Cure a costo zero anche per i clandestini

Matteo Salvini: "Bisogna adottare il modello inglese che prevede restrizioni e prestazioni a pagamento per gli immigrati"

C'è un dato che preoccupa e che ha creato un paradosso all'interno del nostro sistema sanitario nazionale: ospedali, ambulatori e asl hanno liste d'attesa sempre più lunghe.

Per ricercare la causa di questo ingolfamento, basta guardare cosa sta succedendo nel nostro Paese. La sostenibilità di un sistema già messo in difficolta da continui tagli e cattiva gestione delle risorse da parte delle Regioni potrebbe presto arrivare al collasso a causa dell'eccessiva presenza di stranieri nel nostro Paese.

Il continuo sbarco di profughi - veri e presunti - e di richiedenti asilo ha portato all'aumento esponenziale del numero di persone che necessitano di un'assistenza sanitaria e, se agli italiani viene chiesto il pagamento del ticket per quasi qualunque tipo di prestazione, per i clandestini che arrivano in Italia le cure sono sempre gratuite.

Il caso più eclatante riguarda l'odontoiatria. Se per un'otturazione, un'incisione o un apparecchio ai denti, gli italiani preferiscono addirittura prendere un aereo e andare a curarsi in Croazia o Romania, per chi arriva in Italia come clandestino, le prestazioni sono a costo zero, perché garantite da condizioni di svantaggio economico e sociale.

Gli stranieri seza permesso di soggiorno hanno diritto anche ad una tessera sanitaria creata appositamente per loro e che gli permette di accedere ai servizi ambulatoriali e ospedalieri pagati direttamente dal ministero dell'Interno. O meglio, rimborsati dal ministero dopo che sono stati erogati dalle Asl.

La denuncia delle aziende sanitarie locali però, è che questi rimborsi hanno tempi biblici. La Asl di Milano, ad esempio, ha riscorsso solo 28 milioni di euro sui 116 spesi per clandestini nel decennio 2004-2014.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 17/09/2015 - 10:52

Loro hanno diritto di averla "calda e subito". Per gli Italiani c'è tempo: 1 anno, in media, per un rx torace. Se vi indignate è perchè siete dei biechi "rassisti" e xenofobi.

squalotigre

Gio, 17/09/2015 - 12:02

Memphis35- ma cosa dice caro collega? Le liste d'attesa nel mio ospedale vanno da sei mesi ad un anno, ma è normale, noi siamo altruisti e compassionevoli (verso gli stranieri, meglio se clandestini), altrimenti saremo razzisti, fascisti ed incorreremo nel reato di odio razziale. Non lo sapeva? Le cure odontoiatriche gratis non sono previste nei nostri nosocomi. Per avere un'occhiata in bocca bisogna almeno avere un tumore alla mandibola o almeno una frattura. Anche recandosi in un istituto universitario odontoiatrico, a parte che si viene esaminati se va bene da uno studente al secondo anno, non ti fanno neppure una otturazione o una devitalizzazione. Se sei italiano. Se clandestino pare che invece di te si occupi il direttore dell'istituto e che ti faccia un intero impianto. La Boldrini vuole così, non lo sapeva. Altrimenti sei fascista.

fenice56

Gio, 17/09/2015 - 22:14

caro dott ardengo, memphis35 e squalotigre, ho copiato qualche tempo fa da un sito di una ASL: "Tutti i cittadini (anche extra UE privi di permesso di soggiorno) al di sotto dei 65 anni...vi risparmio tutti gli altri servizi che offrono ai poveri immigrati ... Si accede per appuntamento senza bisogno di richiesta del medico" Io che sono cittadina italiana e pago le tasse sono costretta a rivolgermi a questi servizi perchè non mi posso permettere altro ... e faccio pure i salti mortali per fare coincidere gli appuntamenti con i miei orari di lavoro ... certo, tutti gli "asilanti" non hanno il problema dell'orario. Ma siamo alla pazzia vera e propria e siamo solo in tre che ce ne siamo accorti????

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 24/11/2015 - 19:54

l'itaglia è bella ed avariata.Ma non c'è nessuno che faccia vedere ai governanti"non eletti dal popolo" Airport Security,in cui Australia e Canada, paesi democratici e molto più civili,trattano i clandestini???