Sms solidali, la procura smonta il caso: "Bolla di sapone". Ma restano le colpe politiche

La procura di Rieti indaga sullo scandalo degli sms solidali: "Finirà in niente". Ma Pirozzi conferma: "Dopo mia denuncia goffe smentite"

La procura di Rieti ha aperto un fascicolo per far luce sulla destinazione dei fondi raccolti con gli sms di solidarietà dopo il terremoto del 2016. Ma il procuratore capo Giuseppe Saieva già smonta il caso. "Se le notizie sono quelle che ho appreso dalla stampa e dai media in queste ore, e quindi se i fondi raccolti dagli sms di solidarietà sono confluiti nelle disponibilità della Protezione Civile - ha detto ai microfoni del Tgr Lazio - credo che questa storia si concluda in una bolla di sapone". A far scoppiare la bufera dopo state le dichiarazioni rilasciate dal sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi secondo cui dei 33 milioni di euro raccolti con gli sms solidali nemmeno un centesimo sarebbe finito ai terremotati. Ma il procuratore di Rieti già ipotizza una rapida conclusione dell'inchiesta per "la non sussistenza di alcuna notizia di reato".

"Ieri ho assistito a goffi tentativi di smentita mettendomi in bocca cosa che non avevo detto perché non sono sprovveduto". Ai microfoni di Rtl Pirozzi conferma quando avevo denunciato ad Atreju. E cioè che si era tradita la volontà popolare e che i cosiddetti garanti che avevano deciso dove indirizzare questi soldi non avevano tenuto conto della volontà delle persone che quel giorno facendo quel numero immaginavano che quelle somme sarebbero andate alle città colpite dalla distruzione. "Sono state fatte altre scelte". "La Protezione civile non c'entra niente - ha spiegato il sindaco - ha destinato queste somme, hanno fatto un accordo quadro e c'era il Commissario con i cosiddetti garanti che hanno deciso in maniera autonoma, poi sono arrivate le goffe smentite dell'Ufficio della ricostruzione. C'era Vasco Errani con i cosiddetti garanti che decidevano per le Regioni - ha concluso - io mi rivolgerò al garante per la pubblicità ingannevole e vedremo".

Lo scorso 5 luglio, stando ai verbali dell'incontro convocato dalla Regione Lazio, tutti i sindaci del cratere del terremoto nella provincia di Rieti erano stati informati sulla destinazione dei 3 milioni e 920.000 euro ripartiti alla Regione Lazio. Tutti quei soldi, che sono circa il 14% del totale raccolto, erano stati indirizzati alla ricostruzione delle scuole nei Comuni di Poggio Bustone, Rivodutri e Collevecchio (qui con una copertura solo del 50% del costo totale perché territorio danneggiato dal sisma, ma non compreso nel cratere). Questi tre Comuni vennero prescelti perché le opere negli edifici scolasti non avevano ottenuto la copertura economica nel primo finanziamento stanziato da Stato e Regione Lazio per la riqualificazione delle opere pubbliche distrutte o danneggiate dal sisma. Un piano da quasi 74 milioni di euro, che avrebbe finanziato già per il 100% tutte le opere pubbliche di Amatrice e Accumoli.

Commenti

tonipier

Lun, 25/09/2017 - 15:33

"ACCATTONAGGIO POLITICO" Non ci sono termini per questi sporcaccioni.

Ritratto di malatesta

malatesta

Lun, 25/09/2017 - 15:34

Del PM non mi fido piu'...

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Lun, 25/09/2017 - 15:38

Infatti il caso non è penale, ma politico: le somme raccolte per i terremotati non sono state sottrarre, ma destinate ad altri scopi, evidentemente contro la volontà dei donatari. Magari dirottate verso comuni o soggetti "vicini" a un certo partito...

