Se telefonando...

Ci sono voti che si contano, altri che si pesano. E quelli di Grillo sono pesanti da digerire, anche per lo stomaco robusto di politici navigati. Per questo mi ha sorpreso l'apertura di Matteo Salvini: «Se alle elezioni non ci saranno vincitori potrei chiamare Grillo». Che poi vorrebbe dire chiamare Travaglio, il pm Davigo per cui «una persona assolta non è un innocente ma un colpevole che l'ha fatta franca», vuol dire mettersi in affari con una società privata (la Casaleggio associati), con la Raggi e con la Appendino.

A parte che Grillo, letta la notizia, ha fatto sapere di aver staccato il telefono perché ritiene la Lega un partito di impresentabili, ci piace pensare che quella di Salvini sia solo una provocazione da marito geloso e indispettito dal gossip ampiamente e ripetutamente smentito dagli interessati - che circola su possibili telefonate post elettorali tra Berlusconi e Renzi. Dovessi scegliere se accompagnarmi a Renzi o a Grillo, lo dico sinceramente: tutta la vita il primo. Ma parliamo di un'ipotesi da scongiurare con ogni mezzo. Primo fra tutti l'uso del telefono tra Salvini e Berlusconi (i centralinisti di buona volontà non mancano), perché una telefonata come diceva il celebre spot allunga la vita, anche quella del centrodestra.

Cosa succederà se gli italiani decideranno di non dare nelle urne la maggioranza a nessuno dei tre blocchi (centrodestra, centrosinistra, Cinquestelle) lo si vedrà. Ma ipotizzare già ora soluzioni innaturali, come sarebbe un accordo tra Lega e Grillo, crea solo confusione e smarrimento tra gli elettori. Più sarà percepito in questi mesi di campagna elettorale un centrodestra solidale e unito nel fare argine alla deriva grillina, meno probabile sarà la necessità di fare alla fine una telefonata extraurbana, a sinistra o destra che sia. Viceversa, più aumenta la litigiosità, più le linee resteranno aperte.

Però, caro Salvini, mi raccomando. Qualsiasi cosa accadrà, qualsiasi sarà il risultato, se messo alle strette proclama pure l'indipendenza, molla Berlusconi e denuncia Renzi, ma non vendere la gloriosa Lega a un comico e alla sua corte dei miracoli. In politica si può sbagliare molto ma non la linea, non per soddisfare ambizioni personali.

Commenti

bartolomeo

Mar, 31/10/2017 - 15:12

Mara Carfagna Candidato premier e Salvini potrebbe prendere solo il 40% dei lomordo-Veneti mentre FI prenderebbe il40% su scala nazionale

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mar, 31/10/2017 - 15:22

Lei ha ragione, direttore: la Lega che chiama Grillo sarebbe una cosa innaturale. Ma lo sarebbe anche, altrettanto e forse di più, Silvio che chiama Renzi: perché significherebbe chiamare non solo un prepotente e bugiardo bullo di provincia, ma anche Boschi, Kyenge, Boldrini, i banchieri di Montepaschi e di Banca Etruria... D'accordo?

obiettivo75

Mar, 31/10/2017 - 15:38

Lei scrive: Ma ipotizzare già ora soluzioni innaturali, come sarebbe un accordo tra Lega e Grillo, crea solo confusione e smarrimento tra gli elettori. Perché l'appoggio di Berlusconi ai governi Monti, Letta e Renzi è stata una soluzione naturale ? Non ha creato confusione e smarrimento tra gli elettori.

Cheyenne

Mar, 31/10/2017 - 15:53

MEGLIO NESSUNA DI QUESTE DUE CAROGNE IL RIGNANESE E IL BUFFONE PERCHE' LA CORTE DEI MIRACOLI DI PINOCCHIO NON E' INFERIORE A QUELLA DEL PAGLIACCIO

VittorioMar

Mar, 31/10/2017 - 16:52

...LA LEGA ,COME ALTRI PARTITI;HA TUTTO IL DIRITTO DI RIVOLGERSI ALL'ELETTORATO DEL M5S SCONTENTO DEI SUOI RAPPRESENTANTI !!!..GRILLO E' IL SIMBOLO,MA L'INVITO E' RIVOLTO :A CHI HA LASCIATO FI..A CHI NON VA A VOTARE...E FORSE ANCHE AI DELUSI "CENTRISTI"..LEI SA BENE QUALI SONO I METODI IN CAMPAGNA ELETTORALE : MOTIVARE TUTTI GLI ARRABBIATI !!

nopolcorrect

Mar, 31/10/2017 - 17:02

Approvo al 100% anche perché mettersi con qualcuno che ti ha già mandato un vaffa sarebbe per lo meno umiliante. Lo scenario più probabile sarà un Centro-Destra vincente ma che probabilmente dovrà venire a patti con Renzi. Ma se il Destra-Centro rimarrà unito sarà il socio di maggioranza della coalizione. L'amico Salvini ci pensi. Berlusconi da solo sarebbe il socio di minoranza di Renzi.

kallen1

Mar, 31/10/2017 - 17:03

Mi sa che Salvini, oltre ad aver perso qualche cosa d'altro, abbia perso anche la testa dopo aver letto i sondaggi.......

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 31/10/2017 - 17:05

Egregio Direttore, ecco la domanda delle 100 pistole. Se dopo il voto alle politiche il centro destra non avrà il 40% secndo lei il PD di Renzi non proverà a fare un governo di larghe intese con Forza Italia ? Ed allora perché non pensare ad un governo Lega M5S ? Sono entrambi due bestemmie ma pur di non avre il PD al governo come militante leghista sono disposto atutto o quasi.

