Roma, 7 arresti nell'ambito della inchiesta sulla gestione dei rifiuti

Tra i destinatari dei provvedimenti eseguiti dal Noe il proprietario dell'area della discarica e l'ex presidente della Regione Lazio

I carabinieri del Nucleo operativo ecologico (Noe) di Roma hanno arrestato sette persone nell'ambito dell'inchiesta sulla gestione dei rifiuti in Lazio.

Tra le persone fermate dalle forze dell'ordine anche Manlio Cerroni, proprietario dell'area della discarica Malagrotta, nel territorio del Municipio Roma XVI e l'ex presidente della Regione Lazio, Bruno Landi.

Gli altri cinque destinatari dei provvedimenti sono Luca Fegatelli, fino al 2010 a capo della Direzione regionale Energia, il manager Francesco Rando, l’imprenditore Piero Giovi, Raniero De Filippis e Pino Sicignano.

I sette sono accusati di reati che spaziano dall'associazione a delinquere finalizzata alla truffa al traffico dei rifiuti.

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha ringraziato la magistratura per il lavoro d'indagine e ricordato che i fatti si riferiscono al periodo in cui guidava la Provincia. Ha aggiunto di avere "aiutato a chiudere" Malagrotta.

Commenti

canaletto

Gio, 09/01/2014 - 10:40

Mi viene da ridere e da pinagere contemporaneamente. Da una parte si parla di svuotamento carceri, rilasciando detenuti pericolosi e dall'altra parte si riempiono per delle cose normali. L'Italia è piena di discariche abusive e non, innanzi tutto per la legge sui rifiuti che è sbagliata e va rivista, e poi per evitare discariche, bisogna costruire impianti di incenerimento e valorizzatori energetici. si darebbe da lavorare e nello stesso tempo si produrrebbe energia a costo zero. purtroppo bisogna lottare con la mafia dell'energia (Eni, Agip, Enel ecc.). Però ci mettiamo in casa armi chimiche ex siria, ovviamente a gratis......

Rossana Rossi

Gio, 09/01/2014 - 10:54

Troppo impegnati a spartirsi le mazzette, infatti Roma purtroppo è una città sporca da far vergogna. Andate a vedere come è tenuta Ostia, 13° circoscrizione, con cassonetti della spazzatura rotti e puzzolenti piazzati davanti ai portoni delle case, strade piene di rifiuti, una vera schifezza in quella che dovrebbe essere la città più rappresentativa d'Italia, altro che decreto SalvaRoma............

liberalone

Gio, 09/01/2014 - 11:07

Ma Bruno Landi non appartiene al Nuovo Partito Socialista Italiano? La solita sinistra ladra.

-XXX-

Gio, 09/01/2014 - 11:54

@liberalone Rappresenti proprio bene il livello di informazione dei tuoi amichetti.....fino a prova contraria il Nuovo Partito Socialista Italiano ha fatto parte della Casa delle Libertà e successivamente del Popolo della Libertà, non proprio due raggruppamenti/partiti di sinistra, credo! Complimenti!

BlackMen

Gio, 09/01/2014 - 12:32

liberalone: ahahhaa bella figura di mer..

LittleOsc

Gio, 09/01/2014 - 14:05

E certo si... canaletto investiamo in inceneritori e poi spenderemo i soldi per pagare le cure di quelli che si ammaleranno per colpa dei residui dell'incenerimento, ma lo sai che con la metà dei soldi che ci vogliono per costruire un inceneritore, che al di là della pericolosità per essere redditivo deve lavorare a pieno regime, ci realizzi una catena di reciclo completa?

