Tra le sterpaglie incendiate spuntano le armi

La scoperta dei carabinieri a Boscoreale, nel Napoletano. In un canneto vicino alla ferrovia rinvenuta un'Uzi e una pistola rubata a Savona 21 anni fa

Un banale sopralluogo dopo che i vigili del fuoco hanno domato un incendio di sterpaglie. E così i carabinieri scoprono che nascoste tra le erbacce, c’erano una pistola e una vecchia mitraglietta Uzi.

L’operazione s’è verificata nel fine settimana, la scoperta è avvenuta in un terreno di Boscoreale, in un’area che costeggia la linea ferrata del tratto della CircumVesuviana che unisce il capoluogo di Napoli al centro di Poggiomarino.

I militari sono intervenuti in quella zona perché lì era divampato un incendio di erbacce e sterpaglie. Insieme a loro, i pompieri che hanno provveduto a spegnere le fiamme in un intervento che pareva di routine. I carabinieri, quindi, hanno iniziato a verificare l’area per redigere i verbali e compiere gli accertamenti di prammatica.

Proprio da quel sopralluogo è emersa una sorpresa: tra le erbacce di un canneto adiacente al luogo dell’incendio, infatti, i militari hanno rinvenuto una vecchia pistola Smith & Wesson che, dagli accertamenti e dai confronti con le banche dati, è risultata essere stata rubata ben ventuno anni fa, nel 1997 a Laigueglia, comune ligure in provincia di Savona. Insieme a quella pistola è spuntata fuori anche una Uzi, la cui matricola di riconoscimento è risultata abrasa. C’erano, inoltre, un bossolo e dieci proiettili – di vario calibro – a far corredo alle due armi che, gravemente corrose e danneggiate dal tempo e dai fattori atmosferici, sono risultate praticamente inservibili.

I carabinieri hanno sequestrato la Smith&Wesson e l’Uzi, per il momento a carico di ignoti.