Sprechi, truffe, stupri, degrado. Perché Salvini vuole chiudere il Cara di Mineo

Il centro di accoglienza più grande d'Europa spesso è finito nelle cronache per storie di cronaca nera, appalti irregolari, inchieste giudiziarie, degrado e sicurezza

"Chiuderemo il Cara di Mineo entro quest'anno. La mia intenzione è chiudere i centri più grossi, perché più sono grandi, più è facile delinquere". Il ministro dell'Interno Matteo Salvini mette nuovamente il dito nella piaga del centro di accoglienza più grande d'Europa che spesso è finito nelle cronache per storie di cronaca nera, appalti irregolari, inchieste giudiziarie, degrado e sicurezza.

Nel 2015, un 18enne ivoriano ospite della struttura uccise i coniugi Vincenzo Solano e Mercedes Ibanez. Un fatto che determinò un vero e proprio allarme e spinse l'allora procuratore di Caltagirone Giuseppe Verzera a parlare di emergenza di Stato. Tra gli altri casi, solo per citarne alcuni, va rammentato quando quattro nigeriani ospiti del centro violentarono una connazionale e quando nel gennaio scorso una nigeriana venne sgozzata dal compagno. Lunga poi la lista delle inchieste aperte: da quella su una presunta truffa da un milione di euro per presunte liste "gonfiate" nei rimborsi spesa ottenuti aumentando artatamente il numero delle presenze di migranti nella struttura a quella sulla cosiddetta "parentopoli" nelle assunzioni nelle cooperative fino al processo a 15 persone imputate di turbativa d'asta nell'ambito dell'inchiesta sulla concessione dell'appalto dei servizi, dal 2011 al 2014. Dal procedimento è uscito Luca Odevaine, condannato a sei mesi di reclusione col patteggiamento e coinvolto nel processo "mafia Capitale". Nell'indagine sugli appalti fu implicato anche il sottosegretario alle Politiche agricole Giuseppe Castiglione.

Nel giugno del 2017, la commissione parlamentare di inchiesta sul sistema di accoglienza scrisse una relazione durissima approvata all'unanimità da Pd, Forza Italia e Movimento 5 Stelle.

Una relazione che metteva nero su bianco sprechi, assunzioni clientelari, malagestione e precarie condizione igienico-sanitarie e di sicurezza del Cara di Mineo e che ne chiedeva l'immediata chiusura. Che sia arrivato il tempo di farlo davvero?

Commenti

lappola

Lun, 28/01/2019 - 10:21

Ma non solo mineo, ma mineo, minea, mineino, mineuccio, TUTTI. E ABOLIRE ANCHE OGNI FORMA DI FINANZIAMENTO ORIENTATA ALL'IMMIGRAZIONE.

unosolo

Lun, 28/01/2019 - 10:28

domandiamoci il motivo per il quale la SX e non solo vogliono mantenere in piedi questi centri di smerci illegali e fraudolenti , almeno da quello che si viene a sapere man mano ,., politici strani o implicati coattamente a sottomettersi a ?

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 28/01/2019 - 10:29

Sbagliando s'impara. Alleluja! Sbattendoci la faccia il felpato ha capito che deportazioni di massa organizzate dalla mattina alla sera come fatto a Castelnuovo anziché risolvere problemi lì, ne creano altri mille e peggiori altrove. La chiusura di questi centri va fatta con programmazione, avendo bene in testa dove andranno le persone una volta tirate fuori da là e soprattutto senza creare nuovi campi di concentramento.

faman

Lun, 28/01/2019 - 10:31

il degrado certamente c'è, ma sempre il focus solo sui migranti, ma esiste solo quel problema? o c'è anche dell'altro per la sicurezza e tanti altri problemi? Ma i migranti rendono in tema di audience e voti, e il pifferaio lo sa bene.

venco

Lun, 28/01/2019 - 10:40

I soldi pubblici vadano spesi per i rimpatrii, non per mantenerli e subirli a vita.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 28/01/2019 - 11:04

@venco Peccato che il problema non siano tanto le risorse quanto il fatto che i rimpatri sono molto, molto difficili da fare. Non hai fatto caso che è da un pezzo che non si danno più numeri sul numero di non aventi diritto (se non già di delinquenti) effettivamente allontanati dal nostro Paese? Purtroppo in Italia il nuovo corso è quello, da un lato, di criminalizzare chi è entrato nel nostro paese a prescindere dal fatto che abbia commesso reati o meno, togliendogli ogni forma di assistenza, mentre dall'altro non c'è alcun modo rimandarli al loro paese. A me il combinato disposto delle due cose sembra pericolosissimo. Forse ad imporre ad un immigrato, che di fatto non ha commesso alcun reato, vessazioni di ogni sorta si soddisfa la pancia dei tanti cani bavosi che abbaiano al comando del Capitano, ma ogni persona senziente si rende conto un esercito di "fantasmi per legge" in giro per l'Italia può solo portare guai

TitoPullo

Lun, 28/01/2019 - 11:48

CHIUDERE LE MANGIATOIE !!!

DRAGONI

Lun, 28/01/2019 - 11:53

FINIRANNO IN TAL MODO ANCHE LE CLIENTELE ELETTORALI CATTO COMUNISTE /MAFIOSE CONNESSE CON IL PERSONALE CHE LAVORA ALL'INTERNO DEL CARA.

maxfan74

Lun, 28/01/2019 - 11:54

CHIUDERE è la parola d'ordine.

ziobeppe1951

Lun, 28/01/2019 - 12:06

El presidente ..c’è sempre casa tua disponibile..i cessi sociali..le sezioni del PD e kkkomunisti vari..la chiesa cattolica..valdese...e le zecche rosse, uomini e donne di buona volontà...avete avuto la bicicletta, adesso pedalate

Silpar

Lun, 28/01/2019 - 13:07

MA CHI LI HA LASCIATI ENTRARE IN ITALIA?????? non certo la Lega. e adesso???quelli che hanno favorito l'entrata (Boldrini Bergoglio) se li mantengano a vita!!!invece di scaricarli sugli italiani!!!!

carlottacharlie

Lun, 28/01/2019 - 13:34

Meno male. E poi ci hanno rotto le scatole con le donne o uomini da salvare in Africa perchè torturati abusati e sfruttati. I beceri non vedevano, non sentivano che accadeva in casa nostra. Che vadano a quel paese i farabutti urlanti che vogliono si continui con gli abusi "nostrani". Basta foraggiare genti senza morale e schiavista.

Dordolio

Lun, 28/01/2019 - 20:56

El Presidente..... Salvini sta dando la dimostrazione che se vuoi fare una cosa la fai. Senza usare le cannoniere ma solo battendo un pugno sul tavolo ha ridotto praticamente a zero gli sbarchi. E i numeri sono di queste ore. Ha detto che vuole cacciar via un sacco di gente che qui non ci dovrebbe stare? Lo farà di sicuro. Ci ha messo la faccia. Semmai si sta studiando il modo migliore e meno costoso, suppongo. E ce ne possono essere di infiniti, tutto sta a vedere se basta appunto "battere il pugno" sul tavolo o usare lo stesso in forma diversa....