Il sindaco leghista blocca la squadra dei giovani profughi

Il comune di Mortara nega l’utilizzo del campo: "Far giocare queste persone ci sembra uno sgarbo alle famiglie che portano i loro ragazzi a calcio"

I profughi non possono allenarsi sui campi di calcio del Comune di Mortara, città amministrata da un monocolore leghista. La società locale, che milita in Seconda categoria, ha annunciato oggi la revoca dell'accordo verbale che aveva preso nei giorni scorsi con la cooperativa Faber, che ospita 131 richiedenti asilo in quattro strutture lomelline, di cui due proprio a Mortara. Volevano far giocare una quarantina di ragazzi, tra i quali due libici che nel loro paese militavano tra i professionisti: "Poteva essere un'occasione di integrazione - ha spiegato il presidente della cooperativa, Fabio Garavaglia - ma anche la possibilità di scoprire qualche talento tra questi ragazzi".

Hanno avuto il tempo di fare un solo allenamento, poi il Comune ha imposto alla società il dietrofront: se non fosse tornata sui suoi passi, avrebbe rischiato la revoca della convenzione per la gestione dei campi, per la quale percepisce un contributo dal Comune di 40 mila euro all'anno. "Far giocare queste persone - dice il sindaco Marco Facchinotti - ci sembra uno sgarbo alle famiglie che portano i loro ragazzi a calcio. Noi non vogliamo che persone con uno status ibrido si allenino sui campi da calcio del Comune di Mortara".

La decisione del primo cittadino ha scatenato la reazione del Pd e di Sel. "Il ministro Alfano verifichi il comportamento del sindaco di Mortara, Marco Facchinotti, che ha costretto la locale squadra di calcio a revocare l'uso del campo d'allenamento ad una cooperativa di migranti. Oltre ad essere una scelta politica di chiaro stampo discriminatorio e razzista, i giovani calciatori sono stati definiti di "stato ibrido", ci chiediamo su quali basi la Giunta abbia potuto assumere tale decisione, impedendo di fatto ai giovani di utilizzare la struttura sportiva? Si tratta di una iniziativa gravissima, profondamente ingiusta e diseducativa, che va censurata a tutti i livelli", scrivono in un'interrogazione urgente al ministro degli Interni, i senatori del Pd Andrea Marcucci, Franco Mirabelli, Bruno Astorre, Laura Cantini, Mauro Del Barba, Camilla Fabbri, Nicoletta Favero, Francesca Puglisi, Francesco Scalia.

"È davvero un "nuovo genio italico" Marco Facchinotti, il sindaco leghista di Mortara, in provincia di Pavia, che ha impedito che nella locale squadra di calcio si allenassero una quarantina di migranti", tuona il coordinatore nazionale di Sinistra Ecologia Libertà, Nicola Fratoianni.

Commenti

spectre

Mar, 22/09/2015 - 09:59

bene speriamo che altri sindaci comincino a prendere esempio e a boicottare questo buonismo viscido... cha va solo a vantaggio di ste maledette onlus e albergatori pro invasione.... a scapito dei cittadini che ancora pagano le tasse... che lo stato usa per arricchire questa gentaglia!!!

Gibulca

Mar, 22/09/2015 - 10:05

Non è tanto lo status ibrido che preoccupava il sindaco, quanto che il campo è cosa pubblica e pagato con le tasse dei cittadini. L'utilizzo comporta una spesa per il comune. Quindi anche per i cittadini, che comunque hanno la precedenza nell'utilizzo. Da notare che il campo non può essere utilizzato ogni giorno, pena il deperimento del manto erboso. Un'ultima considerazione: se i "profughi" cercavano un posto dove integrarsi, potevano raggiungere i paesi arabi confinanti con il loro dove si parla la stessa lingua, si prega lo stesso Dio e i campi da calcio sono polverosi. Passi per l'accoglienza. Ma riservare anche palestre, campi da calcio, saune, asili e scuole non mi sta bene ed è un insulto ai residenti che hanno costruito tutto ciò col sudore della fronte, anno dopo anno.

Raoul Pontalti

Mar, 22/09/2015 - 10:08

Puro delirio razzistico.

ziobeppe1951

Mar, 22/09/2015 - 10:52

Se vogliono possono darsi da fare a mantenere e pulire il campo, naturalmente gratis

rainbow1964

Mar, 22/09/2015 - 10:59

ben fatto !!! le tasse le pagano i cittadini italiani i servizi spettano ai cittadini italiani ... è ora di finirla con sta storia che siamo razzisti!! un paio di palle!! aiutiamoli al loro paese e i governi la smettano di vendere armi alla feccia dell'umanità per i loro ignobili interessi, vedrete che le cose cambieranno!! certo che finchè il genere umano non avrà rispetto per i propri simili e l'unico obiettivo resterà quello di infilarlo nel deretano al prossimo faremo sempre e solo passi indietro ....!!

obiettivo75

Mar, 22/09/2015 - 11:21

In verità il Sindaco il divieto ad utilizzare il campo lo ha giustificato per motivi di residenza ed iscrizione alla scuola calcio del paese. In pratica, i genitori pagano una retta per i loro figli, il comune paga luce, acqua e gas e mantenimento del manto erboso. In cambio l'ente riceve € 40.000 annui dal mortara calcio(che credo coprano appena le spese di cui sopra). I richiedenti asilo avrebbero giocato gratis. Infatti, il mortara calcio affittuario non può (come del resto gli inquilini delle case) subaffittare ad altri. Certo che con un pò di volontà si poteva superare l'ostacolo, ma il sindaco non ha voluto. Giusto ? Sbagliato ?

