Strage di Brescia, Cassazione: ergastolo a Maggi e Tramonte

La Corte di Cassazione ha confermato le condanne all'ergastolo per il neofascista di Ordine Nuovo Carlo Maria Maggi e Maurizio Tramonte, l'informatore Tritone dei servizi segreti, accusati per la strage di piazza della Loggia avvenuta a Brescia il 28 maggio 1974

La Corte di Cassazione ha confermato le condanne all'ergastolo per il neofascista di Ordine Nuovo Carlo Maria Maggi e Maurizio Tramonte, l'informatore Tritone dei servizi segreti, accusati per la strage di piazza della Loggia avvenuta a Brescia il 28 maggio 1974. Il verdetto è arrivato dopo quattro ore di camera di consiglio. La Cassazione ha confermato la sentenza emessa in Corte d'assise d'appello di Milano il 22 luglio 2014, nell'ambito del processo d'appello bis. Nel pomeriggio il pg della Cassazione aveva chiesto la conferma delle condanne all'ergastolo, istanza accolta dai giudici che hanno rigettato tutti i ricorsi presentati dagli imputati.

Commenti
Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 21/06/2017 - 00:40

Esattamente come Bossetti. Dovevano incastrare qualcuno, e alla fine ci sono riusciti.

LostileFurio

Mer, 21/06/2017 - 07:04

Bene. Ma... perche' quelli delle BR sono invece tutti liberi ? Fanno i professori e non hanno fatto la stessa fine ?

Mr Blonde

Mer, 21/06/2017 - 08:16

Fascisti...comunisti...le stragi le br la strategia della tensione anni 70-80 hanno gli stessi mandanti; poi una generazione si è lasciata trascinare in una guerra civile che ha fatto solo morti innocenti.

Ma.at

Mer, 21/06/2017 - 08:37

Ci sono voluti 43 anni e il permesso dei comunisti, della CEI dei sindacati e sopratutto dei magistrati per "fare giustizia" un risultato che il mondo ci invidia!

fifaus

Mer, 21/06/2017 - 08:58

Giustizia senza pudore

elio2

Mer, 21/06/2017 - 09:10

Di cosa ci dobbiamo lamentare ancora, di questa giustizia corrotta e marcia sino al midollo, in fin dei conti il terzo grado di giudizio è stato raggiunto solo a 43 anni dal crimine.