Sovicille, la Lega attacca il sindaco: "Corsi di teatro e danza per gli immigrati"

Il primo cittadino avrebbe avviato alcune attività per integrare gli immigrati: ira della Lega

A Sovicille, piccolo comune in provincia di Siena, è scontro tra la Lega Nord e il sindaco di centrosinistra Gugliotti. Il primo cittadino avrebbe avviato alcune attività per integrare gli immigrati. Progetti che la Lega contesta: "Non solo vitto, alloggio, sigarette e ricariche cellulari pagati, ai clandestini di Sovicille il Comune garantirà anche corsi di informatizzazione, di lingua italiana, percorsi musicali, teatrali e di danza, sfruttando l’arrivo dei dieci profughi magari quale occasione proficua per intercettare fondi europei”: commenta così la Lega Nord Toscana le parole del sindaco dopo la riunione con le Associazioni.

Il Carroccio parla di “politiche indegne”: “Ci sono centinaia di giovani e disoccupati che aspirerebbero a essere inseriti in percorsi di formazione oggi invece garantiti ai soli immigrati, centinaia di nostri anziani e padri di famiglia che aspettano una casa popolare da anni, invece garantita ai clandestini, centinaia di nostri bisognosi che avrebbero necessità di vitto e alloggio gratuiti, invece garantiti ai clandestini. Questo è razzismo contro la nostra gente”.

Commenti

killkoms

Mer, 22/07/2015 - 14:57

gli pseduomigranti dovrebbero fare una sola cosa per integrarsi:lavorare!

Tuthankamon

Mer, 22/07/2015 - 15:37

Colgo l'occasione. Vedo questi immigrati SEMPRE con cellulari e tablet continuamente accesi (dalla Calabria al Trentino). Qualcuno mi spiega chi gli paga gli apparecchi e il conto!!! Visto che dicono che lo Stato dovrebbe provvedere per "l'alfabetizzazione informatica" dei nostri anziani ... che pero' continuano a prendere pensioni da fame e a NON ricevere nulla in tema, qualcuno mi spiega?????