Stop all'accordo con Ifi: i prof scioperano contro il governo Macron

Il governo Macron ha bloccato l'accordo con l'Ifi, che avrebbe dovuto regolamentare gli stipendi dei dipendenti

Macron dice stop all'accordo aziendale con l'Istituto francese d'Italia (Ifi), che avrebbe equiparato gli stipendi. E i i prof, per la prima volta nella storia, incrociano le braccia.

Oggi gli insegnanti, principalmente quelli dei corsi di lingua francese, hanno aderito allo sciopero organizzato da Flc-Cgil e partecipato a un sit-in fuori dal Palazzo delle Stelline di corso Magenta, che osita la sede milanese dell'Istituto dal 1949. Contemporaneamente i dipendenti dell'Ifi, istituto che organizza cosrsi di lingua e attività culturali, hanno scioperato in tutta Italia."Dopo quattro anni di trattative, il governo francese ha bloccato tutto, perché sostiene di non avere i soldi per equiparare i contratti", raccontano i sindacati, secondo quanto riporta Il Giorno.

Il sindacato Flc-Cgil nel 2017 aveva stretto con l'Ifi, che risponde al governo francese, un accordo che sanava alcune anomalie: le diversità nel trattamento salariale, diverse condizioni tra personale a tempo pieno e part-time, salari diversi nelle varie sedi, a parità di lavoro svolto.

Ma il governo Macron ha bocciato l'accordo, dichiarando di non poterlo attuare per mancanza di fondi, chiedendo alle parti di tornare a trattare. Ma questa decisione "compromette tutto il lavoro svolto in questi anni. Bisogna chiudere subito la trattativa con la firma del primo contratto collettivo aziendale, per sanare una situazione che lascia nell’incertezza lavoratori e famiglie." I sindacati aspettano la risposta del governo francese.

Commenti

Duka

Gio, 27/09/2018 - 18:42

Era ora!