Soscha Jiulina Petronela vince la "Skyway Cocktail Competiton"

Grande successo per la seconda edizione della “Skyway Cocktail Competition”, evento che celebra due eccellenze simbolo del territorio valdostano: il Génépy e il Gin di montagna

Soscha Jiulina Petronela

Grande successo per la seconda edizione della “Skyway Cocktail Competition”, evento che celebra due eccellenze simbolo del territorio valdostano: il Génépy e il Gin di montagna. Con una produzione annua che supera complessivamente i 100mila litri, i due prodotti sono una risorsa economica importante per la regione e testimoni di una storica cultura agroalimentare. L’evento, organizzato da ABI professional (Associazione Barman Italiani), in collaborazione con le distillerie Alpe, Cortese, Savio, La Valdotaine, Vertosan e Saint Roch, mercoledi 12 ottobre, ha visto protagonisti 50 barman provenienti da tutta Italia e dall’Inghilterra che si sono sfidati nella preparazione di cocktail originali a base di Genepy e Gin di Montagna. Il premio “Skyway 2016” è andato a Soscha Jiulina Petronela, bartender de “Il Golosone di Champouluc”, per il suo cocktail composto da genepy, vodka orange, succo limone fresco, sciroppo di fragola, spremuta di mandarino fresco e sciroppo di zucchero, preparato nello shaker e servito in bicchiere con ghiaccio con decorazioni di alkekengi, cetriolo e ribes.

Ernesto Molteni, presidente ABI Professional, commenta: “Il Génépy e il Gin di montagna sono due prodotti delle Alpi italiane che negli ultimi anni sono stati riscoperti e valorizzati. Questa manifestazione ha il compito non solo di farli conoscere ma anche di mostrarecome la loro qualità può essere esaltata grazie a esperienza e professionalità moltiplicandone gli utilizzi. Ad esempio, se prima questi due prodotti erano riconosciuti soprattutto come ottimi digestivi, oggi le numerose creazioni dei barman provano che possono essere utilizzati come ingredienti di bevande adatte ad ogni situazione”.

Dunque, “Skyway Cocktail Competition” non è solo un concorso, ma anche un importante momento che sancisce, ogni anno, la stretta collaborazione tra aziende del settore e barmen, improntata al continuo scambio e accrescimento delle rispettive competenze e professionalità con lo scopo di valorizzare il territorio attraverso i suoi prodotti. I professionisti dello shaker e del mixer si sono sfidati al Pavillon du Mont Fréty (2.173 metri) e poi alla stazione di Punta Helbronner (3.466 metri). I due momenti della gara sono stati intervallati dalla spettacolare esibizione di Marco Cognati, già campione del mondo e pluricampione nazionale e internazionale di 'exibition flair', sulla funivia Skyway Monte Bianco.