"Io trans ho partorito un bimbo". Il racconto choc della gravidanza

Trystan Reese è un uomo trasgender di Portland che ha appena partorito il suo primo figlio biologico. Ha infatti effettuato il processo di transizione ma non ha mai rimosso l'apparato riproduttivo

Trystan Reese è un uomo transgender che ha da pochissimi giorni partorito il suo primo figlio biologico. È di Portland, negli Stati Uniti e con il marito Biff ha voluto condividere la sua gravidanza su Facebook, creando una pagina Facebook che si chiama "Biff and I".

Dopo aver adottato Riley e Hailey dalla sorella di Biff, che ha avuto problemi di droga nel 2011, la coppia ha deciso di voler provare ad avere un bambino. Trystan, infatti, ha effettuato il processo di transizione senza rimuovere l'apparato riproduttivo e per questo motivo è riuscito a portare avanti la gravidanza.

Nella pagina Facebook hanno dato l'annuncio della nascita del piccolo Leo mentre l'esperienza è stata condivisa per abbattere i pregiudizi verso gli "uomini incinti".

“I trans sono nati nei corpi sbagliati e odiano questa cosa. Io, invece, non ho mai sentito il bisogno di cambiare il mio corpo, non lo odio. Per me, anzi, è un dono essere nato in questo corpo”, aveva detto Trystan pochi mesi fa.

Commenti

frabelli1

Mar, 18/07/2017 - 16:14

CHE SCHIFO!!!

Stefano960

Mar, 18/07/2017 - 16:50

Siamo arrivati alla frutta.....la pazzia umana!!!!

Divoll

Mar, 18/07/2017 - 18:39

E questa sarebbe l'ennesima delle "conquiste" disumanizzanti e depravate che il sistema vorrebbe imporci come "normalita'"? Ha visto giusto Maurizio Blondet nel suo articolo di oggi.

Fjr

Mar, 18/07/2017 - 19:55

È un'uomo mancato ma di fatto è una donna con tutto quello che serve,salvo il cervello

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 18/07/2017 - 22:48

--è una donna --non vedo perchè scandalizzarsi----mentre voi commentatori in italia andate a trans credendo di andare con una donna---quando invece è biologicamente un uomo che si fa impiantare le tette ---questa invece è una donna biologica che se l'è tolte --ma sempre donna è---e la coppia è dunque etero---di che cianciate?--non potete manco usare il vostro cavallo di battaglia--e cioè che tutto questo sia "contronatura"--poichè di fatto il figlio è nato da una coppia etero uomo-donna--swag ganja

Norberth

Mer, 19/07/2017 - 00:10

Ripugnante. Non riesco a provare null'altro che uno schifo profondo. Se è questo il futuro della specie, meglio morti ed estinti.

veromario

Mer, 19/07/2017 - 09:30

da voltastomaco.

Ritratto di unononacaso

unononacaso

Mer, 19/07/2017 - 09:51

A me sembra che non abbia ucciso nessuno e che non stia commettendo alcun reato. In più, dal momento che sembra anche una persona stabile ed affidabile, non ci vedo nulla di male. Poi, oh, è ovvio che al diverso ci si debba fare l'abitudine. Lo dico da frequentatore abituale della diversità umana. Quindi evitare la diversità e trovare ripugnanti i diversi è una reazione normalissima ma bisogna anche - se si è dotati di intelletto - porsi le domande giuste perché, visto che si può fare, ci saranno persone pronte a farlo e, su questo punto, non si può prescindere. P.S: a tutti i leoni da tastiera propongo di prenotare una bella birra, di quelle buone. O un buon bicchiere di vino. Uno. Per rilassarsi e rileggersi.