"Se Steve Jobs fosse ancora vivo avrebbe rischiato la galera"

Il New York Times: "Jobs era una violazione ambulante delle norme antitrust"

Steve Jobs "era una violazione ambulante delle norme antitrust" e se fosse stato vivo avrebbe rischiato la galera. Lo scrive, sul New York Times, Herbert Hovenkamp, professore al College of Law dell’Università dell’Iowa, facendo riferimento a due cause che hanno colpito Apple: da una parte il patto segreto che l’amministratore delegato di Cupertino aveva siglato con altri colossi della Silicon Valley per non strapparsi dipendenti a vicenda, dall’altra quella sugli eBook, in cui il gruppo è "colpevole" di avere messo in atto pratiche anticoncorrenziali sui prezzi, concordati a tavolino con gli editori a scapito di Amazon.

Secondo Hovenkamp sembra che Jobs non abbia mai letto il primo paragrafo della legge "Sherman Antitrust Act", in cui si scrive che "cospirare e limitare gli scambi commerciali" è illegale e chiunque faccia attività di questo genere è colpevole "rischiando una multa e il carcere fino a tre anni". E ancora il professore ha ricordato che "Jobs è stato molto impreciso sulla questione. Non aveva avvocati pronti a consigliarlo? Questi comportamenti si vedono a volte in piccole società private, ma quasi mai in gradi aziende quotate come Apple", ha concluso. Ma l’indifferenza verso le regole è un comportamento ricorrente tra i guru della Silicon Valley. "Guadate Bill Gates - ha detto al quotidiano di New York il giornalista di tecnologia, Brian Lam - è stato arrestato per aver guidato senza patente. E anche Microsoft ha i suoi problemi con le leggi antitrust. È una caratteristica degli giovani imprenditori tecnologici di guardare le regole e contestarle. Non è possibile entrare in questo gioco senza un sano disgusto per lo status quo".

Commenti
Ritratto di marcotto73

marcotto73

Sab, 03/05/2014 - 11:50

SE VOLETE UN CONSIGLIO..... non comprate proddoti APPLE, per il semplice fatto che la Apple molto vicina alla politica Americana difatti dopo lo scandalo datagate di cui una delle vittime proprio la Merkel avendo un telefonino Apple era molto + esposta alla NSA!!!!! Bill Gates aveva ragione...... dopo la morte di Jobs la APPLE è in mano al governo USA (NSA), perciò SE NON VOLETE ESSER SPIATI DALLA NSA EVITATE DI COMPRARE PRODOTTI APPLE!!!!!

pinolino

Sab, 03/05/2014 - 14:32

Più che sano disgusto per lo status quo si tratta di "sano disgusto" per le leggi. Per carità, anche i padri fondatori erano, legalmente parlando, dei sudditi criminali traditori dell'impero britannico ma non pare sia il caso di estendere certi benefici a questi squali.

buri

Sab, 03/05/2014 - 14:40

Jobs rischierebbe la galera se fosse ancora vivo, ma gli altro firmatari di quei supposti patti segreti sono vivi e di loro non si parla, che strano! ma forse è un modo per attaccare la APPLE, comunque sia, avessimo noi in Italia uno Steve Jobs, forse le cose andrebbero meglio

buri

Sab, 03/05/2014 - 14:48

Steve Jobs è deceduto e non su può mandarlo in galera, ma gli altri firmatari di queo supposti patti illegali sono vivi, ma di loro non si parla, ma forse questa affermazione è solo un modo per attaccare la APPLE, ne avessimo noi in Italia un Steve Jobs, forse le cose andrebbero meglio, ma è solo un illusione, la burocrazia e tutti gli ostacoli esistenti al buon andamento delle imprese, non avrebbero mai permesse a Steve Jobs di creare la APPLE qui.

Fransino

Sab, 03/05/2014 - 16:01

Marcotto73, visto il 73 mi sembri 30 anni più' giovane di me. Sara' il caso di ragionare con il cervello e non con qualcos'altro. Certamente sarai un fan di Gates e allora impara la stima che ha Gates per Steve Jobs. Non sarai mai troppo vecchio per imparare...(sempre se vuoi imparare o almeno valutare)

syntronik

Sab, 03/05/2014 - 18:40

Marcotto73, è perfettamente al corrente di come funziona la NSA, è stato un agente della sicurezza americana per 20 anni, ed è perfettamente informato dei segreti che girano nelle agenzie di sicurezza, se poi gli chiedete di quasi tutti i segreti CIA, vi saprà dire morte e miracoli

Giorgio5819

Sab, 03/05/2014 - 21:04

Questo H.H. mi sa che è un comunista...