La stangata al mare

Se il mare è salato, la “stangata” del posto auto lo è ancora di più. E non parliamo di lettini e ombrelloni da noleggiare, o di pedalò da pagare a ore

Se il mare è salato, la “stangata” del posto auto lo è ancora di più. E non parliamo di lettini e ombrelloni da noleggiare, o di pedalò da pagare a ore. Ma della nuova frontiera del business: il posto auto in spiaggia, quel “bene prezioso” che i bagnanti pagano a peso d’oro. Si spazia da un euro all’ora, una cifra contenuta, a tre euro per un’ora di parcheggio. E la beffa, in molte spiagge, è che se si vuole avere accesso al mare è obbligatorio spendere quelle cifre per l’auto. Perché, anche a cercarli, non esistono parcheggi gratuiti, neanche a chilometri di distanza.

Siamo in Sardegna. La spiaggia in questione non è delle più esclusive, ma è pur sempre meta di turismo che di anno in anno si arricchisce di visitatori italiani e stranieri. L’abbiamo visitata il 10 agosto. Arriviamo e appena prima dell’accesso al mare ci troviamo davanti a tre caselli. Esatto, proprio come in autostrada, con la sbarra che sale e scende e il piccolo presidio con l’operatore che dirige la sosta. Ritiriamo il biglietto e ci dirigiamo verso il mare. Passiamo quindi attraverso i varchi, come al casello autostradale. Ecco i primi segnali del nuovo business estivo.

Lasciamo l’auto al parcheggio dalle 9 del mattino (circa) alle 17. La spiaggia in questione non ha una doccia per rinfrescarsi prima di tornare a casa, e nemmeno un minimo di servizi che non siano da pagare a caro prezzo. Il totale per la nostra sosta? 22.50€. Quasi venticinque euro per mezza giornata di mare o poco più. Ma ci fanno subito notare che se l’auto resta nel parcheggio oltre la chiusura, il conducente è obbligato a pagare 5 euro per ogni dieci minuti aggiuntivi che trascorre nel parcheggio.

Ritiriamo lo scontrino mentre sentiamo, in sottofondo, alzarsi alcune proteste. C'è chi si lamentava del fatto che il prezzo del parcheggio sia in continuo aumento, e che proprio nel mese di agosto, quando arrivano i turisti, venga portato alle stelle. Qualcuno pensava addirittura di aggirare l’ostacolo organizzando un piccolo pullman che trasportasse una ventina di bagnanti alla volta. Ma la logica stringente dei parcheggi a pagamento è arrivata anche qui. Chi raggiunge la spiaggia in pullman paga ben 2€ a persona. Pullman da 25 posti? 50 euro di parcheggio. Eccolo, il business estivo. Alla faccia del turismo e del mare accessibile a tutti.

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Sab, 19/08/2017 - 17:25

Basta non andarci.

mariod6

Sab, 19/08/2017 - 17:41

Vuol dire che il sindaco ha dato il permesso di usare uno spazio probabilmente demaniale per metterci un parcheggio a pedaggio. La GDF quante volte passa a contare le macchine in sosta e a verificare che vengano emessi gli scontrini per il carico fiscale ??

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 19/08/2017 - 17:47

Poi dicono di non discendere dai levantini!!

@ollel63

Sab, 19/08/2017 - 17:48

statevene a casa e lasciteli rosolare da soli questi ladri

routier

Sab, 19/08/2017 - 19:27

Nella vicina Corsica ci sono grandi spiagge, pulite, libere e con parcheggi gratuiti (constatato di persona). Vale la pena di farsi spennare in Sardegna?

pintoi

Sab, 19/08/2017 - 19:40

Perchè non fate nomi e cognomi ? O almeno il nome della spiaggia ? Vivo in Sardegna, giro per le varie spiagge della Sardegna e anche in quelle in cui esistono sono parcheggi a pagamento (non vedo cosa ci sia di strano ...) è possibile sostare in parcheggi liberi. Qui da noi non esistono le spiagge chiuse ! Evitate di raccontare balle ! Dimenticavo: qui girate tutta l'isola senza pagare un euro in caselli stradali ruba soldi ... quindi non lamentatevi se pagate per parcheggiare quasi in riva al mare !

