"So che sei sola": gli sms a Elena Ceste che fecero infuriare il marito

L'uomo le ha scritto poco prima della scomparsa. E i suoi messaggi potrebbero aver fatto infuriare Michele

"So che sei da sola. Vediamoci al solito posto". A scrivere è Damiano Silipo, "l'uomo della Golf" che aveva intrattenuto un rapporto d'amicizia con Elena Ceste poco prima che quest'ultima sparisse.

A leggerli però sarebbe stato Michele Buoninconti, marito di Elena e al momento unico indagato per la sua morte. Secondo il settimanale Giallo, infatti, il 20 gennaio 2014 l'uomo aveva il telefono della moglie perché aveva smarrito il suo. Vedendolo in paese, Silipo avrebbe scritto alla donna un banale "Ciao, come stai?", non sapendo che l'sms sarebbe invece arrivato a Buoninconti. Non ricevendo risposta avrebbe insistito: "Lo so che sei da sola", "Ti ho sempre risposto a tutto e quando hai voluto ci sono sempre stato per te. Ho avuto sempre rispetto e stima per te e soprattutto educazione a risponderti". E ancora: "Per favore rispondi con qualche sms. Ti prego, tu non puoi capire quanto mi manchi, non sono un mostro a non mandarmi neanche una risposta. Se non rispondi per i soldi, stasera ti faccio una ricarica. Non so se te l’ha detto tuo marito: ieri sera ci siamo incrociati. Mi aveva incitato a passare da casa tua, ma io per paura che tu non mi accettassi gli ho detto di no".

Tutti messaggi che non sarebbero però arrivati a Elena, visto che Buoninconti non le avrebbe mai restituito il telefono.

Commenti
Ritratto di sekhmet

sekhmet

Sab, 07/03/2015 - 10:58

Memento: prudenza con SMS ed e-mail, perché non è certo che dall'altra parte a leggere (e rispondere) ci sia la persona giusta. Sekhmet

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 07/03/2015 - 12:30

E' iniziata la campagna mediatica della Procura contro Michele Buoninconti. Non esiste una prova scientifica che la moglie sia stata uccisa, LO SUPPONGONO. Non esiste una prova che sia stato il marito, fin dall'inizo ha denunciato immediatamente la scomparsa della moglie e ha fatto capire ai carabinieri che la moglie si doveva trovare vicino casa, visto che girava nuda. I carabineiri ce l'avevano sotto il naso, come gli aveva detto il marito ma, per tenere alto le barzellette contro i carabinieri, non l'hanno saputa trovare e adesso affermano che è stato il marito, altra SUPPOSIZIONE. Ovviamente battono sul movente della gelosia, di conseguenza: campagna mediatica.Altro disgraziato destinato al massacro.

Ghiringhelli Mario

Dom, 17/05/2015 - 16:53

stock47 evidentemente a lei non le dice nulla il fatto che l'80% dei delitti sono commessi da chi si frequenta, soprattutto i parenti. Al di la di questo che non è una prova, anche lei come può giudicare non colpevole il marito se non prende in considerazione il suo comportamento? il sospetto avviene proprio quando una persona ha un fare sospettoso o un parlare strano e in questi atteggiamenti Buoninconti è certamente caduto non solo di fronte alle telecamere ma agli inquirenti. Se poi i suoi avvocati saranno più bravi, lo scarcereranno. Il problema è questo: nel mondo ci sono assassini che possono girare impunemente come Stasi o Sollecito solo perchè gli avvocati sono più bravi e sobillano l'opinione pubblica. Comodo.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 26/06/2015 - 14:20

Ghiringhelli Mario, mi sono accorto solo ora del suo post, le rispondo. Le statistiche, come diceva Trilussa, sono fasulle non dicono la verità quando dicono che due persone mangiano mezzo pollo a testa quando è uno solo che lo mangia. Il "fare sospettoso" non vuol dire niente, altrimenti tutti quanti saremmo in galera. Buoninconti ha denunciato subito la sparizione della moglie e ha chiaramente fatto capire agli inquirenti che si doveva trovare lì vicino, visto che era nuda, come difatti l'hanno trovata a soli 800 metri da casa ma dopo sette mesi! Colpa dei carabinieri che non hanno saputo cercare e adesso addebitano la colpa a Buoninconti. Un assassino non indica dove ha nascosto il cadavere perché dall'autopsia si può scoprire come è stata uccisa e quando, quindi possono trovare subito l'assassino. Sollecito era innocente come ha dichiarato la Cassazione e Stasi idem, come si vedrà prossimamente. - segue

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 26/06/2015 - 14:23

seguito - Lo stesso dicasi di Buoninconti, che paga l'essere diverso dai locali (è di Salerno) in zona d'Asti con cultura che fa a pugni con quella astigiana. L'autopsia non ha potuto dire che è omicidio, né nessuno può dire che sia stato il marito, visto che ha un alibi, ha accompagnato i figli a scuola e li ha riportati e nel frattempo è stato visto al lavoro e la sua vicina ha visto di prima mattina la moglie vestita nel cortile quando lui è andato via, di conseguenza quando l’avrebbe uccisa e nascosto il cadavere? Perché ha detto ai carabinieri che la moglie girava nuda se per lui, come assassino, conveniva dire che se n’era andata chissà dove? Ci rifletta.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 26/06/2015 - 14:44

Lo stesso dicasi di Buoninconti, che paga l'essere diverso dai locali (è di Salerno) in zona d'Asti con cultura che fa a pugni con quella astigiana. L'autopsia non ha potuto dire che è omicidio, né nessuno può dire che sia stato il marito, visto che ha un alibi, ha accompagnato i figli a scuola e li ha riportati e nel frattempo è stato visto al lavoro e la sua vicina ha visto di prima mattina la moglie vestita nel cortile quando lui è andato via, di conseguenza quando l’avrebbe uccisa e nascosto il cadavere? Perché ha detto ai carabinieri che la moglie girava nuda se per lui, come assassino, conveniva dire che se n’era andata chissà dove? Ci rifletta.