Giacinto49

Lun, 25/09/2017 - 15:57

"Credo che questa storia si concluda in una bolla di sapone". Questa si che è voglia di indagare! Fa pensare che il verdetto sia già scritto a tavolino. Ormai siamo in un Paese senza vergogna. P.S. I miei sms erano destinati alla gente colpita dal terremoto non a ristrutturare scuole o piste ciclabili. Per quelle ci sono già le tasse, se non ve le siete mangiate tutte!!!

adgarliveri

Lun, 25/09/2017 - 16:09

Mai più invierò denari per beneficenza ne 8×1000 Alla Chiesa.. .mai più!!!

petra

Lun, 25/09/2017 - 16:15

Ora cercano di voltare la frittata, ingarbugliando le carte. Ma quando io invio del denaro per un dato scopo, non accetto che se ne faccia un uso diverso. Si chiama imbroglio.

veromario

Lun, 25/09/2017 - 16:20

la prossima volta vedrete quanto verra raccolto.niente.

aredo

Lun, 25/09/2017 - 16:34

Plotone di esecuzione militare e fucilazione in diretta tv e streaming internet per tutti i giudici ed tutti i magistrati! Tutti criminali traditori dello Stato Italiano, del Popolo Italiano e della democrazia, quella vera ! Solo allora si potrà forse avere vera giustizia e democrazia.

kallen1

Lun, 25/09/2017 - 16:35

Caro Procuratore ci sei o ci fai? Lei deve indagare se le somme raccolta sono state o saranno destinate alle popolazioni/territori colpiti dal sisma non ad altri scopi perchè chi ha donato lo ha fatto con un preciso intento. E se ciò non è stato fatto l'operazione di distrazione dei fondi si chiama TRUFFA ed è per questo motivo che la magistratura deve indagare

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 25/09/2017 - 16:36

Alla luce di questa ennesima vergogna bisogna PURTROPPO dire, grazie ai delinquenti che ci circondano, che non bisogna dare niente a nessuno, E COSI' FARO'

agosvac

Lun, 25/09/2017 - 16:42

Ma come può un Procuratore capo riferirsi a notizie di stampa ancora prima di avere indagato??? Mi sembra alquanto strano!!!

vince50

Lun, 25/09/2017 - 16:47

Non si tratta affatto di colpe politiche,ma di pura spietata e vergognosa intenzionalità.Colpe?ma quando mai,non è altro che un modo per affossare la questione e non parlarne più.Qualcuno crede ancora nella bontà correttezza e onestà dei politicanti?,povero illuso se non altro...

kallen1

Lun, 25/09/2017 - 16:53

Perchè se qui non si fa chiarezza alle prossime raccolte di fondi sarà un flop....meditate gente meditate

Ritratto di CONTRO68

CONTRO68

Lun, 25/09/2017 - 16:55

ma si che vuoi che conti chiedere soldi per i danni del terremoto e per le persone colpite e poi dirottarli su altri obbiettivi, è tutto normale in una nazione di cialtroni come la nostra !!! Dite a Chicco Testa o meglio Testa di Chicco che è vero che l'ultra destra tedesca ci considera tutti dei pera cottai cialtroni e paraculi e hanno anche ragione !

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 25/09/2017 - 16:56

Per la procura, trattandosi di indagare sul PD, sono sciocchezze, ragazzate, nulla di importante, ma se fosse stato di indagare contro avversari politici, allora ... apriti cielo: intercettazioni, arresti, sequestri, indagini a 360 gradi per anni, ecc ecc. Questi sono i pidioti.

il sorpasso

Lun, 25/09/2017 - 17:10

Cosa ha indagato? Scommetto che è saltato fuori un partito di buonisti? I soliti noti....schifosi spero che se hanno veramente sottratto il denaro donato tramite gli sms destinati ESCLUSIVAMENTE AI TERREMOTATI tali somme devono spenderli in farmaci antitumorali e basta!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 25/09/2017 - 17:10

E ti pareva. Se si fosse trattato di Bertolaso sarebbe stato ipso facto arrestato. Ma tra di loro si spalleggiano.

Ritratto di CONTRO68

CONTRO68

Lun, 25/09/2017 - 17:17

Meno male che c'è il commissario straordinario al terremoto !!!!??? haaa

Ritratto di Grifona

Grifona

Lun, 25/09/2017 - 17:22

E gli altri sindaci, li hanno visti quei soldi oppure no? Potreste, Egregi Sindaci, cortesemente fare fronte comune con Pirozzi e denunciare insieme questa vergogna indegna. Quei soldi "erano per l'emergenza" ed è passato un anno, un anno, un anno. Chi ha deciso di trattenerli e deviarne l'utilizzo, non è meno squallido degli sciacalli che scorazzano tra le macerie, non è meno squallido di chi ride al telefono per gli affari che si accingerà a fare, grazie all'immane tragedia. E' per colpa di questi mentecatti, che la gente perde la fiducia nelle istituzioni e mai più, donerà un soldo.

Celcap

Lun, 25/09/2017 - 17:57

A pensar male il più delle volte ci si azzecca.

