Spot della Renaul vietato in Inghilterra. Troppo sessista. La Boldrini ha fatto scuola

L’autorità di controllo del mercato pubblicitario del Regno Unito ha bloccato lo spot della nuova Clio

Quello spot è troppo spinto (e sessista), non si può mandare in onda. E l'autorità di controllo del mercato pubblicitario del Regno Unito, l'Advertising Standards Authority, ha bloccato l'ultima campagna pubblicitaria della Renault. Ma cosa c'era di troppo audace? Nel video si vede un potenziale acquirente che va a provare la nuova Clio rosso fiammante. Il venditore lo accompagna a fare un giro per le strade di Londra. A un certo punto, premuto il tasto "Va va voom", succede di tutto: ci si immerge in un’atmosfera tipicamente parigina e, all'improvviso, l’auto viene circondata da un gruppo di ragazze molto provocanti e poco vestite, che fanno balletto burlesque intorno alla macchina. Lo spot è stato bocciato. I pubblicitari, per aggirare la prevedibile di sessismo, avevano girato il video pubblicitario in due versioni, maschile e femminile. Niente da fare lo stesso, la campagna pubblicitaria è bandita dalla tv. Si può vedere solo su Youtube. Ed è boom: in poco tempo il video è stato visto da oltre 3,5 milioni di persone. E le visualizzazioni aumentano. Il divieto, dunque, ha fatto scattare la curiosità.

Renault ha provato a difendersi dicendo che non aveva la benché minima intenzione di mancare di rispetto alle donne e che lo scopo del messaggio era solo quello di rimandare alla Francia e alle sue tradizioni. Secondo l'autorità di controllo lo spot è palesemente "sessista" perché le immagini hanno come soggetto i corpi, le curve delle ragazze e i muscoli dei ragazzi, ritratti come oggetti sessuali. Insomma, è proprio il caso di dirlo: Laura Boldrini evidentemente ha fatto scuola anche oltremanica.

Commenti

janry 45

Gio, 18/07/2013 - 14:31

Le ex sessantottine da è mia e la gestisco io, a, è dello stato la gestisca lui. Attenti che queste pseudo vestali ci stanno preparando un nuovo medio evo.

max.cerri.79

Gio, 18/07/2013 - 14:35

se tutti sti bacchettoni ipocriti scopassero di più il mondo diverrebbe un posto migliore

peppino strumbari

Gio, 18/07/2013 - 14:57

Franco Grilli, se volesse gentilmente spiegarci cosa c' entra la Boldrini negli accadimenti "oltremanica", gliene saremmo grati. La vita stessa è basata e discende dal sesso. Tutti questi coglioni che oggi blaterano ed alzano alti lai, ad ogni piè sospinto, allorché appare una donna (in particolare) in immagine ed attaccano con il sessismo, inducono in me una domanda: ma da quale orifizio sono usciti costoro?! Dal canto mio, una risposta plausibile la deterrei. E voi?

Ritratto di frank.

frank.

Gio, 18/07/2013 - 15:11

Maledetti inglesi komunisti!! L'ho sempre sostenuto che l'Inghilterra è la patria del socialismo marxista!....dopo il menaggio però devo dire che questi inglesi son ridicoli!

Libertà75

Gio, 18/07/2013 - 15:29

@peppino, la boldrini centra con la sua idea anti miss-Italia. L'ignoranza sta nel fatto che certe scene sono elementi culturali caratterizzanti proprio la Francia, dovrebbe sentirsi offesi pure i francesi, un po' come se ci vietassero all'estero l'emblema della pizza o il ballo della tarantella

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Gio, 18/07/2013 - 15:34

Se anche nella liberale Inghilterra si pongono qualche interrogativo su certe campagne pubblicitarie o certi programmi televisivi vuol dire che non è del tutto sbagliato voler governare certe tematiche. Non si può in nome della libertà fare ciò che vogliamo perchè innanzi tutto dobbiamo avere rispetto per chi può essere turbato da certi messaggi o non gradisce che questi vengano visti dai minori. Ognuno ha il diritto di vivere la sua libertà nel pieno rispetto dell'altrui libertà.

giuseppe61

Gio, 18/07/2013 - 15:42

sempre più in basso,altro che emancipazione. Spero solamente non si ritorni ai tempi della santa inquisizione o della censura allegra.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 18/07/2013 - 15:57

"La Boldrini ha fatto scuola". La lezione, però, è stata recepita in maniera parziale ed incompleta. La perfida Albione, a differenza di Laura dei sette dolori, richiede un deposito di 5000 pounds a tutti quelli che intendono stazionare colà.# Leopardi. Dici verità sacrosante. Ergo: perchè a me, impenitente eterosessuale, viene imposta la visione delle nefandezze esibizionistiche del Gay pride?