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 19/08/2017 - 19:48

i "sardegnoli" sono un popolo nati come pecorai e cacciottari..e questa è la loro evoluzione della specie!basti pensare che un politico (di sx) ha fatto di tutto per cacciare chi arrivava con la barca; quindi,hanno dribblato verso nizza,coste slave,e corsica,lasciando moneta buona fuori dall'italia!!!! furbi i "sardegnoli" vero??

vince50

Sab, 19/08/2017 - 22:31

Non è un'obbligo andarci,chi lo fa non si lamenti.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Sab, 19/08/2017 - 22:44

Boicottate questo tipo di vacanza. Tanto tra un pò al mare ci andranno solo i migranti in attesa di documenti.

mborrielli

Sab, 19/08/2017 - 23:20

Ma che cavolo di articolo... A Linate aeroporto lo stesso tempo in parcheggio va da € 26 a 59. E poi non dice dove ma semplicemente lancia un sasso contrpo il Turismo in Sardegna, come se non fosse già abbastanza bistrattato dalle tariffe dei trasporti per arrivarci.

Tarantasio

Dom, 20/08/2017 - 00:56

tassa speciale per chi ha cognome italiano, per gli altri c'è il condono...

giottin

Dom, 20/08/2017 - 09:38

Dovrebbero farli pagare ancora più cari!

Ritratto di giuliano lodola

giuliano lodola

Dom, 20/08/2017 - 10:05

Anche gli asini dopo la prima volta che sbattono la testa cambiano strada. Traghetti alle stelle? parcheggi con prezzi spropositati? altre mete esistono.

Tarantasio.1111

Dom, 20/08/2017 - 10:08

La Sardegna ha partorito un popolo di pecorai oltre che di politici che hanno contribuito a rovinare l'Italia intera...

ilbelga

Dom, 20/08/2017 - 10:46

io al mare da due anni non ci vado più. motivi: 1-adesso bisogna pagare il parcheggio (8 €), poi l'ombrellone (19 €), due caffè (3 €), totale senza mangiare: 30 euro al giorno se poi ci metti un pasto leggero (20 €) e la benzina (5 €) fanno 55 euro. mi dispiace ma per un italiano pensionato come me (e fortunato) sono troppi. qui si sta esagerando. con la lira, a quei tempi non pagavi il parcheggio, con 12 mila lire (dalle mie parti) prendevi un ombrellone. giudicate voi adesso...

OMINE

Dom, 20/08/2017 - 13:38

Bel risultato! E' venuto fuori l'anti sardismo di certi " italiani" che sono convinti che i Sardi siano una razza inferiore e la loro terra una colonia da sfruttare gratis. Se non possono permettersi la Sardegna possono andare a fare le loro vacanze altrove, stiano tranquilli non sentiremo la loro mancanza anche perché e meglio la compagnia delle pecore a quella di certi personaggi che pur non conscendoci si

OMINE

Dom, 20/08/2017 - 13:56

Bel risultato! Questo articolo ha dato la stura al sentimento anti sardi di certi "continentali" che credono di essere superiori solo perché spendono pochi spiccioli per godere di una natura stupenda e di una ospitalità a loro sconosciuta. Come tutte le cose belle anche quelle sarde hanno un prezzo e chi non può o non vuole pagarlo può tranquillamente optare per altre località. Concludo affermando che i Sardi non Sardegnoli sono un popolo fiero ed orgoglioso dei propri antenati che, oltre ad avere contribuito alla unificazione della Italia è stato anche un popolo di pastori, cacciatori, contadini e premi Nobel.

cicerino

Dom, 20/08/2017 - 18:03

anticalcio ha solo insultato i sardi. La cacca sulla testa di anticalcio é per il giornale un grosso insulto. Giudico il giornale anti Sardegna non RAZZISTA. E ora mi auto censuro e mando il censore al DIAVOLO.