"Sinistra censura film sulle foibe". Deputato lo fa proiettare: è sold out

Sarà tutto esaurito a Bologna per la proiezione di "RedLand, rosso d'Istria". Bignami: "Ho voluto organizzarla per onorare centinaia di emiliani e romagnoli innocenti e brutalmente assassinati"

Un film "scomodo", non molto pubblicizzato e un po' snobbato da certa sinistra. "Redland, rosso d'Istria" racconta l'Italia di ieri e (involontariamente) anche quella di oggi. Ricorda i convulsi giorni del settembre 1943, l'armistizio, il caos, la guerra, le foibe, i partigiani di Tito. E in qualche modo fa emergere anche il vizio tutto nostrano di relegare quei drammatici momenti a memoria di serie B.

Violenze di cui per molto tempo è stato difficile, se non impossibile parlare. La "furia anti-italiana" dei partigiani titini, gli sputi con coi la sinistra accoglieva i profughi dalmati al loro arrivo in Italia, l'orribile sensazione di sentirsi rigettati a Pola così come a Bologna. Tutto nascosto sotto il tappeto.

Era già successo in passato: si tratta dello stesso trattamento riservato ai libri di Giampaolo Pansa, a "il Segreto d'Italia" e che ora torna a ripetersi per "Redland". Galeazzo Bignami, deputato emiliano di Forza Italia, una "censura" contro la "pellicola che mette in risalto i crimini e le malefatte della resistenza rossa" dice di averla vissuta in Emilia Romagna ad opera "della sinistra e dei nipotini del Pci". "Si tratta di una vera e propria colte di omertà politica e culturale", spiega l'onorevole al Giornale.it. Una cortina che Forza Italia ha deciso di "squarciare" organizzando la proiezione del film giovedì sera al cinema Fossolo di Bologna.

L'iniziativa è stata organizzata in collaborazione con l'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e al dibattito interverranno Bignami, Mario Segnan (presidente provinciale Associazione ANVGD), il consigliere di Fi Marco Lisei e il regista Maximiliano Hermando Bruno.

"Ho ritenuto doveroso organizzare questa proiezione - spiega il deputato azzurro - anche per onorare la memoria delle centinaia di emiliani e romagnoli innocenti e brutalmente assassinati dai partigiani comunisti". Nell'elenco ci sono i fratelli Govoni, la Contessa Manzoni, il sindacalista cattolico Fanin, Don Umberto Pessina, il quattordicenne Rolando Rivi: "Sono solo alcune delle vittime che dovremmo ricordare solennemente - continua Bignami - e che invece spesso ricevono l'omertà delle amministrazioni comunali ancora guidate dai nipotini del Pci e che si vergognano di organizzare o anche solo partecipare a commemorazioni per ricordare questi Caduti".

Per la proiezione del film oltre 400 persone hanno già confermato la loro presenza (i biglietti saranno venduti sul posto). Si va rapidamente verso il tutto esaurito per una pellicola - conclude Bignami - che "rappresenta un contributo di realtà e verità che aiuta a far capire cosa è accaduto in quei tragici giorni della nostra storia nazionale".

Commenti
Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 11/12/2018 - 16:46

Stessa cosa avvenne con il film "Il cuore nel pozzo" interpretato magnificamente da Leo Gullotta, "Katyn" che rivelò l'inganno del massacro effettuato sulla morte di oltre 20mila fra ufficiali e sottufficiali polacchi, giustiziati dai russi nella foresta omonima. Il genitore del regista di quest'ultimo film Andrzej Wajda - Jakub - fu una delle vittime etc. etc. Quando la lingua batte dove il dente duole certa sx nostalgica non si fa molti scrupoli per coprirsi occhi e turarsi le orecchie. Detto questo si conoscono benissimo le lordure del tempo della dx nazi-fascista e nessuno si sogna di smentirle o minimizzarle.

Tutumnus

Mar, 11/12/2018 - 17:08

Chissà quanti altri scheletri negli armadi della sinistra assassina ......! VERGOGNA!!!!

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mar, 11/12/2018 - 17:09

Una iniziativa splendida dato che la pellicola è stata boicottata con ogni possibile mezzo. Una delle specialità della sinistra è di voler riscrivere la storia. Sulle foibe e le lotte partigiane in particolare hanno cercato di ribaltarla. Meno male dunque che esistono I libri di Pansa e film come questo. Bravo Bignami

Rossana Rossi

Mar, 11/12/2018 - 17:14

Certo, gli assassinii rossi sono storia quelli perpetrati dalla destra sono invece obbrobri da mettere all'indice. Salutare col pugno è appartenenza, farlo con la mano è proibito. Fin che non raddrizzeremo queste porcherie l'italietta resterà quella che è oggi sovrastata dai rossi, una povera cosa.

ILpiciul

Mar, 11/12/2018 - 17:15

....la diga ormai ha crepe troppo vaste e ripararle non è più possibile; è tardi ormai, il prossimo crollo travolgerà sopratutto i falsari della verità. Fossi in loro mi farei crescere barba e baffi in fretta di modo che nessuno possa riconoscermi così da aver tempo per fuggire dalla prossima ira distrutttrice di chi ha familiari che hanno patito le pene dell'inferno e non sono mai più tornati a casa.