CALISESI MAURO

Gio, 18/07/2013 - 16:12

Hanno fatto bene e nel caso italiano e' l'unica e ultima volta che sono d'accordo con la Boldrini & Co. Fare pubblicita' coi nudi non porta a niente, meglio eccitarsi con la propria femmina nella realta'. E incontrarla in un caffe o da qualunque altra parte, ma non su internet. Un mondo di plastica fatto di guardoni con alte percentuali di problematiche sessuali. Le macchine si possono anche vendere come 40 anni fa con altri sistemi.

petra

Gio, 18/07/2013 - 16:16

Qui si tratta di mercificazione del corpo, secondo gli inglesi. Tutt'altra cosa è il caso miss Italia, che è semplicemente una GARA di bellezza.(Mister Universo per i maschi). Che esistono in tutto il mondo occidentale, GB compresa.

Tergestinus.

Gio, 18/07/2013 - 16:27

Janry 45: che cosa sai del medio evo? Molto poco, visto quello che scrivi.

petra

Gio, 18/07/2013 - 16:33

Mi chiedo, considerata l'antica rivalità Francia-Inghilterra, non ci sarà sotto anche un po' d'invidia? Baguette (buon cibo), romanticismo, tour Eiffel, ragazze charmant.....

Nadia Vouch

Gio, 18/07/2013 - 16:37

Allora bisogna assolutamente levare di torno le "ombrelline" dai box dei circuiti di F1; levare anche le hostess da qualunque manifestazione, sia essa un salone dell'auto, della moto o del prosciutto. Assolutamente levare tutte le ragazze che si occupano di pubbliche relazioni per discoteche ed eventi vari. Ma aboliamo, già che ci siamo pure tutte quelle pubblicità sugli attrezzi ginnici. Chiamiamo i vigili ogni volta una espone cosce e fianchi, o ombelico. Gravissimo poi se nella camminata, magari per un difetto d'anca, sculetta. Copriamo le vetrine dei negozi di lingerie. Ma l'elenco potrebbe continuare. Se, invece, si sta soli soletti in una stanza a girare col mouse, occhio estraneo non vede e allora va bene. Giusto?

linoalo1

Gio, 18/07/2013 - 16:44

Meglio vedere un matrimonio Gay che una donna svestita!Vero Boldrini?Ed allora!Facciamo sparire le donne!Però ci vorrebbe un altro Erode,magari gay!Lino.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Gio, 18/07/2013 - 17:44

Ma sì, dai! "Boldrinizziamoci" un po'! Il mondo era così "palloso": niente era più trasgressione! Abbiamo corso un bel rischio: che neanche essere "frocio" potesse essere "destabilizzante" come ai bei tempi! Finalmente un bel culo di donna, un paio di tette sono ridiventate roba da non esporre. E' proprio vero che i progressisti sono dei bravi reazionari e perbenisti. Ora, però, per essere coerente la brava Laura dei Sette Dolori (bravo @Memphis35!) dovrebbe chiudere Internet (se ci riesce!) e dire alle brave ragazze che si mettono in "tiro" per andare a "rimorchiare" ad Ostia e a Capocotta che non è bello mercificare il loro corpo (che andassero più giù, "costoro": a Nettuno, da S. Maria Goretti!); oppure dovrebbe imporre alle studentesse e alle impiegate il camicino nero col collettino bianco di beata memoria! Dai, che siamo ad un bivio: o ci facciamo quattro risate o stiamo per diventare tutti depressi, come nei paesi comunisti!

janry 45

Gio, 18/07/2013 - 17:50

Targestinus, ho usato il termine vestale per non dire asessuate.Per il resto non mi vorrai mica dire che c'era più libertà di costumi nel medio evo che durante l'impero romano?

Ettore41

Gio, 18/07/2013 - 17:54

Bisogna vivere nel Regno Unito per capire perche' quello spot e' stato censurato. Nessun spot pubblicitario inglese usa le donne in quella maniera; e', come qualcuno ha detto, la mercificazione del corpo femminile. Avrebbe causato, se messo in onda, una valanga di proteste e non perche' i britannci siano bacchettoni (anzi direi tutt'altro .......). La Renault l'avrebbe dovuto ritirare sommersa dale proteste. A Frank vorrei chiedere cosa c'entra la politica con il sesso De poi veramente crede che il Regno Unito sia un covo di comunisti allora come considera l'Italia, una sorella del Nord Korea?

petra

Gio, 18/07/2013 - 19:01

Ma signori, un po' di comprensione. Dove credete sia vissuta finora madame Boldrini: nei paesi musulmani, dove poi? La vedete no, maniche lunghe, giacchetta abbottonata, chignon bon ton. Così deve presentarsi una VERA signora!

