Si conoscono in chat: 60enne viene stuprata al primo appuntamento

Un 40enne ha adescato la donna sui social, poi l'ha portata in un luogo appartato e l'ha violentata

Una storia d'amore che diventa una tragedia. Succede a Montebelluno dove un 40enne ha adescato una donna di 60 anni su una chat. Dopo un po' di tempo l'ha invitata fuori, per conoscersi meglio. Il primo appuntamento però si rivela una tragedia. L'uomo porta la donna in un luogo appartato e la violenta. Poi, come riporta Il Gazzettino, "la riaccompagna verso l’auto, ma durante il tragitto si ferma in un bar, compra un 'gratta e vinci' e si mette in tasca 200 euro. È questa, in estrema sintesi, l’angosciante esperienza vissuta da una 60enne che risiede nel Montebellunese".

Nonostante la donna fosse sconvolta, è riuscita ad annotarsi il numero di targa dell'uomo conosciuto in chat. Un indizio, come riporta Il Gazzettino, "che ha permesso ai carabinieri, dopo mesi di indagini, di identificare l’autore dello stupro che adesso si avvia verso il processo nel quale la donna, assistita dall’avvocato Andrea Zambon, si costituirà parte civile chiedendo il risarcimento del danno".

Commenti

Papero6

Sab, 18/07/2015 - 17:37

Si legge nell'articolo: "La donna si costituirà parte civile chiedendo il risarcimento del danno..." Alla (piacente?) signora 60enne non le interessa mandare in galera il focoso 40enne, ma solo farsi pagare. (la prestazione? Opps!) Però lui che spilorcio, ha vinto 200 euro col grattino e non le ha nemmeno offerto da bere! Non ci sono più gli stupratori di una volta...

GUGLIELMO.DONATONE

Gio, 17/09/2015 - 18:41

Ai Montebellunesi non bastava il codice fiscale? Li hanno anche muniti di "targa". Dovranno cucirsela sui pantaloni?