Massimom

Mar, 11/12/2018 - 17:18

Mascalzoni comunisti, ipocriti sepolcri imbiancati.

uberalles

Mar, 11/12/2018 - 17:24

Boldrini, Boschi, Civati, Delrio, Fiano, Martina, Vauro & kompagni belli, tutti latitanti? Presenti solo quando c'è da gridare al lupo? Mamma mia, che pena ci fate...Bugiardi dalla punta dei capelli fino alle unghie dei piedi, una congrega di ipocriti attratti soltanto dal vile denaro (che, poi, quando è tanto, non è neanche vile...)

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 11/12/2018 - 17:35

Anche del film "Il segreto di Italia", non se ne sente più nulla. Parla dell'eccidio che i "valorosi" partigiani, comandati da Arrigo Boldrini, hanno fatto in un paese del Veneto, a guerra ormai finita.

uberalles

Mar, 11/12/2018 - 17:35

Per concludere il discorso, la sinistra, quando si tirano in ballo le migliaia di omicidi a sangue freddo, a guerra finita, perpetrati dai partigiani, si parla di "riconciliazione" e di "mettere una pietra sul passato doloroso". Tuttavia non si perde occasione di allarmare l'Italia per un gruppo di tre scalmanati vestiti di nero. E' inutile coprire la fogna del komunismo: il liquame sgorga dalle fessure, il tempo, in questo caso, non ha cancellata la memoria!

Una-mattina-mi-...

Mar, 11/12/2018 - 17:37

SENZA LA CENSURA CAPILLARE E L'OCCUPAZIONE DEI POSTI STRAGEGICI PER LA PROPAGANDA, LA SINISTRA SAREBBE SPARITA DA DECENNI

Ritratto di navigatore

navigatore

Mar, 11/12/2018 - 17:52

comportamento assolutamente normale per i comunisti di ieri, oggi e purtroppo anche domani,a cui solo le loro verità sono vere e non giudicabili ,ma il tempo galantuomo non lo permetterà mai

Ritratto di apasque

apasque

Mar, 11/12/2018 - 17:53

Oltre lo strazio di quegli eccidi vigliacchi, ci sono le responsabilità PERSONALI, di coloro (discendenti del PCI fino al PD!) che continuano a sabotare. Non tanto per salvare sè stessi, che oramai sono completamente fuori pericolo. Bensì per protrarre quel clima a loro favorevole che si sono costruiti in 70 anni di falsità. Bisogna gridare in tutti i posti quegli avvenimenti: in faccia a ogni sabotatore della verità. Oggi i sabotatori sono tutti "a sinistra", per quanto si voglia far credere che sinistra (e destra) non esistano più.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 11/12/2018 - 17:54

Questi "catto-comunisti & soci"(incluso 3/4 dei votanti M5s),che "una volta" ADORAVANO "La corazzata Potemkin",ora sono ridotti a contestare un film di questo tipo,che va contro i loro "IDOLI partigiani"!...Ipocriti.....(sono ancora tanti purtroppo:...il 55-60% dei votanti)

baronemanfredri...

Mar, 11/12/2018 - 17:55

1947 CANZONE SCRITTA DA SERGIO ENDRIGO CHE ERA DI SINISTRA ASCOLTATELA 1947 CANZONE SCRITTA DA SERGIO ENDRIGO CHE ERA DI SINISTRA ASCOLTATELA 1947 CANZONE SCRITTA DA SERGIO ENDRIGO CHE ERA DI SINISTRA ASCOLTATELA 1947 CANZONE SCRITTA DA SERGIO ENDRIGO CHE ERA DI SINISTRA ASCOLTATELA HO DECINE DI MIGLIAIA DI CANZONI, MA ASCOLTA QUESTA CANZONE OGNI GIORNO

baronemanfredri...

Mar, 11/12/2018 - 17:56

UNA-MATTINA-MI HA RAGIONE SI VEDA QUELLA SCUOLA A NAPOLI CHE CANTANO BELLA CIAO A NATALE. PIU' VOMITO DI COSI'.

maurizio-macold

Mar, 11/12/2018 - 17:57

Nella seconda guerra mondiale la mia famiglia ha perso diverse persone, fra le quali i miei nonni (deportati in campi di "lavoro" in Germania) ed una mia zia uccisa dalle milizie fasciste in circostanze mai chiarite. Nessuno di loro era comunista, zingaro o ebreo e neanche fascista, erano semplicemente persone umili delle campagne venete.

michele lascaro

Mar, 11/12/2018 - 18:05

Bravissimo Bignami, ma credo che il suo dissenso s'infrangerà sulle narici da ippopotamo dei trinariciuti, che non si ravvedono mai.