gneo58

Gio, 09/01/2014 - 14:35

per LittleOsc - se gli inceneritori sono fatti BENE fumi di scarico tossici praticamente non ce ne sono - si informi - l'inceneritore e' l'unica soluzione, assieme alla differenziata, se ci vogliamo salvare. A monte la grande distribuzione poi dovrebbe commercializzare i prodotti in contenitori "adatti" (nel senso che e' inutile avere il barattolo di plastica che una volta aperto rivela 30% di prodotto in meno rispetto al volume esterno ecc ecc

gneo58

Gio, 09/01/2014 - 14:41

per LittleOsc - se gli inceneritori sono fatti BENE fumi di scarico tossici praticamente non ce ne sono - si informi - l'inceneritore e' l'unica soluzione, assieme alla differenziata, se ci vogliamo salvare. A monte la grande distribuzione poi dovrebbe commercializzare i prodotti in contenitori "adatti" (nel senso che e' inutile avere il barattolo di plastica che una volta aperto rivela 30% di prodotto in meno rispetto al volume esterno ecc ecc

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Gio, 09/01/2014 - 15:24

@LittleOSC guardi, non se di che generi di inceneritoti lei parli, ma le assicuro che nel mio piccolo comune (Schio, provincia di Vicenza) abbiamo un inceneritore che lavora per tutto l'alto Vicentino che non puzza, non inquina e che produce energia. Lavoravo a non più di un km dal sito, e le assicuro che mi infastidiva di più l'odore che proveniva da un altro stabilimento vicino (caffè Carraro) quando tostava il caffè...

degrel0

Gio, 09/01/2014 - 16:19

Per le mammolette di sinistra:è indagato anche Marrazzo.

Noidi

Gio, 09/01/2014 - 16:22

@hellmanta: Solo una domanda: Lei si affida al Suo olfatto per capire se qualcosa è nocivo oppure no?

igiulp

Gio, 09/01/2014 - 16:33

@LittleOsc - "Catena del riciclo"? Lei fa discorsi per marziani. Vada a vedere cosa succede a Napoli, dove il sindaco (che odia gli inceneritori) e che aveva promesso di arrivare, entro max, sei mesi, al 70% di differenziata, brancola ancora oggi tra mucchi di rifiuti e fumarole varie. Nel mio comune (il più virtuoso in provincia), per arrivare ad oltre il 75% di differenziata, sono occorsi 25 anni e con una politica di insegnamento continuo alla popolazione sulle tecniche di smaltimento. La regione è ora in grado di valutare se tenere o spegnere le centrali tecnologicamente più datate. Occorre quindi tempo ma soprattutto aver la giusta mentalità.

BlackMen

Gio, 09/01/2014 - 16:59

degrel0: e con questo? due ladri non fanno un onesto. Ha rubato i nostri soldi?...in galera pure lui!

vince50

Gio, 09/01/2014 - 19:00

Certo è che in italia non mancano i "rifiuti",e se mai qualcuno avesse il potere di "fare pulizia"senza guardare in faccia nessuno,si direbbe:quello è un fascista.

Ritratto di Vendetta

Vendetta

Gio, 09/01/2014 - 20:26

Ecco un'altro imprenditore meschino che ovviamente sara' stato ossequiato da tutte quelle persone che sapevano e tacevano. Dovrebbero essere eccezioni queste notizie invece sono la regola.

Ritratto di filatelico

filatelico

Ven, 10/01/2014 - 14:48

BRAVO MARRAZZO BRAVO LANDI Il sig Cerroni NON E' un IMPRENDITORE E' solo un amico dei KOMPAGNI DELLA SINISTRA

LittleOsc

Ven, 17/01/2014 - 08:41

Vi do un consiglio, se può interessarvi, se vi capita cercate di vedere un documentario dal nome "Sporchi da Morire", magari vi ricredete sui benefici, molto teorici degli inceneritori.... per farvi un esempio quando qualcuno ha fatto notare al vice direttore dell'inceneritore di Vienna cosa residua dal suoi inceneritore per poco non si metteva a piangere.... O sempre se avete tempo provate a cercare in rete le parole "Professor Montanari o Professoressa Gatti", o ancora sempre se avete tempo provate a cercare "Zero Waste", o fatevi un giro a "San Fraciso"...Informatevi, poi magari ne riparliamo.....