Siti d'incontri, il 90% è stato hackerato: privacy a rischio

Gli hacker, attraverso un malaware, possono rubare di fatto idati degli utenti, ovvero conversazioni, dettagli sui pagamenti, numeri di carte di credito e soprattutto l'identità degli iscritti

Chi frequenta i siti di incontri rischia di ritrovare sul web le sue conversazioni più intime. Secondo alcune analisi degli esperti del settore dei siti di incontri, circa il 90 per cento di questi portali avrebbe subito attacchi. Gli hacker, attraverso un malaware, possono rubare di fatto idati degli utenti, ovvero conversazioni, dettagli sui pagamenti, numeri di carte di credito e soprattutto l'identità degli iscritti. Con questo database, gli hacker minacciano la pubblicazione di nomi e numeri sul web mettendo così a richio la tranquillità di tante coppie. E a lanciare l'allarme è anche Alex Fantini, l'ideatore di Incontri-ExtraConiugali.com avverte: "Per un portale proteggersi completamente dagli attacchi informatici non è possibile e certamente la questione si fa ancora più delicata quando i dati compromessi riguardano la sfera personale e alcuni dettagli intimi molto privati, ma almeno si possono proteggere gli utenti, dotandosi come noi di procedure che mirino alla protezione dei loro dati".

La situazione drammatica della sicurezza dei siti sotto attacco hacker è da imputare alla creazione di nuove tipologie di malware, virus potenti in grado di entrare in qualsiasi computer per carpirne le informazioni. Questi malware crescono in numero dell'80% ogni anno e di fatto mettono a rischio quasi la totalità di questi portali.

Commenti

elpaso21

Lun, 24/10/2016 - 11:04

"gli hacker minacciano la pubblicazione di nomi e numeri sul web" A parte che non darei mai informazioni personali a nessuno di questi siti, ma, anche quando fossero pubblicati, machissenefrega :-)