Stanco del dibattito sul referendum: "C'è una bomba al circolo Arci"

L'uomo ha chiamato dal proprio cellulare il 113 annunciando la presenza di un ordigno. È stato denunciato per procurato allarme

Infastidito da una riunione sul referendum che si stava tenendo in un circolo Arci di Pistoia, un uomo ha annunciato la presenza di un ordigno esplosivo al numero di emergenza: è stato denunciato per procurato allarme.

Autore della bravata, nella tarda serata di ieri, un uomo 37enne di Pistoia, con alcuni precedenti di polizia a suo carico. Mentre si svolgeva una riunione dei soci sul tema dell'imminente referendum costituzionale, all'interno del circolo ricreativo Arci-Bonelle, il 37enne ha chiamato dal proprio cellulare il 113 annunciando la presenza di un ordigno e chiudendo immediatamente la comunicazione.

Sul posto per competenza territoriale, sono immediatamente intervenuti i carabinieri del Norm e tanto è bastato perché l'uomo, ancora presente nel locale, si rendesse conto delle conseguenze del suo gesto e si facesse avanti riferendo di essere l'autore della telefonata.

Ai militari l'uomo ha poi detto di avere agito così perché seccato dal prolungarsi della riunione. Compiuti i necessari accertamenti sulla provenienza della chiamata, i carabinieri lo hanno condotto negli uffici di viale Italia e denunciato per procurato allarme presso le autorità.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 12/10/2016 - 18:02

Non deve essere molto intelligente uno che dal proprio cellulare chiama la polizia per millantare la presenza di un ordigno esplosivo,ma l'ITAGLIA è piena di polli.

Ritratto di elkid

Anonimo (non verificato)

Ritratto di navigatore

Anonimo (non verificato)

ziobeppe1951

Mer, 12/10/2016 - 22:19

Il faccia da pirla...anonimo non verifato...bene