Libertà75

Mar, 22/09/2015 - 11:27

c'è gente come Gibiluca che è in grado di fare un'analisi economica e poi gente che non capisce nulla di economia ma che dispensa facili insulti

roseg

Mar, 22/09/2015 - 11:30

Raoul Pontalti visto che hai toccato l'argomento delirio...come stai??? Le cure che stai facendo non mi sembrano molto efficaci considerando i tuoi post.

Libertà75

Mar, 22/09/2015 - 11:31

Basta con questi attegiamenti razzisti da parte di queste cooperative. I richiedenti asilo sono clandestini finché non viene loro riconosciuto uno specifico status. Quando verrà concesso lo status di profugo o di rifugiato allora sarà opportuno integrarli con le società circostanti che dovranno accoglierseli. Non è mica colpa dei sindaci se le cooperative ci speculano 2 anni prima che le procedure siano terminate. Il razzismo alberga nell'inefficienza speculativa voluta dal sistema già conosciuto sotto il nome di mafia capitale.

routier

Mar, 22/09/2015 - 11:36

Qualche sprovveduto lo chiama razzista, in realtà se continua così raddoppierà i consensi elettorali. Chi va contro la volontà popolare è destinato al fallimento.

BlackMen

Mar, 22/09/2015 - 11:40

"...Noi non vogliamo che persone con uno status ibrido si allenino sui campi da calcio del Comune di Mortara".....ora ditemi se questo non è un cerebroleso!

1942

Mar, 22/09/2015 - 11:44

il sindaco più che leghista mi sembra uno che li conosce bene. perchè 1° se gli dai il dito si prendono il braccio (è la loro cultura) 2° nei centri di accoglienza diventerebbero tutti calciatori

petra

Mar, 22/09/2015 - 12:01

SE non fai tutto quello che pretendono ti tacciano di razzismo. E basta!!

petra

Mar, 22/09/2015 - 12:08

Prima è giusto verificare il loro status. Poi si vedrà. In Germania chi è immigrato illegale non ha alcun diritto, nè casa, nè cure mediche nè altro. Puo' solo sperare nella Caritas. E nessuno si permette di dare a loro dei razzisti. Sono regole, e vanno rispettate. E' ora che si cominci anche da noi. Giardinetti pubblici occupati da immigrati di ogni genere, città ridotte a latrine, aggressioni agli autisti di autobus, sporcizia ovunque, venditori abusivi che si moltiplicano. Vogliamo continuare di questo passo? Mi auguro di no.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mar, 22/09/2015 - 12:15

La cosa migliore, sarebbe che proprio non si verificassero le condizioni per dover fare scelte difficili. Detto schiettamente: che non ci fossero sedicenti profughi. Però, dal momento che ci sono, ed in attesa di fare una cernita tra chi rientra nei diritti costituzionali (!) e chi no, con molto pragmatismo, mi domando se sia preferibile avere un centinaio di nullafacenti a spasso per la città, o tenerli fuori dalla circolazione, occupati in attività faticose, di quelle che alla sera ti fanno vedere il letto come migliore obiettivo possibile. Forse, anche nell'interesse della popolazione, è meglio rizollare un campo di calcio, del dover fronteggiare i guai provocati da una massa di giovanotti annoiati. Sekhmet.

Miraldo

Mar, 22/09/2015 - 12:19

Molto bene il Sindaco Leghista, che sia un esempio per gli altri. Ma dubito che i Sindaci del Pd e del M5S lo facciano essendo loro quelli che li fanno arrivare.........

moshe

Mar, 22/09/2015 - 12:29

... qualche sindaco col cervello esiste ancora !!!

kayak65

Mar, 22/09/2015 - 12:52

possono allenarsi nel capo del paese di Raoul pontalti. sono sicuro che gli mettera' a disposizione anche la propria cucina per rifocillarsi dopo l'allenamento e magari lavargli gli indumenti

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 22/09/2015 - 13:03

A parte la palla e il campo qualcuno di loro ha chiesto pala e picco? Pennello e cazzuola? Un ufficio o altri strumenti di lavoro? Intendo dire che aldilà delle trovate pubblicitarie antileghiste, e persino il parroco del mio paese chiudeva il campo ai ragazzi per non farlo rovinare, e antiimmigrazione, e la lega un po' dovrebbe mollare il colpo, questi qua che vogliono fare?

