Si fa il trapianto di capelli e muore all'improvviso per una reazione allergica

La vittima, un uomo indiano di 43 anni, è morto per una reazione allergica dopo aver fatto il trapianto di capelli

Morire per un trapianto di capelli. È l'assurda fine di un uomo indiano di 43 anni, strappato alla vita da un'inaspettata reazione allergica. La vittima, come riportato dal Times of India, è Shrawan Kumar Choudhary, deceduto in seguito all'intervento in una clinica di Mumbai.

Secondo le fonti locali, scrive Il Messaggero, l'operazione è durata ben dodici ore. L’uomo, infatti, voleva farsi trapiantare in la bellezza di 9mila innesti in una seduta soltanto. Si tratta di una quantità tre volte superiore a quella consigliata in un solo colpo. E la cosa, molto probabilmente, gli è stata fatale.

Il 43enne, infatti, ha iniziato ad accusare problemi il giorno seguente all'operazione: nonostante questo è stato dimesso dai medici dell'ospedale. Dopo aver accusato un malore a casa, un conoscente lo ha portato d'urgenza in pronto soccorso, dove è deceduto per reazioni allergiche letali.

Sul caso è stato aperta una procedura interna e sono scattate le indagini delle forze dell'ordine per appurare eventuali negligenze da parte del personale medico-sanitario.