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 25/09/2017 - 17:59

Leggo : "Ma il procuratore di Rieti già ipotizza una rapida conclusione dell'inchiesta per "la non sussistenza di alcuna notizia di reato" - - - Sig. Procuratore, mi sa si stia cercando di menare il noto cane per la nota aia. Non me ne cale una beata fava se sussiste o meno una "notizia di reato" – Come fatto notare da "Giacinto49 15:57" e tutti i lettori (salvo che tutti non siamo diventati deficienti), dovrebbe essere cosa doverosa, buona e giusta nonché interessante, sapere se i soldi raccolti sono andati direttamente ai terremotati, e non invece forse-chissà-perché molto-molto "indirettamente/dove". - - - Basterebbe un minimo di buon senso invece di azzeccagarbugliarsi addosso con fisime legaliste. - Eccheccacchio, non è o non dovrebbe essere così difficile.

claudioarmc

Lun, 25/09/2017 - 19:44

Tutto a posto un cavolo se i soldi li ho dati per Amatrice perchè sti porci li hanno usati per altri scopi?

Ritratto di Marotta2

Marotta2

Mar, 26/09/2017 - 03:54

Pirozzi non ha fatto accuse di sparizione di denari o di appropriazione indebita . Chi lo pensa , chiunque sia , ha travisato le sue parole o voluto travisarle chissà perché . Se un determinato numero promuove raccolta fondi per i terremotati ed io cittadino mando sms solidale di 2€ , io ESIGO che i miei soldi vadano a loro , altrimenti è distrazione di fondi da parte dello Stato A ME !!! O appropriazione indebita dello Stato a mio danno ! Le smentite dello Stato che nessun euro è sparito sono fuorvianti . Attendiamo PUBBLICAZIONE immediata sui mezzi di informazione di prova documentale di avvenuto invio dei 33mln agli unici destinatari delle ns donazioni

mifra77

Mar, 26/09/2017 - 06:29

Il procuratore di Rieti ha già chiuso il caso! Lui fa in fretta! mette a tacere tutti con un cambio di strada che non veniva ipotizzato al momento in cui ci bombardavano di richieste per soddisfare velocemente le necessità di chi era senza casa ed al freddo in una tenda. Che conoscesse già la verità e che abbia chiuso uno o tutti e due gli occhi? Con Renzi, Errani e questi vertici di protezione civile, c'era da aspettarselo.

pier1960

Mar, 26/09/2017 - 06:36

a malatesta e adgarliveri: meglio tardi che mai...benvenuti tra quelli che hanno aperto gli occhi!

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 26/09/2017 - 07:05

Mi sembra di sognare ed di vivere nel paese degli stolti. Il punto non è che i soldi degli SMS siano stati rubati , ci mancherebe. Il punto è che quei soldi , DOVEVANO ARRIVARE IL GIORNO DOPO AI TERREMOTATI ! Non che dopo un anno non hanno visto un centesimo. Questa è la prova che chi governa la cosa pubblica non ha nessun riguardo per il cittadino, certo che se fosse stato per i migranti arrivavano il giorno prima i soldi.

Eli1993

Mar, 26/09/2017 - 07:26

...non si dovrebbe indagare se i soldi siano stati distribuiti ma A CHI siano stati distribuiti. Prossima volta ZERO offerte.

antes1

Mar, 26/09/2017 - 07:35

Quindi, secondo l'articolo, le scuole non dovevano essere ricostruite?

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 26/09/2017 - 13:22

antes1 07:35 scrive : "Quindi, secondo l'articolo, le scuole non dovevano essere ricostruite?" - - - Esimio, prima di formulare il suo quesito ha letto (e capito) i numerosi commenti ? In particolare, per quanto concerne le scuole da lei evocate, "Giacinto49 15:57" aveva risposto alla sua domanda già 16 ore prima che lei la ponesse.

mifra77

Mar, 26/09/2017 - 13:38

@antes 1, se fossero stati chiesti soldi per ricostruire una o diverse scuole, non ci sarebbe stato nulla da obiettare. Il problema è che per queste scuole già da tempo lo stato o i comuni avrebbero dovuto intervenire e non se ne era fatto nulla. Non crede che i soldi dei terremotati possano aver sostituito fondi già stanziati e deviati in tasche di proprietà ignota? Non dimentichi che ogni scossa tellurica, fa sfregare le mani a qualcuno interessato!