Raoul Pontalti

Mar, 22/09/2015 - 13:11

petra la verifica dello status spetta allo Stato e non al sindaco. Poi possiamo pure lamentarci del fatto che questo Stato impiega troppo tempo a separare i veri profughi dai falsi o addirittura rinuncia a identificarli come ben vedo io nel casi dei molti che mi passano sotto casa (abito a Trento) e sono diretti al Brennero senza aver subìto reali controlli e privi di documenti che lo Stato avrebbe dovuto rilasciare loro. Ma ciò non mi autorizza a fare il razzista e a negare il diritto al soddisfacimento dei bisogni fondamentali delle persone con la scusa che non so se chi ho di fronte scappa dalla guerra o viene solo per fare fortuna. A tempo debito (si spera breve o pelandroni a carico del debito pubblico!) il falso profugo verrà smascherato e allontanato, fino a quel momento per me e per la legge è un uomo con la sua dignità e i suoi diritti.

antipifferaio

Mar, 22/09/2015 - 15:47

E vorrebbro anche farli giocare al calcio...certo, dalle mie parti devo pagare un campetto se voglio fare una partita mentre a questi il pd da tutto gratis. Bravi, andate avanti così...contro un muro. p.s. Raoul Pontalti parla di razzismo solo che è facile pontificare con la pancia piena, col conto in banca e lavoro ben remunerato. Chiedilo ad un disoccupato del sud cosa pensa degli immigrati e visto che ci sei anche del tuo caro leader..e poi ne riparliamo...

ziobeppe1951

Mar, 22/09/2015 - 15:52

Pontalti..sai come dicono a Parma...vai a quel paese?

Ritratto di aresfin

aresfin

Mar, 22/09/2015 - 16:09

@Raoul Pontalti: Se molti extra passano sotto casa tua, perché non li ospiti, gli dai da mangiare, bere e dormire, magari gli fai fare una partitina a calcio nel tuo giardino, una bella doccia calda e gli presti pure la tua auto con il pieno di benzina? Caro solone, a parlare e pontificare (da falso buonista) si fa molto presto, poi vorrei vedere veramente quanti ne hai ospitati davvero finora. Raoul, ci hai già rotto con le tue kagate quotidiane.

baio57

Mar, 22/09/2015 - 16:23

Se calcoliamo 35 euro per migrante ,il "montepremi" annuale sarebbe di circa 1.700.000 euro . Un piccolo sforzo economico e la Coop in questione costruisca un campetto su cui far giocare i mmmmmiiiigrrraaanti....

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 22/09/2015 - 16:24

Si taglino i fondi a questi comuni e li si multi come in qualsiasi nazione civile e democratica.

alfonso cucitro

Mar, 22/09/2015 - 16:26

Sono cittadini italiani?Sono iscritti e tesserati alla FGCI o alla lega dilettanti?Non penso e allora dov'è il problema? Ma forse il problema c'è ed è quello di averli accolti e messi a fare la vita da nababbi (visto che si concede loro tutto quello che vogliono) a spese degli italiani.

elalca

Mar, 22/09/2015 - 16:40

luigipiso: sentivamo la mancanza di qualche post assolutamente stupido

eloi

Mar, 22/09/2015 - 16:52

Dopo il primo approccio esigeranno l'adeguamento dello spogliatoio alle loro usanze.

Ritratto di Farusman

Farusman

Mar, 22/09/2015 - 17:00

Ogni tanto compare Raoul Pontalti con le sue sentenze. Eppure la cosa non è così difficile da capire. I campi di calcio sono strutture comunali la cui manutenzione ha un prezzo e pertanto il comune ne esige l'affitto per l'utilizzo. Perciò chiunque desideri utilizzare quegli spazi o si convenziona con il comune o paga. Se la Società Calcio Mortara o la Cooperativa Faber desiderano utilizzare quegli spazi, paghino come tutti gli altri cittadini. Il problema è che fanno i buonisti sulle spalle dei cittadini: troppo facile, Presidente Garavaglia: e poi mi dica quanto le rende, personalmente, la Cooperativa. Non mi dica che fa andare la coda gratis.

silvano_agg

Mar, 22/09/2015 - 17:24

Tutto ha un costo che gli italiani pagano le tasse . Chi non paga ed non ha mai pagato tasse A il solo diritto di sopravvivenza

ziobeppe1951

Mar, 22/09/2015 - 17:28

@luigipiso....purtroppo non siamo una nazione civile e democratica (al voto quando?)

Ritratto di aresfin

aresfin

Mar, 22/09/2015 - 18:03

@luigipiso: il solo fatto che si permetta a uno come te di postare le baggianate che scrivi, dimostra abbondantemente che non siamo in un Paese democratico. Vai a dormire che è meglio.