più intelligente di tutta la casta governativa che usurpa le poste nelle alte cariche del governo)!!! L`ASINO COSTA POCO E LAVORA MOLTO, ANZI, MOLTI SE NE APROFITTANO, MENTRE LA CLASSE POLITICA E DIRETTIVA DEL PAESE ITALIA, """E STAPAGATA, ARROGANTE E CIALTRONA, SPECIALMENTE QUELLE DEL MEZZOGIORNO, CAPEGGIATE DA QUELLE SICILIANE,(TERRA DI MILIARDARI E DI IMMENSA POVERTÀ)??? STANO CHE NON RIESCANO A DIVIDERSI IL MALLOPPO CHE OGNI QUALVOLTA VIENE PASSATO DAI COMPLICI DI ROMA LADRONA, QUELLA CHE DERUBA IL NORD PADANO PER INGRASSARE GLI INTELLIGENI DEL SUD E LA SICILIA) !!!

Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Ven, 11/09/2015 - 12:12

Dopo le ultimissime genialate dei burocrati europei circa il rimpatrio dei clandestini a chi entra in europa (volutamente minuscolo) non va dato NESSUN benefit ne economico ne materiale; si continua a dire che "anche noi Italiani siamo stati emigranti"; OK, allora i nuovi immigrati devono avere gli stessi trattamenti riservati ai nostri; se qualcuno non lo ricorda venivano anche cosparsi di polveri insetticide.......altro che rifiutare l'identificazione e dettare legge a casa degli altri - Circa chi vuole accogliere immigrati a casa propria (compresi gli enti + o - religiosi) è libero di farlo ma a proprio rischio e pericolo, facendosi garante x eventuali danni o peggio causati dai suoi "protetti" e naturalmente senza prendere neppure 1 centesimo di sovvenzioni pubbliche /private......vediamo in quanti saranno così "umani e generosi" nell'accoglienza

01Claude45

Mer, 23/12/2015 - 16:59

SOLUZIONE: TUTTI RIMPATRIATI TRANNE SIRIANI, IRACHENI, AFGANI. MA SOLO BAMBINI(18 ANNI MAX), DONNE, ANZIANI(minimo 65 anni)E FERITI E/O HANDICAPPATI, in luoghi precisi con RIMPATRIO OBBLIGATORIO A GUERRA FINITA. Si concedono vitto, vestiario, alloggio, cura sanitaria base. Nessun DIRITTO O ILLUSIONE DI CITTADINANZA, RICONGIUNGIMENTI O ALTRO. Le navi per rispedire in patria tutti gli altri. BLOCCO DELLE FRONTIERE.