"Sei amico di Putin...". A Varsavia insulti a Salvini, ma lui liquida il contestatore

Il ministro dell'Interno a Varsavia contestato da un uomo che grida durante una cerimonia. Ma lui replica: "È solo un poveretto"

Le grida sono arrivate da lontano ma sono arrivate alle orecchie di Matteo Salvini. Il ministro dell'Interno, in queste ore impegnato (anche) in uno scontro a distanza con il premier Conte sui migranti delle Ong ormeggiate al largo di Malta, è a Varsavia per una visita ufficiale in Polonia.

Dopo la conferenza stampa di questa mattina a margine dell'incontro bilaterale, il leader del Carroccio si è recato nella piazza innevata a rendere omaggio al milite ignoto. Il titolare del Viminale ha deposto una corona di alloro e poi si è intrattenuto con il ministro dell'Interno polacco, Brudzinski. A un certo punto la cerimonia è stata interrotta da un contestatore che, in un italiano stentato, si è messo a urlare contro il ministro italiano. "Succhia i c... di Putin, fascista, razzista, vaffanculo", ha urlato l'uomo. "Qui riposa la Polonia antifascista". A quel punto Salvini non si è scomposto e ha attaccato: "Che volete uno che dice succhia c.. di Putin...è un poveretto". Solo la musica della banda ha permesso di coprire le grida dei contestatori. E la cerimonia è ripresa con una signora che, avvicinatasi al ministro, gli ha mostrato tutta la sua vicinanza: "Ti vogliamo bene - ha detto a Salvini - ti seguiamo, col cuore".

Intanto continua lo scontro con le Ong sullo sfondo. Da Varsavia, dopo aver incontrato gli imprenditori a Varsavia, il ministro ha detto chiaramente che sull'arrivo dei migranti in Italia lui "non ha autorizzato nulla".

Commenti

carlottacharlie

Mer, 09/01/2019 - 16:51

I minorati mentali si offendono sempre quando non vengono scelti come "amici"; sono invidiosi ed assomigliano ai "draghi di comodo" bestie repellenti e sbavanti veleno. Questo è il mondo, 85% d'ignoranza pura.

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 09/01/2019 - 17:05

"Non sono il succhiac.... di Putin". Questa mancava tra le perle salviniane. Tutta informazione in piu`.

Savoiardo

Mer, 09/01/2019 - 18:12

Ricordare sempre il grande gen. De Gaulle che preconizzava la UE delle Patrie dall'Atlantico agli Urali,senza la Gran Bretagna cavallo di txxxa dei globalisti nuovi Savi di Sion (Soros e c.)

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 09/01/2019 - 18:13

Salvini era in Polonia:che c'entrano Putin e i suoi attributi? Cose da pazzi.

DemetraAtenaAngerona

Mer, 09/01/2019 - 18:42

"Un poveretto" Sentiamo invece un GRAN signore Matteo Salvini „Ci siamo rotti i cxxxxxxi dei giovani del Mezzogiorno, che vadano a fancxxo i giovani del Mezzogiorno! Al Sud non fanno un emerito cxxxo dalla mattina alla sera. Al di là di tutto, sono bellissimi paesaggi al Sud, il problema è la gente che ci abita. Sono così, loro ce l'hanno proprio dentro il cxxto di non fare un cxxxo dalla mattina alla sera, mentre noi siamo abituati a lavorare dalla mattina alla sera e ci tira un po' il cxxo.“ Riferimento: https://le-citazioni.it/frasi/1544788-matteo-salvini-ci-siamo-rotti-i-cxxxxxxi-dei-giovani-del-mezzogio/

Gianx

Mer, 09/01/2019 - 18:44

@pravda99 ma troglodita come te ci si nasce o ci si diventa? Un'informazione in + noi..