Ritratto di gianpiz47

gianpiz47

Mar, 11/12/2018 - 18:18

maurizio-macold Mar, 11/12/2018 - 17:57 Nessuno nega o nasconde ciò che ha fatto la parte peggiore del fascismo, altra cosa è presentarsi vergini e dall'anima cahdida dopo aver usato la violenza e conseguenti eccidi anche a guerra finita, come si atteggia una certa parte politica.

sparviero51

Mar, 11/12/2018 - 18:35

LEGATE ALLA POLTRONA ANCHE QUALCHE CAZZARO DELL' A.N.P.I. CHO IL CEROTTO SULLE PALPEBRE PER MANTENERGLI GLI OCCHI APERTI !!!!!!!

Gianx

Mar, 11/12/2018 - 18:37

Il presidente della camera fico, non lo vuole proiettare come quella schifezza di film contro la polizzia....? Nulla..?

anfo

Mar, 11/12/2018 - 18:38

maurizio-macold, mi perdoni ma non capisco cosa viglia dire!Cosa c'entra con la narrazione della storia?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 11/12/2018 - 18:50

Normale storia delle "gesta" comuniste. Barbari.

routier

Mar, 11/12/2018 - 18:53

Un ammonimento doveroso: La storiografia si può manipolare, la Storia no!

casela

Mar, 11/12/2018 - 19:07

Negazionisti ed ipocriti, questo losono statie continuano ad esserlo i sinistri

Ritratto di saggezza

saggezza

Mar, 11/12/2018 - 19:38

condivido baronemanfredri ed aggiungo cliccate su youtube canzone foibe. canzoni realtà

Ritratto di saggezza

saggezza

Mar, 11/12/2018 - 19:42

Persino la specie animale difende se stessa. Questi sono peggio.

Ritratto di pietrom

pietrom

Mar, 11/12/2018 - 20:03

Consiglio: questo e' un film che e' bene venga diffuso il piu' possibile. Mettetelo su YouTube, con possibilita' di fare un'offerta. 400 spettatori non sono sufficienti...

mariolino50

Mar, 11/12/2018 - 20:39

Le foibe sono una schifezza, ma decenni fa feci un giro nelle allora Jugoslavia, qui nessuno conosce Ante Pavelic, il fascista croato, alleato dei nazifascisti, pare abbia fatto fuori circa un milione di serbi. Quando vinsero loro si dettero ad ampia vendetta, forse anche col vantaggio, e non andarono tanto per il sottile, come spesso succede in questi casi, bastava l'odore di fascio. In Italia tutti d'accordo fecero una bella amnistia, firmata De Gasperi Togliatti, nessuno fù giudicato per crimini di guerra, anche Graziani morì di vecchiaia, se era tedesco finiva impiccato a Norimberga, la pietra sopra ha fatto comodo a tutti.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mar, 11/12/2018 - 20:53

Io sono anticomunista da sempre proprio per le storie che mi hanno raccontato i miei nonni. Purtroppo ogni volta che mi capita di ricordarle ancora ho il voltastomaco.

killkoms

Mar, 11/12/2018 - 21:40

la feccia rossa di guerra!

tuttoilmondo

Mar, 11/12/2018 - 22:09

Mai più è stato eguagliato il progresso ottenuto da Mussolini durante il ventennio. https://petacciatodidestra.myblog.it/2013/02/09/le-opere-del-fascismo-mai-piu-e-stato-eguagliato-il-progress/

mariod6

Mar, 11/12/2018 - 23:36

Egr. On. Bignami, inviti anche quel verme del sindaco di Venaria Reale che ha buttato nei rifiuti i fiori lasciati sulle tombe dei caduti, sputacchiando fiele e vantandosi del suo antifascismo. Le foibe dei partigiani rossi invece erano indispensabili per portare via tutto il possibile a chiunque avesse due lire dopo la guerra.

Ritratto di navajo

navajo

Mar, 11/12/2018 - 23:40

E poi il sinistrume trinariciuto si permette di dire che i fascisti sono quelli di destra.

apostrofo

Mer, 12/12/2018 - 01:28

Va programmato anche a Roma, Milano, Firenze, dovunque ci sono italiani. Ma sarebbe interessante all'estero. Forza organizzatori: fareste un ottimo incasso !

fabianope

Mer, 12/12/2018 - 08:21

in Italia la censura (di film, ma non solo) è un brutto "vizietto" sia della DX che della SX storiche: entrambe infatti vogliono fare passare un messaggio tipo "da quei tempi, NOI siamo cambiati, mentre LORO sono sempre gli stessi": patetici entrambi. ben vengano quindi iniziative come quella di Bignami e di *eventuali* sue "controparti illuminate" a SX.

Lemminkainen

Mer, 12/12/2018 - 09:16

"vera e propria colte di omertà"....COLTE?!?!? Direi un nebbione d'ignoranza piuttosto!!!

mariolino50

Mer, 12/12/2018 - 14:49

tuttoilmondo Lo stesso successe anche in Germania e Russia, per fare veloci ci vuole la dittatura, che non va per il sottile, ma cha sia giusto ne dubito.