Il sesso orale costa caro: quindicimila euro di multa ​per un rapporto in auto

Un 53enne friulano è stato "pizzicato" con una lucciola. Processato per atti osceni in luogo pubblico, è stato condannato a pagare una maxi-multa

Un atto sessuale che può costare caro, anzi carissimo. Perché quindicimila euro per una fellatio sono veramente tanti.

Un cinquantatreennne di Aviano, in provincia di Pordenone, si è soffermato a consumare un rapporto orale con una prostituta chiuso all'interno della propria auto, nel parcheggio di un supermercato. I residenti della via in cui si erano appartati, però, si sono accorti della scena e hanno avvertito i carabinieri, che hanno fatto scattare la denuncia.

Processato per atti osceni in luogo pubblico, il protagonista di questa storia è stato condannato a due mesi di carcere, poi commutati in una maxi-sanzione da quindicimila euro.

Commenti

agosvac

Sab, 07/03/2015 - 12:50

Atti osceni in luogo pubblico, è certamente un reato! ma che fine ha fatto, ammesso che ci sia stata, quell'inchiesta sulla ragazzina di 16 anni che si dilettava a scopare nel bagno della discoteca??? Non sarebbe il caso di multare anche lei per "atti osceni in luogo pubblico"????? O, forse, una ragazzina "per bene" può fare cose che ad una lucciola sono proibite, o , meglio, sono proibite a chi va con le lucciole?????

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 07/03/2015 - 13:41

Ma se non processano nemmeno quelli che lo fanno nei parchi o nelle strade.!! Strana magistratura.

leserin

Sab, 07/03/2015 - 14:58

Che figura di m...

giseppe48

Sab, 07/03/2015 - 15:56

la prostituta ha taciuto ,forse aveva la bocca piena?

Cacciamo i Padani

Sab, 07/03/2015 - 16:05

Se il Comune di Roma, invece di pensare al "quartiere a luci rosse", facesse multare tutti i clienti che vanno a prostitute nella città, sarebbe il Comune più ricco del mondo. Bisogna fare cassa penalizzando la domanda di prostituzione, non incentivarla.

istroveneto

Sab, 07/03/2015 - 23:35

Non e' chiaro se la multa e' stata data anche alla signora. Sa, per fare quelle cose bisogna necessariamente essere in due. Entrambi attivi.

Leo Vadala

Dom, 08/03/2015 - 02:24

Niente nome e cognome? Una bufala!

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 17/08/2016 - 16:52

...azzzzzz