DemetraAtenaAngerona

Mer, 09/01/2019 - 18:45

Anna Stepanovna Politkovskaja (in russo А́нна Степа́новна Политко́вская; New York, 30 agosto 1958 – Mosca, 7 ottobre 2006) è stata una giornalista russa,[2] molto conosciuta per il suo impegno sul fronte dei diritti umani, per i suoi reportage dalla Cecenia e per la sua opposizione al Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin. Nei suoi articoli per Novaja Gazeta, quotidiano russo di ispirazione liberale, Politkovskaja condannava apertamente l'Esercito russo e il Governo russo per il non rispetto dimostrato dei diritti civili e dello stato di diritto, sia in Russia che in Cecenia. Il 7 ottobre 2006, Anna Politkovskaja viene assassinata nell'ascensore del suo palazzo, mentre stava rincasando.*****si non c'è alcun dubbio non c'è niente che ci possa far pensare che Putin possa aver fatto assassinare qualcuno....Santo Subito!!!!!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 09/01/2019 - 18:48

Il contestatore casomai è stato zittito dalla musica della banda, non dal Ruspa...

Marianoski

Gio, 10/01/2019 - 01:36

Da polacco mi dispiace tanto di sentire quelle parolacce. Parole oscene in pubblico dobrebbero essere perseguite penalmente.

mila

Gio, 10/01/2019 - 05:44

@ DemetraAtena ecc -I Ceceni che combattevano contro i Russi e tagliavano la gola ai giovani soldati russi prigionieri erano dei terroristi. Se i Russi li hanno trattati un po' duramente hanno fatto bene. E la Sig.ra Politovskaja non credo sia stata fatta uccidere da Putin (tanto la maggioranza dei Russi non la ascoltava), ma cmq tradiva la Russia.

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Gio, 10/01/2019 - 06:33

Questi miserabili russofobi si dimenticano di quando erano LORO a invadere la Russia, arrivando fino a Mosca. E grazie a loro rischiamo l'olocausto nucleare, visto che la "dottrina Brzezinski" è farina del loro sacco, e così ci ritroviamo una espansione della NATO ad Est, che Reagan si era impegnato con Gorbaciov anon permettere mai. Però c'è una consolazione: se succede qualcosa, loro saranno I PRIMI AD ESSERE INCENERITI.

Ritratto di lurabo

lurabo

Gio, 10/01/2019 - 09:13

sai quanti ce n'è anche in italia di poveretti così purtroppo

DemetraAtenaAngerona

Gio, 10/01/2019 - 10:56

@mila...Non era mia intenzione disquisire sulla Cecenia e dintorni, ne sull’URSS, CSI, Glasnost ecc ne sulle opportunità politiche ma solo dato del valore della LIBERTA’ di espressione, l'esempio della giornalista, era solo per dire che in merito alla libertà di espressione possibile in Russia Putin non brilla. Per la protezione dei giornalisti (CPJ) ha riconosciuto che la Russia è uno dei paesi più pericolosi per i reporter ed il peggiore per quanto riguarda la risoluzione degli omicidi... impressiona la scia di sangue che in Russia accomuna le vicende di oppositori, blogger e giornalisti….dalla salita al potere di Putin sono 133 i giornalisti uccisi, i suoi oppositori politici sono ostacolati con metodi non proprio democratici...

DemetraAtenaAngerona

Gio, 10/01/2019 - 10:58

@franco g...bisognava/bisogna onorare il patto Gorbaciov Reagan.

mila

Sab, 12/01/2019 - 07:11

@ DemetraAtena ecc. -Si sa da chi sono stati uccisi i giornalisti? Lei ha le prove che e' stato Putin? Quanto agli oppositori russi, non c'e' bisogno di ostacolarli, dato che i Russi non li votano (al massimo arrivano verso il 2%), eccetto un po' il Partito Comunista antioccidentale di Zjuganov che va verso il 20% (a Lei puo' non piacere, ma a molti Russi si'. E' la democrazia)