La madre della vittima: "Lorenzo ucciso perché non era un burattino"

Lacrime e lunghi applausi nel corso della cerimonia. Il toccante ricordo della mamma di Claris Appiani: "Era orgoglioso del suo lavoro, aveva talento"

Un'aula magna gremita di gente per commemorare le vittime della strage avvenuta ieri al tribunale a Milano, nella quale sono morti il giudice Fernando Ciampi, l'avvocato Lorenzo Claris Appiani e Giorgio Erba. In tanti sono rimasti in piedi e altri fuori, perchè non sono riusciti ad entrare. Presente anche la madre del giovane avvocato: "Lorenzo è morto perchè non era una marionetta". Lacrime e lunghi applausi in ricordo delle tre persone uccise.

L'attività di udienza nel palazzo di giustizia si è fermata. Dopo la commemorazione,si terrà anche nell'aula magna del tribunale un'assemblea dell'Anm alla quale parteciperanno pure i rappresentanti dell'ordine degli avvocati.

E, per ricordare le vittime, i processi sono stati sospesi per diversi minuti in numerosi tribunali italiani, da Torino a Bologna, da Taranto a Palermo.

"I magistrati non possono essere lasciati soli, bisogna esprimere un sostegno concreto alla magistratura per il lavoro che fa per la giustizia per questo Paese", così il vicepresidente del Csm Giovanni Legnini è intervenuto nel corso della cerimonia

"La strage avvenuta a Milano ha un valore simbolico, anche perché troppe tensioni e troppa rabbia si raccolgono sulla giustizia e occorre richiamare tutti al diffuso rispetto verso la giustizia", ha dichiarato invece il presidente dell'Anm, Rodolfo Sabelli.

Commenti

flashpaul

Ven, 10/04/2015 - 14:52

"...occorre richiamare tutti al diffuso rispetto verso la giustizia" . Ma anche la giustizia deve rispettare l´individuo e non sottoporlo alla tortura di processi che si trascinano all´infinito.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 10/04/2015 - 15:07

Dispiace per l'avvocato morto e per la sua famiglia ma una domanda mi viene spontanea da fare. Cosa ci faceva in quell'aula questo avvocato a testimoniare contro un suo ex cliente? Avrà cessato di essere suo cliente ma l'avvocato è come il confessore, giusto o sbagliato che il suo cliente abbia fatto, non può andare a testimoniare contro, questo da un punto di vista etico e professionale. Almeno è qunto finora sapevo.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 10/04/2015 - 15:14

La giustizia italiana attuale non vale niente. I magistrati non si assumono responsabilità umane e etiche sulla loro carica. Non giudicano da un punto di vista umano ma da un punto di vista dell'applicazione meccanica di regole senza cuore che possono tranquillamente frantumare chiunque. Tale applicazione pedissequa la chiamano "essere bravi" ma bravi a che cosa? Non parlando, poi, di applicazioni di legge contro poveri cristi o a favore di qualche casta o individuo particolare. Pensano forse che la gente non giudichino i giudici? Il rispetto lo si ottiene comportandosi degnamente e non lo si pretende averlo solo perchè lo vogliono, come costoro ci vengono a raccontare. E' incredibile la distanza siderale che hanno raggiunto dalla gente normale e pretendono di aumentarla ancora!

Ritratto di viktor-SS

viktor-SS

Ven, 10/04/2015 - 15:38

Mai visto avvocati con "talento".

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Ven, 10/04/2015 - 16:18

Tortura sono i processi infiniti gestiti da giudici irresponsabili per gli errori commessi. RISPETTO? Sì, rispetto per i cittadini!!!

piedilucy

Sab, 11/04/2015 - 10:18

"I magistrati non possono essere lasciati soli, bisogna esprimere un sostegno concreto alla magistratura per il lavoro che fa per la giustizia per questo Paese"infatti io dopo 22 anni di causa civile..con rimandi dell'udienze anche di 5 o sei anni non vi lascierei soli semplicemente organizzerei dei viaggi nel deserto raggruppandovi in folti gruppi, sia avvocati che giudici...