La segretaria di Caprotti: "Gli ho voluto bene. Fidaty? Idea mia"

Stakanovista e fedele al "patron", Germana Chiodi è stato con lui fin dall'inizio

Se il suo nome è stato inserito nel testamento di Bernardo Caprotti una ragione c'è. Germana Chiodi, la sua "segretaria" storica, per quasi mezzo secolo è stata accanto al patron dell'Esselunga, lavorando duramente e aiutandolo a costruire un impero della grande distribuzione.

Quei 75 milioni di euro che ora gli spettano di diritti sono il ringraziamento per 48 anni accanto a Caprotti e per un ruolo che proprio da segretaria non era. "Guai a chiamarla così", raccontano i vicini di casa al Corriere della Sera, spiegando che la Chiodi per Esselunga è stata ben altro: un manager, un aiuto fidato per il proprietario.

"Mi piaceva stare con lui, ci stavo più tempo possibile - dice a Repubblica -, mi impegnavo e cercavo di dargli il più possibile. Gli ho voluto bene e lui ne ha voluto a me".

È per questo che, tra i dipendenti, è l'unica a essere stata citata nel testamento di Caprotti. Lei che pensò e battezzò la Fidaty Card, la carta fedeltà della catena di supermercati, ma che con un pizzico d'orgoglio ricorda anche: "Sono stata ascoltata su tante idee che ho avuto per Esselunga".

Sceglieva i manager, organizzava le battute di caccia nel Monferrato per Caprotti. La Chiodi, ricorda il quotidiano di via Solferino, era tutto tranne che "solo" una segretaria.

Una staknovista, che prima di Caprotti non lasciava l'ufficio. "A lei esprimo la mia immensa gratitudine per lo straordinario aiuto", ha scritto il numero uno di Esselunga nel suo testamento. E ora Germana, pensionata ma ancora al lavoro per la società in cui entro ventenne, si interroga sul suo futuro: "Se me lo chiederanno, resterò ancora per un po'".

Commenti

giovauriem

Mer, 26/10/2016 - 11:37

meno male che ce lo avete chiarito che la signora non era una segretaria , da soli non ci saremmo mai arrivati , grazie il giornale !

celafacciamose.....

Mer, 26/10/2016 - 19:13

x giovauriem brutto pidiota di m. non sai niente della vita e di chi lavora per garantire migliaia di posti di lavoro..... Schifoso comunista, se tutti fossero come te non avremmo neanche diritto all'aria che respiriamo, non sai niente del piacere di lavorare con una persona GRANDE come il Dott. Caprotti è stato...... sei schifoso, SCHIFOSO !!!!!!

gimuma

Mer, 26/10/2016 - 23:41

Hei!..giovauriem deficiente imbevuto di malafede..quel grand'uomo in 10 ann ha aumentato il fatturato del 45% e il personale del 35%.Ora dimmi o grande PIRLA, se non c'e' da vergognarsi e sprofondare agli inferi per l'mbecillita'di cui sei imbevuto.A tipi come te vanno bene i parassiti voltagabbana alla Fo....Onore al grande BERNARDO CAPROTTI e alla sua manager Germana Chiodi.Di queste persone ha bisogno questo disastrato Paese, incancrenito da sinistroidi incompetenti...........capito? Balordo!

manfredog

Gio, 27/10/2016 - 01:52

..che sia stata forse anche la sua terza moglie, non sarebbe possibile..!? In fondo non ci sarebbe stato niente di male e poi sarebbero stati cavoli suoi tenerlo segreto a tutti, tranne che agli intimissimi, consapevoli e complici, a determinate condizioni; e poi che fosse stata anche una sua grande collaboratrice manager nelle aziende. Nessun problema, in ogni caso; se un uomo così le ha lasciato quella fortuna, ci saranno stati dei validissimi motivi. mg.

Ritratto di Caprimulgo

Caprimulgo

Gio, 27/10/2016 - 09:31

Meno male che, per tutti, c'è la morte. Mostri di avidità così, cosa diventerebbero se fossero eterni ?!