Gli Stati Uniti più liberal, dal sapore «green»

Sulle strade di San Francisco e della Sonoma Valley alla scoperta di nuove tendenze e di cantine prestigiose

Seducente San Francisco con quella sua allure così elegante e discreta che cela un animo hippy e trasgressivo. La terra della beat generation, oggi cuore pulsante di forte innovazione culturale che parla di arte, design e high tech, con il suo skyline inconfondibile dominato dal Golden Gate che collega la città con Marin County, ha un fascino tutto europeo in cui emerge un melting pot che abbraccia religioni, culture e stili di vita diversi. Tante le icone di Frisco.

Dalla Transamerica Pyramid, nel Financial District, alla Lombard Street, Russian Hill, la più fotografata via al mondo, ai celebri cable-car, che si arrampicano sulle sue ripide colline. Si respira un'intensa aria liberal al Golden Gate Park, location prediletta di festival e concerti ma anche sede del De Young Museum, un concentrato di arte contemporanea e pure precolombiana ed africana e del California Academy of Sciences, che porta la firma di Renzo Piano, un masterpiece in tema di architettura green. Arte open air in Mission District, il quartiere ispanico per eccellenza, terra di hipsters, oggi oggetto di una gentrification di massa da parte dei giovani rampolli della vicina Silicon Valley. Cocktail bar e negozi stilosi.

Sulla Valencia Street si acquista l'ultimo grido in fatto di biciclette da Valencia Cyclery, al n. 1077. E shopping di tendenza si fa pure in Hayes Valley e Lower Haight, quartieri emergenti in equilibrio fra cultura campestre ed urbana in cui scovare vere chicche. Pochi passi e ci si immerge nell'atmosfera ovattata delle Painted Ladies, in Alamo Square, l'orgoglio dell'architettura vittoriana. Il lusso si concentra tutt'intorno ad Union Square, in cui è irresistibile il pit stop da Macy's e Bloomingdale mentre il folklore multietnico trova casa al Fisherman's Wharf, dove, dopo un tour tra Ghirardelli Square e il mitico Pier 39, si assaggiano ostriche e prosecco californiano al Bistro Boudin, un'istituzione a SF, con vista sulla leggendaria isola di Alcatraz. Il weekend da Frisco ci si sposta nella Sonoma Valley, terra di pregiati vini e buen retiro di artisti emergenti.

Il primo impatto con la valle il cui mood è green, eco e sostenibile è la vittoriana Petaluma: qui nell'ex edificio della Sonoma Bank si fa shopping tra 1.500 varietà di sementi, compreso il pomodoro giallo, oggi molto apprezzato negli USA. Come pure i vini della Sonoma. Che si degustano al meglio da Buena Vista, a Sonoma, la cantina più antica della valle. Poco distante installazioni di noti landscape designer, oltre che oggetti di interior design al Cornerstone Sonoma. Da non perdere. E una passerella di artisti è anche Healdsburg, elegante crocevia delle valli Russian River, Dry Creek e Alexander ed epicentro di rinomate cantine, più di 150, dal sentore di Zinfandel, quali Preston e Bella.

Più a ovest la foresta di sequoie secolari dell'Amstrong Redwoods Reserve è uno spettacolo magico, da assaporare dall' Applewood Inn (www.applewoodinn.com), un romantico resort con cucina stellata. A Sebastopol, Florence Avenue merita una visita: una galleria urbana a cielo aperto dello scultore Patrick Amiot. Amazing! 100% organica la cucina di Zazu (www.zazukitchen.com), dove testare salumi di black pig. Percorrendo la Highway 1 direzione sud, impossibile non sostare a Bodega Bay: qui i mitici paesaggi californiani diventano realtà. Scogliere a picco sul Pacifico, onde oceaniche che si infrangono sulle rocce e il piccolo villaggio di Bodega, famoso set di «Uccelli» di Hitchcock. Per sapere tutto sul film basta sostare a The Tides Wharf Restaurant (www.InnattheTides.com), dove sono state girate alcune scene e dove si gustano salmoni affumicati in casa.

A SF si dorme al Mandarin Oriental (www.mandarinoriental.com) da 495 dollari a notte. Per gli italian lovers 2 indirizzi doc: il Risto Bar (www.ristobarsf.com) a Marina District con il giovane chef Michele Belotti e Perbacco, (www.perbaccosf.com) autentica burrata e tajarin. Info: San Francisco Travel www.onlyinsanfrancisco.it, www.sonomacounty.com. Con Air France e Klm (www.klm.it) si viaggia a SF via Parigi o Amsterdam da 666 euro. Upgrade nella spaziosa economy comfort a 160 euro a tratta. Prenotazioni anche via FB e Twitter.