Strage di Erba, Azouz Marzouk: "Olindo e Rosa sono innocenti"

Azouz Marzouk è convinto dell’innocenza dei coniugi Romano

"Una cosa è certa: Olindo e Rosa sono innocenti. Però voglio precisare che a me non interessa la revisione del processo per i coniugi Romano, ma che arrestino i veri assassini della mia famiglia". Azouz Marzouk ne è convinto. La strage di Erba, il pluriomicidio avvenuto l'11 dicembre 2006 in cui morirono il figlio Youssef Marzouk, la moglie Raffaella Castagna, la suocera Paola Galli e la vicina di casa Valeria Cherubini, secondo il tunisino, non sarebbe stato compiuto dai coniugi Romano.

Il nordafricano, come riporta TgCom24, si è sfogato ai microfoni di Radio Cusano Campus: insomma, secondo lui, Olindo Romano e Rosa Bazzi, condannati all'ergastolo, sono innocenti, mentre i veri responsabili dei delitti sono ancora in libertà.

"Sto lavorando molto anche dalla Tunisia esono in contatto con gli avvocati di Olindo e Rosa, li ho aiutati e continuerò ad aiutarli affinché la giustizia trionfi. Non ho mai smesso di combattere in tutti questi anni per far si che finiscano in galera i veri assassini", dice Marzouk.

Commenti

Divoll

Gio, 14/02/2019 - 14:13

Innocenti, dopo aver confessato i delitti con tanto di dettagli?

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Gio, 14/02/2019 - 14:20

Azouz Marzouk , dopo quanto avvenuto a Erba, non mi ha mai convinto nelle sue esternazioni. Mi ha dato l'impressione di uno che per i soldi era disposto anche a vendere sua madre. Le sue esternazioni di questi giorni mi fanno pensare:" Ha ricevuto sottobanco qualche promessa in denaro per affermare questo?"

Dordolio

Gio, 14/02/2019 - 14:44

Già dalla Tunisia se non sbaglio dei suoi parenti si erano espressi nella stessa maniera parecchio tempo fa. Piacque molto il delitto dei due ombrosi vicini. Più facilmente si era trattato di una vendetta maturata nell'ambito dello spaccio di droga. Azouz prudentemente si era allontanato dall'Italia. E colpirono la sua famiglia. L'uccisione del figlio aveva poi un carattere di sfregio particolarmente significativo. Fu una macelleria messicana. Sangue a fiumi. Ma in casa dei due "colpevoli" non si trovò un atomo di sangue che fosse uno (ed emerse chiaramente al processo....)

Dordolio

Gio, 14/02/2019 - 15:23

Divoli, i due sprovveduti risposero ad una domanda del medico che li stava esaminando: "Se li aveste uccisi voi, come lo avreste fatto"? La coppia ODIAVA i vicini. E si lasciarono andare a descrizioni a ruota libera di orrende fantasticherie. Che NON corrispondevano poi affatto alle risultanze medico-legali. Mi pare anzi che lei abbia poi sussurrato a lui (sentita): "Ma se in quella casa non ci siamo mai entrati... ". Il sopravvissuto descrisse a lungo un aggressore con un colorito olivastro. Ma venne convinto a cambiare deposizione da un pressing a cui fu sottoposto. E' tutto noto e scritto....

razzaumana

Gio, 14/02/2019 - 15:26

Azouz Marzouk..."Sto lavorando...affinché la giustizia trionfi" Se sta zitto é meglio.Gli assassini,sono e devono restare in galera. Le povere vittime di Erba,riposino in pace.Per sempre.Una preghiera. Il personaggio in questione NON fa onore alla Tunisia né all'Italia.

falsterbo

Gio, 14/02/2019 - 16:40

quoto Dordolio. pure io la penso così. un saluto a tt. b.