Agev

Gio, 18/07/2013 - 19:05

A Ettore41 .. cosa centra la politica con il sesso .. centra eccome centra .. Se avessimo dei politici .. giudici .. governanti .. alti prelati ecc.. orgasticamente potenti .. sicuramente non farebbero nessuno dei mestieri sopraindicati .. altrimenti avremmo .. un alta politica .. una sana Giustizia ..eccetera eccetera .. Gaetano

Ilgenerale

Gio, 18/07/2013 - 21:21

Stiamo navigando a vele spiegate verso tetri orizzonti! Le uniche donne che avrebbero dovuto avere voce in capitolo sono le ragazze dello spot, ma hanno espresso il loro parere positivo nel momento in cui hanno accettato di girare questa pubblicita'! Il vero sessista e' chi pensa che queste donne debbano essere salvate da se stesse, chi pensa che una donna che sceglie di spogliarsi e' una donna plagiata e senza volonta' , una donna che ha bisogno del maschio moralista che gli indichi la via. Il vero sessista e' colui che non accetta la decisione di una donna, qualunque sia questa decisione! La sinistra un tempo urlava: l'utero e' mio e lo gestisco io! Probabilmente la morale di cui sbraita oggi la sinistra ha iniziato a deteriorarsi proprio in quegli anni e proprio sotto quei motti. Oggi si vorrebbe mettere una toppa ai disastri del '68?!? Per me la questione e' semplice, ognuno faccia del proprio corpo cio che desidera!!!LIBERTA !!!!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 18/07/2013 - 21:39

@Memphis 35 - Bravissimo!

Ritratto di emarco54

emarco54

Gio, 18/07/2013 - 22:53

Peccato, e' uno spot bello, allegro, divertente, fatto bene. Il sessismo e' altra cosa!

Ritratto di emarco54

emarco54

Gio, 18/07/2013 - 22:53

Ma non e' che ci stiamo maomettizzasmo!!!!!!

Luigi Farinelli

Ven, 19/07/2013 - 00:54

Lo spot Renault è sessista perché potrebbe indurre, nei maschi, attrazione "eccessiva" verso le femmine? Non mi pare pero' che l'Autorità di controllo del Regno Unito abbia mai protestato nel corso della precedente campagna ultralaicista della stessa casa francese (durata oltre un anno) diretta esclusivamente ad assecondare le ideologie malthusiane e antinataliste tanto propagandate dall'Europa e dall'ONU da pensare che queste agenzie internazionali ne siano state le finanziatrici attraverso le loro lobbies laiciste e massoniche. Forse la maggior parte delle persone non ha fatto mente locale ma la casa francese ha prodotto i seguenti spot a tema unico (misoginia, famiglia allargata, antinatalià, edonismo, omosessualità). In uno si elogiava la capienza della macchina, capace di ospitare tutta la "famiglia": dai figli del terzo marito a quelli della seconda moglie eccetera; in un altro si vedeva il conducente, orgoglioso dell'auto nuova che dà un passaggio ad una bella donna sconosciuta fino alla casa di lei, salvo lasciarla con un palmo di naso quando alla richiesta muta di lei di seguirla a casa lui risponde che non può privarsi del piacere di guidare la sua auto; si passa poi alla coppia che dalla vetrina guarda i prodotti all'interno di un negozio (prevalentemente per neonati) e al sospiro di sollievo di lui quando lei mostra di essere interessata solo alle scarpe; poi naturalmente altri spot inneggiano all'inversione dei ruoli. A questo punto non occorreva una grande intelligenza per capire quale sarebbe stato il prosieguo della pubblicità "try to change": oggi infatti l'omosessualità è divenuta il faro della modernità (dovrei anche scrivere dell'ex civiltà occidentale) ed infatti in Italia è apparsa, sempre pubblicizzata dalla Renault, la propaganda all'effusione lesbica. In Francia era circolata anche quella con una coppia di gay che, fortunatamente, all'Italia è stata risparmiata. Questi spot hanno costituito una vera spinta alla destabilizzazione dei valori sociali, e sono stati visti anche in Gran Bretagna. Come mai allora tanto clamore per la presenza delle grazie femminili e niente per l'istigazione alla misandria, all'edonismo, alla disintegrazione familiare, all'omosessualità e ai principi naturali?

Ritratto di il più

il più

Ven, 19/07/2013 - 06:30

Tutti questi falsi moralisti boldrini compresa la smettessero di dirci quello che dobbiamo fare o non fare.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Ven, 19/07/2013 - 07:42

Chissà i danni che fece la boldrini nei tempi nei quali comunque operava fuori dalla luce dei riflettori. Perchè, mistero, un popolo di 60 milioni di anime non riesce ad eleggere persone leggermente meno scarse?