Sesso, orge e scambi di coppia: al cinema il film porno dal vivo

In un cinema del Riminese si organizzano serate hard. Ma per i carabinieri non si commette nessun reato

Che il cinema Modernissimo di San Giovanni in Marignano (Rimini) proiettasse pellicole a luci rosse lo sapevano tutti. Ma i carabinieri andati per un'ispezione dopo l'esposto di un cittadino non credevano ai propri occhi: un buffet allestito in platea, due alcove di fortuna con diverse donne e una fila di uomini con i pantaloni calati in attesa del proprio turno. 

Insomma, come racconta Il Resto del Carlino per una sera al mese il cinema si trasformava in un locale per scambisti. La serata hard era pubblicizzata anche su siti a luci rosse e il via vai davanti all'ingresso infastidiva non poco i paesani. Finché uno di loro non ha deciso di denunciare la cosa alle autorità. A nulla è valsa la verifica da parte di carabinieri, ispettori del lavoro e personale Ausl: gli avventori (sia gli uomini che le donne, per quanto quest'ultimo fossero in numero nettamente minore) pagavano 50 euro per l'ingresso e ottenevano regolare ricevuta e tutta la documentazione era in ordine. Alle autorità non è restato che confermare che si trattava di una festa privata in cui non venivano commessi reati e lasciare i clienti a divertirsi. 

Commenti

vince50

Mar, 07/10/2014 - 16:00

Andare "al cinema"non è un reato,se volontariamente mettevano in pratica ciò che veniva proiettato non vedo a chi dovrebbe dare fastidio.

linoalo1

Mar, 07/10/2014 - 16:44

Ovviamente,chi ha chiamato i Carabinieri?O il solito bigotto o,peggio,uno che aveva un pistolino troppo piccolo per approfittarne!Lino.

biricc

Mar, 07/10/2014 - 17:25

Che squallore, le bestie si comportano con molta più dignità e magari questi poi se ne tornano a casa ad abbracciare i propri figli.

Luis Obispo

Mar, 07/10/2014 - 19:33

Ma scusa, "biricc" cosa c'entrano i figli?? Si tratta di adulti, consapevoli, consenzienti, che non rubano nulla a nessuno, non fanno male a nessuno e (letteralmente) godono tra quattro privatissime mura! Ma chi sei tu per giudicare? Ognuno si diverte come gli pare: ma non abbiamo già fin troppi motivi per piangere in questo Paese, anzi.... paese. Ben vengano goliardi e menti allegre che se la spassano come altri non capiranno mai! Ha diversi problemi nella testa, invece, il pruritoso che ha chiamato i Carabinieri. Mi sembra ieri che De Andrè cantava "Bocca di Rosa" : quante verità in quella poesia...

Ritratto di filatelico

filatelico

Mer, 08/10/2014 - 07:18

Solo i bacchettoni cattocomunisti non approvano queste occasioni di socializzazione!!!!

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 08/10/2014 - 09:45

Un edonismo sessuale senza limiti, certamente condannabile eticamente e religiosamente ma non laicamente nè dalle leggi. Ognuno è libero di di vivere o di rovinarsi la vita come vuole. Di sicuro lo spirito, anima o coscienza di costoro non esiste, non sanno nemmeno cosa sia. Il guaio è che in questo mondo esiste non solo la materia ma anche lo spirito, chiamatela energia, se volete. In pratica la vita è come un carretto che si muove su due ruote, però se c'è n'è una sola il carretto finisce per girare in tondo e non andare da nessuna parte. La cosa può diventare noiosa, alla fine, e il rischio depressione, solitudine e suicidio può finire per essere l'unica soluzione per uscirne.