Ritratto di hardcock

hardcock

Gio, 14/02/2019 - 18:05

Questi sono gli ineffabili investigatori itagliani! Prima si individua un possibile colpevole poi gli si cuciono addosso, come fa il sarto, delle prove non necessariamente reali e riscontrabili. Per indagare, oltre che faticoso, occorre intelligenza. Mao Li Ce Linyi Shandong China

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Gio, 14/02/2019 - 18:16

Evidentemente lui sa ,chi voleva fargli la pelle e anche perche' . Non avendolo trovato hanno sterminato la sua famiglia.

GioZ

Gio, 14/02/2019 - 18:18

Il processo è da rifare tutto daccapo e con elementi corretti e certificati, altro che foto della macchietta di sangue sul predellino, e senza luminol. La confessione di Rosa, come ampliamente spiegato dalla psicologa del carcere, è visibilmente frutto di una donna sotto stress e con un enorme complesso di inferiorità: ha confessato quello che avrebbe voluto fare, e che mai avrebbe potuto compiere davvero, un racconto suggerito dai magistrati così come la testimonianza dell'unico superstite, che in prima istanza aveva detto di non aver riconosciuto l'aggressore e dopo due ore di "era Olindo? era Olindo?", si è arreso. Guardatevi il servizio delle iene.

Anonimo (non verificato)

corivorivo

Gio, 14/02/2019 - 18:38

si era capito fin dall'inizio! il suocero fu imboccato dai carabinieri. ma la sua prima versione era stata diversa. Olindo e Rosa indotti con l'inganno a confessare. poi avrebbero avuto pena ridotta. fu un pusher amico della "risorsa" Azouz a fare la strage. per punire azouz che non aveva pagato la droga. giustizia fatta con i piedi.

Ritratto di ateius

ateius

Gio, 14/02/2019 - 19:20

olindo e rosa.. due Mostri (due balordi) che si incastravano a pennello nel puzzle della strage.- peccato che i Particolari non collimano.. una confessione resa con le foto della scena, con la minaccia di essere divisi lui e la moglie.- il testimone che descrive il colpevole olivastro.. e poi cambia versione, particolari inverosimili nella confessione come l’accendino usato invece del liquido infiammabile o l’interruttore luce staccato prima del delitto.. di cui loro non ne sanno sanno, nessuna traccia ematica come prova.. vabe la pianto qui. bye.

EzzelinodaMonselice

Gio, 14/02/2019 - 19:31

Mah, è una strana vicenda. Ci sono due imputati rei confessi e giudicati colpevoli in tre gradi di giudizio. Eppure da oltre un anno giornali e TV continuano ad instillare dubbi sulla loro colpevolezza. Io invece avrei qualche dubbio più che sui "vicini di erba" sulla colpevolezza di Massimo Bossetti, incastrato come colpevole ideale sulla base di una prova che è solo un esame di laboratorio fatto una sola volta. Badate che non ho detto che il colpevole non sia lui, ho espresso un dubbio, e mi sembra che sia più facile che lui sia innocente, piuttosto che i coniugi Olindo e Rosa...

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Gio, 14/02/2019 - 20:15

^(*@*)^ Innocenti? assolutamente SI SENZA OMBRA DI DUBBIO PUNTO

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Gio, 14/02/2019 - 22:27

Se però entra un discorso di droga di Marzouk stesso e di pressioni di magistrati allora le cose cambiano.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Ven, 15/02/2019 - 00:09

^(*@*)^ @Ezzelinodamonselice Innocenti in entrambi i casi, Bossetti, Rosa Bazzi e Olindo Romano. A parte i molteplici indizi a loro discolpa , la discolpa regina, visto come funziona la giustizia in Italia, è: non vorrete mica lasciare liberi tra innocenti è ?Ci mancherebbe anche questo !!!!

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 15/02/2019 - 09:15

anch'io quoto Dordolio alle 15:23, la penso come lui. Mi sa che gli inquirenti si siano innamorati di un'ipotesi e abbiano fatto di tutto per farla combaciare con prove e confessioni