Seppelliscono feto in giardino, fidanzatini indagati a Padova

Sono in corso gli accertamenti per verificare l'età del feto. Superati i tre mesi, l'aborto diventa illegale

Nella serata di ieri una ragazzina si è presentata in ospedale a Camposampiero, nel padovano, per emorragia ed estrazione di placenta a seguito di parto in casa. All'ospedale la giovane, di soli 17 anni, ha dato generalità false di un'amica maggiorenne.

Dagli accertamenti medici risulta che la ragazza ha partorito in casa. I carabinieri, allertati dai dottori dell'ospedale, hanno scoperto sepolto nel giardino di casa della ragazza i resti di un feto, che secondo quanto raccontato, sarebbe nato morto.

La giovane è ancora ricoverata a Camposampiero. Lei e il suo fidanzato, di 18 anni, sono stati segnalati all'autorità giudiziaria e rischiano di essere accusati di infanticidio. Tutto dipenderà dall'esito degli esami sul feto.

Le indagini sono in corso per accertare eventuali responsabilità da parte della famiglia, di origini albanesi ma residente nel Padovano, e capire se il feto avesse meno di tre mesi, oltre i quali l'aborto è illegale, a maggior ragione se clandestino.