INGVDI

Mar, 31/10/2017 - 17:06

Questa volta la stoccata la merita tutta Salvini. Basta una telefonata a Grillo per vedersi dimezzati i voti. Editoriale da condividere.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mar, 31/10/2017 - 19:05

Grazie Direttore dei buoni consigli ma sia realistico; sono forse accettati i buoni consigli dati gratis? Vede come sono realista? Io penso che Berlusconi sarà il centro di questa coalizione e se vinceremo sarà per la sua forza di volontà. Shalòm.

Giancarlo Vittorio

Mar, 31/10/2017 - 21:30

Se il centrodestra, come è probabile, non avrà la maggioranza per governare non potrà non fare un accordo: o M5S o Renzi. In entrambi i casi, perderà molta credibilità davanti al proprio elettorato. L'unico modo di evitare di doversi alleare con chi proprio non digerisce è avere una legge elettorale che alla fine metta due candidati, partiti, gruppi l'uno contro altro. Ce ne sono solo due a mia conoscenza che possono garantire questo risultato: il sistema con doppio turno alla francese e l'uninominale all'inglese. Si è voluto scegliere un terzo sistema. Il risultato sarà che quasi tutti gli elettori a destra, a sinistra e fra il gruppo del pagliaccio saranno scontenti. Ma tant'è.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mar, 31/10/2017 - 22:46

C'é un'unica soluzione, mollare Grillo, mollare Renzi, tenersi Berlusconi e votare Lega. E chi non vota così, peste lo colga (come diceva il buon Nazzari). D'altronde, i primi due sono impresentabili, sotto ogni punto di vista, il terzo é ormai decotto, gli auguro lunga vita ma, da quasi ottantenne posso dire che le migliore aspettative possono essere fra i cinque e dieci anni. Il Cav. ne ha alcuni più di me, quindi .....

baleno

Mer, 01/11/2017 - 06:31

Ha ragione Direttore! Sarebbe una alleanza di scopo troppo sporca e per l' "essere contro", mai per fare insieme qualcosa di utile e concreto. FI non è mai sazia dei "tentennamenti" della Lega, che con Bossi ha fatto cadere più di un governo. Parlare di centro destra non ha più quasi senso e la tetrarchia FI PD LEGA M5S si delinea all' orizzonte, ma è democrazia dibattere con i rappresentanti di un parlamento finalmente eletto dopo sei anni dal colpo di stato.

bombadil

Mer, 01/11/2017 - 09:27

Egregio direttore,scenda dall'iperuranio,una valanga di elettori del cavaliere me compreso, alle prossime elezioni votera' salvini e lei sa perché...il tempo del cavaliere e'finito soprattutto per le sue catastrofiche decisioni politiche vedi governo monti...

polistrum

Mer, 01/11/2017 - 09:59

la lega con il 5 stelle , forza italia con renzi , la russa con la bindi , grillo con Berlusconi , massimo boldi con jacobazzi,siffredi con malgioglio ..... insomma, con tutte queste alleanze..praticamente tutta questa gente , o la stampa, (divulgando queste notizie) ci fanno capire chiaramente che pur di mangiare e di stare ad un posto di comando ....si pensa a tutto eh?? ma dove stanno i valori , gli ideali di un popolo.....ma chi siamo noi Italiani , perché dobbiamo sopportare queste pagliacciate , perché la mia misera intelligenza viene offesa continuamente , perché......facciamoci una domanda e diamoci una risposta

rino biricchino

Mer, 01/11/2017 - 10:52

È innaturale che la destra si allei con la sinistra pur di conservare poltrone, non che il M5S si allei con la lega(al netto del"non ci alleamo con nessuno")!

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 01/11/2017 - 12:00

Giancarlo Vittorio 21:30 scrive : "Ce ne sono solo due a mia conoscenza che possono garantire questo risultato: il sistema con doppio turno alla francese e l'uninominale all'inglese" - - - In effetti, non capisco perché non si vada al ballottaggio tra i primi due partiti. Ciò eviterebbe l'obbligatorietà di accordi contro natura. Vince uno e governa; se governa bene vince di nuovo alla prossime elezioni altrimenti, avanti il prossimo. Mah . . . questo è veramente un paese originale (volevo dire qualcos'altro).

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Mer, 01/11/2017 - 12:25

Il Suo articolo, Direttore, è estremamente dalla parte di FI. si tratta di voler limitare la strategia futura di Salvini, invero provocatoria, ma anche "provocata", approvando , al contrario, la spregiudicatezza di Berlusconi già peraltro sperimentata nel Nazareno. Infattidal suo discorso si nota un finale poco decente eticamente: un domani il Cavaliere, sulla scia di Alfano e soci, si potrà comodamente vendere a Renzi (peggiore dei 5S,a mio giudizio) mentre Salvini cosa dovrà fare? Ebbene lo ha detto: tornare, scornato, nel recinto "nordista". Così, tuttavia, ci sono tutti i presupposti per fregare gli elettori di CDX anti-PD, non Le pare?

liberalone

Mer, 01/11/2017 - 14:02

Piccola nota tecnica: Mi sbaglio o nel Rosatellum non vi è più il premio di maggioranza al 40 %? Se non mi sbaglio, dato che difficilmente CDX, CSX e M5S arriveranno al 50 % le uniche maggioranze possibili saranno CDX con l'appoggio del PD e CDX con quello del M5S. Ma voi lo vedete un governo di SB con Grillo o di Salvini e Meloni con Renzi?