Strage di Erba, il giallo sulle intercettazioni

Qualcuno ha manipolato le intercettazioni di Mario Frigerio? Il settimanale Oggi avanza dubbi e sospetti sulle parole di Frigerio in ospedale

Il settimanale Oggi si pone un interrogativo sulla strage di Erba: qualcuno ha manipolato le intercettazioni di Mario Frigerio? A finire nel mirino dell'inchiesta del settimanale sarebbero le intercettazioni ambientali in ospedale nei giorni successivi al ricovero di Mario Frigerio. Già in passato il settimanale aveva scoperto l’assenza di un dialogo tra i carabinieri e Frigerio la mattina di Natale del 2006 (il giorno prima che Frigerio riconoscesse come suo aggressore Olindo Romano davanti ai pm), la presenza di audio mai trascritti in cui il testimone sembrava non ricordare nulla degli assassini, e la scomparsa delle intercettazioni in cui il neurologo Claudio Cetti doveva accertare la bontà dei suoi ricordi.

Ora, dall’analisi delle ultime 2 mila intercettazioni è emerso ben altro. Nuovi brogliacci di cui mancano gli audio. Brogliacci in cui si parla dell’intercettazione di un medico che riferisce sulle condizioni di salute di Frigerio, ma nell’audio in effetti si sente la figlia del testimone che legge un cruciverba. E soprattutto ’Oggi' parla di nuove clamorose intercettazioni di Frigerio scomparse, ancora una volta in momenti decisivi per l’inchiesta, perché coincidono con gli arresti e le confessioni dei Romano. Mancando le intercettazioni nessuno sa cosa sia accaduto nella stanza di Frigerio dal giorno 8 al giorno 10, quando i coniugi hanno confessato.

Commenti

6077

Mer, 14/11/2018 - 17:37

vorrei tanto potermi fidare della legge e di chi la applica, ma sia per le notizie che leggo sia per esperienza personale, è semplicemente meglio non averci a che fare, nel torto e ancor più nella ragione. -- p.s. se non sbaglio loro sostengono di essere stati incastrati e aver confessato solo per "strategia difensiva".