Sindaco di Taranto aggredito a calci e pugni

Bloccata e arrestata una donna: il primo cittadino, reduce da un intervento chirurgico

È stata posta agli arresti domiciliari e domani mattina sarà processata per direttissima Stefania De Pace, di 37 anni, la donna che ha aggredito questo pomeriggio il sindaco di Taranto, Ippazio Stefano, spintonandolo e colpendolo con un paio di pugni al petto. Il primo cittadino, che ha subito in passato un intervento al cuore, è stato sottoposto ad accertamenti in ospedale. Secondo fonti di Palazzo di città Stefano è in buone condizioni, ha anche riso e scherzato con i suoi collaboratori, preoccupandosi per le conseguenze della donna che lo ha aggredito. La 37enne, a quanto si è appreso, si era rivolta al sindaco pretendendo di essere ricevuta ed ascoltata in quello stesso momento, nonostante Stefano le avesse assicurato che l’avrebbe accolta domani mattina, in considerazione degli impegni già in l’agenda. La donna ha però reagito in maniera violenta scagliandosi contro il primo cittadino.

"Esprimo la mia personale solidarietà e quella del nostro partito al sindaco di Taranto, Ippazio Stefano, vittima di un’aggressione quest’oggi. La divergenza ideologica o il malcontento popolare nei confronti della politica non possono in alcun modo giustificare atti di violenza come questo. A Stefano esprimiamo la nostra vicinanza con l’augurio di pronta guarigione e ritorno alle sue pubbliche funzioni". Lo dichiara il coordinatore regionale di Forza Italia, l’on Luigi Vitali.