Sindaco propone una via per Salò , l'Anpi insorge a Pavia

Polemica a Mede, in provincia di Pavia: la giunta comunale di centrodestra propone una via per Salò, ma le associazioni di partigiani promettono battaglia

Il comune di centrodestra propone l'intitolazione di una via a Salò e la sezione locale dell'Anpi insorge. La storia, che per alcuni versi sembra emergere dagli anni Cinquanta, arriva da Mede, in provincia di Pavia.

Dove la giunta guidata dal sindaco leghista Giorgio Guardamagna ha proposto di intitolare una via del paese alla località gardesana che ha legato per sempre il suo nome all'effimera esperienza della Repubblica Sociale Italiana.

La proposta porta le firme del vicesindaco Guido Bertasi e dai rappresentanti di Fratelli d'Italia Annibale Ferraris e Walter Carena. Tuttavia l'iniziativa, non ancora approvata dalla commissione Toponomastica del Comune, ha subito incontrato l'opposizione della sezione dell'Anpi di Mede-Pieve del Cairo.

"Questa proposta mi fa paura - dice il vicepresidente Enrico Crotti- Se i proponenti avessero voluto scegliere una località turistica del Garda, avrebbero potuto indicare Riviera o Gardone: invece credo proprio che vogliano rivalutare i disvalori della Repubblica sociale. Il sindaco Guardamagna ha pagato pegno mercanteggiando i voti dell'estrema destra portatigli da Ferraris alle ultime elezioni con queste iniziative antidemocratiche."

Commenti

Trinky

Mar, 27/12/2016 - 15:38

ma i cosiddetti partigiani vivono fino a 120 anni? speriamo di no...!!!

giovauriem

Mar, 27/12/2016 - 15:39

signor ivan francese , c'è un refuso , quelli dell'ampi insorgono ? forse voleva dire risorgono , visto che i partigiani quelli con età giusta sono tutti morti .

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 27/12/2016 - 15:44

Adesso i partigiani, o meglio la marmaglia che compone questa oscena associazione fara' abrogare la parola Salo' dal vocabolario e obbighera' il comune gardesano a cambiare nome.

MaxHeiliger

Mar, 27/12/2016 - 16:09

Ma ci sono ancora partigiani vivi ? Ultra novantenni credo

paco51

Mar, 27/12/2016 - 16:13

basta con sti partigiani! Ma quanti ne sono rimasti?

Juniovalerio

Mar, 27/12/2016 - 16:14

ma si intitolatela a Stalin così i comu son contenti...

MOSTARDELLIS

Mar, 27/12/2016 - 16:41

I partigiani non sono stati immuni dal commettere tante atrocità. Sarebbe anche ora di chiudere il sipario.

polonio210

Mar, 27/12/2016 - 17:08

A Mede l'unica via a cui cambiare il nome in Via Salò dovrebbe essere quella in cui è ubicata la sede dell'anpi.Ed a proposito:l'anpi paga l'affitto e se sì quanto paga?Magari l'anpi è proprietaria dell'immobile in cui risiede e se sì con che soldi lo ha acquistato e paga tutte le tasse che pagano i comuni cittadini per i loro beni immobili?

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 27/12/2016 - 17:58

Salò è una località sul lago di Garda. Che male c'è ad intitolare una strada a Salò? Me lo spieghino i signori (sic!) della Associazione Nazionale Poveri Idioti. Già...dimenticavo a loro piace via Stalingrado..

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Mar, 27/12/2016 - 18:07

I partigiani "veramente combattenti" (escluso qualche decina di terroristi del pc) erano poche centinaia, sono poi lievitati a milioni di "fintamente combattenti" dopo la fine della guerra. Evidentemente la "lievitazione" ha avuto un impulso inusitato in quanto prosegue tutt'oggi. Morti i "veramente" e i "fintamente" ora l'anpi è composta dai "nunceromabastachesemagna".

Trinky

Mar, 27/12/2016 - 18:33

a loro piace anche via togliatti, magari pure nilde jotti..........che bella coppia hanno fatto!

claudioarmc

Mar, 27/12/2016 - 18:50

Speriamo in un colpo apoplettico degli insorgenti

fifaus

Mar, 27/12/2016 - 18:50

Basta con questi nipotini!

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 27/12/2016 - 19:18

Non è una buona idea L'esperienza della repubblica sociale non dovrebbe essere celebrata ma ricordata affinché non possa più verificarsi ne tantomeno essere presa come modello Va bene ricordare chi mori in buona fede ma non credo che sia opportuno ricordare la repubblica collaborazionista che si distinse per il suo servilismo ai tedeschi e la repressione degli italiani Il fatto che partigiani non sono sempre stati degli angeli, non autorizza a celebrare uno dei più bui momenti della storia italiana

manfredog

Mer, 28/12/2016 - 00:51

..se in Italia ci sono ancora (e ci saranno ancora) molte via 'Togliatti' ed anche Stalingrado, non vedo perché non ci possa essere una 'Via Salò'; cosa hanno di meno peggio gli ultimi due che ho citato rispetto a 'quelli di Salò', anzi, probabilmente sono stati molto ma molto peggio, se vogliamo parlare del 'peggio'. mg.

Popi46

Mer, 28/12/2016 - 07:24

I partigiani insorgono? E chi se ne frega!

umberto nordio

Mer, 28/12/2016 - 08:33

Quali partigiani? Quelli che sono spuntati dopo il 25 Aprile 45', ovvero i tanti opportunisti del post-liberazione?Quanti anni hanno ,130?Fateli tacere!

Ritratto di Kampf63

Kampf63

Mer, 28/12/2016 - 09:01

Splendida località Salò, se i progressisti temono una cosa del genere? Chi è il conservatore allora?

giovanni951

Mer, 28/12/2016 - 09:07

partigiani? ma di quali partigiani parliamo? ormai son tutti sotto terra dove si stanno rivoltando vedendo come é stato ridotto questo povero paese.