Gli sfoghi di Lady Diana: "Così ho scoperto il tradimento di Carlo"

A 20 anni dalla morte di lady Diana in un libro vengono riportate le trascrizioni degli sfoghi della principessa del Galles

A 20 anni dalla morte di lady Diana in un libro vengono riportate le trascrizioni degli sfoghi della principessa del Galles che a pochi giorni dal matrimonio scoprì i tradimenti di Carlo d'Inghilterra con Camilla. E il settimanale Nuovo pubblica alcuni di quei passaggi delle parole di Diana che lasciano intendere quanto fosse forte la sofferenza della principessa. "La prima cosa che mi ha colpito è che il mio futuro marito mandava fiori a Cmilla Parker Bowles quando stava male. Non affrontai il problema gli chiesi solo di essere onesto con me. Una volta lo sentii perfino parlare al telefono nel suo bagno. Diceva: 'Qualunque cosa succeda io ti amerò sempre". Poi la confessione più dura: "Aveva trovato la vergine, l'agnello sacrificale e , in qualche modo, era ossessionato da me. Il suo umore era altalenante. Era lunedì, il mercoledì ci saremmo sposati. Lui era andato da lei. Pranzai con le mie sorelle e dissi loro che non potevo sposarlo, che non potevo farlo. Ma mi dissero che ormai era troppo tardi". Infine il problema con l'anoressia: "È cominciata la settimana che ci siamo fidanzati. Carlo mi mise la mano sulla pancia e mi disse che ero un po' paffuta. Quel gesto scatenò la mia reazione anche contro Camilla. passai in poche settimane dalla settantaquattro di vita all cinquantotto".