Sindaco di Ventimiglia: "Corteo pro-immigrati? È un'inutile passerella"

Ioculano: "Trovo la manifestazione che si terrà domani anacronistica, estemporanea, slegata e lontana dai bisogni della nostra città, dei suoi cittadini"

"Trovo la manifestazione che si terrà domani anacronistica, estemporanea, slegata e lontana dai bisogni della nostra città, dei suoi cittadini (ignorati da oltre due anni dai promotori) e delle persone in cammino.Manifestare in Francia sarebbe stato sì provocatorio. Farlo da questa parte del confine, a Ventimiglia, è solo l'ennesima e inutile passerella". Poche parole con cui il sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano (Pd), dal proprio profilo Facebook, intende commentare il maxi corteo in programma domani a Ventimiglia e che vedrà in piazza gli intellettuali di sinistra, per dire "no" all'intolleranza, a favore della libera circolazione dei migranti in Europa.

E infatti, non si capisce il perchè, ma da tre anni ormai le azioni di protesta contro il divieto di espatrio degli stranieri in Francia, si tengono sempre a Ventimiglia, malgrado il "tappo" che si è creato al confine, non sia di certo dovuto all'Italia. Tramontata l'idea di una conto-manifestazione della cittadinanza, Ioculano viste anche le numerose proteste degli abitanti, ha deciso di intervenire, senza badare troppo al colore politico, bacchettando quella sinistra, forse un po' troppo radicale, che approfitta di una città ormai alle corde, per diffondere il proprio messaggio politico. Un atto di coraggio, come quando nel luglio scorso, si è provocatoriamente autosospeso dal Partito Democratico, assieme alla propria maggioranza, per protestare contro il disinteresse del governo Renzi all'emergenza umanitaria a Ventimiglia. Una manifestazione, quella di domani, che tra l'altro nasceva come protesta, contro l'ordinanza emessa nell'agosto 2016 dal sindaco, che per motivi di igiene sanitaria aveva vietato di somministrare cibo e bevande ai migranti. Un provvedimento che, con gran stupore di tutti, il primo cittadino ha revocato pochi giorni fa, ma che non è servito a rasserenare gli animi. All'evento di domani hanno già comunicato centinaia di adesioni. A partire dal consigliere di amministrazione Rai, Carlo Freccero, per proseguire col giornalista Gad Lerner, il drammaturgo Moni Ovadia e via dicendo. Altri, come lo scrittore Erri De Luca, hanno confermato la propria adesione a distanza. Il radenz-vous è alle 12 in stazione. Il corteo si sposterà, dunque, verso il Comune, per proseguire alla chiesa delle Gianchette, balzata agli onori della cronaca per avere datto ospitalità a centinaia di migranti l'estate scorso (e ancora oggi dà ospitalità a decine di famiglie). La manifestazione terminerà nella sede della Spes (l'associazione degli amici e famigliari dei portatori di handicap), dove si terrà un pranzo comunitario aperto a italiani e stranieri.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 29/04/2017 - 17:12

Intellettuali di sinistra? C'è qualcosa che stona nella definizione..

INGVDI

Sab, 29/04/2017 - 17:25

Abitanti di Ventimiglia, ma perché non cacciate questi "migranti" e questi ipocriti manifestanti? Danneggiati e sbeffeggiati pure. Contenti voi.

manfredog

Sab, 29/04/2017 - 17:41

..no, non è inutile, è VERGOGNOSA e criminale. mg.

hornblower

Sab, 29/04/2017 - 17:44

Sceneggiata mattutina e seratina monegasca.

Tarantasio

Sab, 29/04/2017 - 17:54

'...che vedrà in piazza gli intellettuali di sinistra...'' L' INTELLETTUALE NON PUO' ESSERE DI SINISTRA. PUNTO

peppino51

Sab, 29/04/2017 - 17:56

Giovani dei centri sociali, andate a far casino in questa stupida manifestazione, fatevi onore!

Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Sab, 29/04/2017 - 18:06

Alla fine della manifestazione pro, ognuno si prenda un clandestino e se lo porti a casa propria.

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 29/04/2017 - 18:07

Il problema non è che si faccia un corteo pro-migranti, ma che nessuno ne organizzi uno "contro". Solo chiacchiere da salotto televisivo, ma nessuna iniziativa concreta. Del resto, anche al programma di Belpietro si dà più spazio a musulmani e neri, invece che agli italiani esasperati. Si mostra la protesta, si fanno servizi su anziani aggrediti e massacrati in casa, su chi subisce furti e rapine, ma poi si fa commentare Castaldini, Librandi, Karaboue e imam fai da te. Buffoni. Sembra che l’unica posizione lecita ed accettabile sia quella a favore dell'invasione. La stragrande maggioranza degli italiani sono contrari all'accoglienza e sono esasperati, ma non hanno voce. I media sono occupati da una minoranza di fanatici terzomondisti e affaristi che impongono il loro pensiero unico. Anche un sindaco del PD (e non è il primo o l'unico) ha capito che questa immigrazione incontrollata è una gigantesca truffa. Cosa si aspetta a reagire?

Giorgio5819

Dom, 30/04/2017 - 10:57

Ioculano: "Trovo la manifestazione che si terrà domani anacronistica, estemporanea, slegata e lontana dai bisogni della nostra città, dei suoi cittadini"... e' semplicemente una manifestazione comunista, esempio della loro cultura malata.

Polgab

Dom, 30/04/2017 - 13:39

Idioti, che un giorno saranno trucidati da quelli che vorrebbero proteggere.