Si spaccia per funzionario Inps e truffa due anziane, arrestato

Faceva credere alle vittime di aver diritto agli arretrati della pensione e che avrebbero dovuto consegnargli soldi per avviare le pratiche: preso 53enne in Campania

Si spaccia per un funzionario dell’Inps e truffa a domicilio due signore anziane a cui aveva paventato il miraggio della liquidazione di presunti arretrati della pensione. Finisce in manette un 53enne a Benevento.

L’uomo, residente nel napoletano, aveva elaborato un metodo ingegnoso per carpire la fiducia delle vittime e per convincerle ad affidargli quelli che erano i loro risparmi. Si faceva passare per un dipendente dell’Inps incaricato dall’istituto di previdenza sociale di gestire e avviare delle pratiche di liquidazioni e rimborsi a favore di alcuni pensionati. Avrebbero dovuto ottenere la liquidazione di somme di denaro che il falso funzionario rappresentava come importanti e a loro dovute.

Ma tutto ha un costo, soprattutto la burocrazia. Per poter accedere a questa possibilità, e per avviare le pratiche, sarebbe stato necessario anticipare del denaro che sarebbe andato a coprire i costi “tecnici” delle operazioni. Così facendo era riuscito a spillare duemila euro alla prima e 1.500 euro alla seconda delle sue vittime. Però il 53enne non si era accontentato del denaro consegnatogli “spontaneamente” dalle vittime e così in casa di una delle due vittime, approfittando della distrazione e della buona fede carpita, sarebbe riuscito a rubare, contestualmente alla truffa, una cifra che secondo gli inquirenti si aggira sui diecimila euro.

Il falso ispettore Inps è stato individuato e arrestato. Deve rispondere di truffa e furto per questi episodi che risalgono al mese di luglio dello scorso anno. Le indagini sembrano solo all’inizio. I carabinieri stanno valutando se l’uomo sia riuscito a ingannare, grazie al suo "metodo", anche altri anziani nel Sannio e in Campania.

Il fatto che i truffatori tentino di guadagnarsi la fiducia degli anziani spacciandosi per dipendenti pubblici rappresenta uno degli ultimi (e più efficaci) trend dei malfattori che estorcono denaro agli ignari cittadini. Come veri e propri camaleonti, si spacciano per parenti e amici, in alcuni casi (come scoperto nei mesi scorsi tra Campania e Basilicata) c'era chi era riuscito a spacciarsi addirittura per maresciallo dei carabinieri.